NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Coronavirus: i numeri di oggi

Arrivano i consueti aggiornamenti giornalieri sul Coronavirus da parte della Protezione Civile. In Italia il totale dei malati è di 75.528, con un incremento odierno di 16483.981 persone sono attualmente in terapia intensiva. 27.795 sono le persone invece ricoverate e 43.752 sono isolamento domiciliare con lievi sintomi. Purtroppo ammontano a 812 i decessi. La buona notizia è che il totale dei guariti è 14.6201.590 rispetto a ieri, numero più alto registrato dall’inizio della pandemia.

L’intervista a Pellegrini

Lorenzo Pellegrini, centrocampista della Roma, ha rilasciato un’intervista nel consueto format utilizzato dal club giallorosso #ask. Queste alcune delle sue risposte ai tifosi giallorossi.

Chi erano i tuoi idoli?
“Da romano e romanista i due punti di riferimento per me sono sempre stati Francesco e Daniele. Lo stesso discorso valeva per i miei cugini, per mio padre, per tutta la mia famiglia. Oltre a Totti e De Rossi, un calciatore che ho sempre ammirato è Ronaldinho. Era capace di trasportarti con la sua classe. Faceva divertire tutti perché per prima cosa si divertiva lui giocando”.

Spesso fai passaggi lunghi e precisi senza guardare, fai assist spettacolari che possono ricordarci Totti. Tu a chi ti senti di assomigliare calcisticamente?
“Su questo è giusto spendere due parole: io non sarò mai Francesco, lui è una leggenda, un campione, un punto di riferimento. Ovviamente sentire dire queste cose mi fa molto piacere, ma Francesco è Francesco e come lui non ne nascerà un altro. Io sono Lorenzo”.

Come ti senti a giocare per la squadra che hai tifato fin da bambino?
“È incredibile. Penso a tutti i bambini con cui giocavo quando ero piccolo e che ora vengono allo stadio per sostenere la Roma. Sento che tutti quei bambini sono parte di me e io parte di loro. È una sensazione fantastica. È quasi indescrivibile. È una delle cose più belle, non solo per me ma anche per la mia famiglia. Mio padre è come un eroe per me, sapere quanto sia emozionante per lui vedermi scendere in campo con la maglia della Roma, mi rende ancora più orgoglioso”.

Calciomercato Roma: i nomi per l’estate

La Roma guarda già al mercato estivo. Petrachi continua a sondare il terreno, nel tentativo di migliorare la squadra in vista della prossima stagione. Come riporta La Gazzetta dello Sport, in Germania nella giornata di ieri ha iniziato a circolare la voce di un interessamento della Roma per Mario Gotze. Il tedesco è un giocatore diametralmente opposto rispetto all’altro obiettivo per l’attacco, ovvero Tiquinho Soares. Il giocatore del Borussia Dortmund però vedrà scadere il suo contratto a giugno e dunque potrebbe lasciare i gialloneri a zero: la concorrenza (anche di Napoli e Inter) è forte, ma i giallorossi hanno già contattato gli agenti. Gotze potrebbe sostituire Mkhitaryan, nel caso in cui l’armeno non dovesse rimanere nella Capitale. In alternativa si valutano anche i profili di Bonaventura Kovalenko.

Roma-Arsenal: discorsi aperti per Mkhitaryan

Non è una novità che Mkhitaryan si trovi bene nella Capitale e voglia rimanere in giallorosso anche la prossima stagione. In questo senso il ds giallorosso Gianluca Petrachi si starebbe muovendo per confermare sia l’armeno che Chris Smalling . Entrambi sono arrivati con la formula del prestito secco rispettivamente da Manchester United e Arsenal. Come riporta il Corriere dello Sport, la dirigenza de Gunners chiederebbe circa 20 milioni di euro, mentre la Roma non vorrebbe andare oltre i 12 milioni anche a causa dell’età e delle condizioni fisiche .

Calendari e calciomercato: la Uefa studia il piano

Mercoledì a mezzogiorno è in programma una videoconferenza fra la UEFA e i segretari generali delle 55 Federazioni associate per “un aggiornamento sui progressi compiuti dai due gruppi di lavoro creati due settimane fa e il vaglio delle potenziali opzioni per quanto riguarda la riprogrammazione delle partite”, si legge in una nota che arriva da Nyon. Il vertice esaminerà anche gli sviluppi in tutte le competizioni UEFA per club e per nazionali e valuterà i progressi a livello FIFA ed europeo in ambiti quali i contratti dei giocatori e il sistema di trasferimenti.

Senti chi parla…alle radio

Continua l’emergenza coronavirus e ovviamente è proprio questo il tema, legato anche al calcio, più trattato da opinionisti e speaker sulle frequenze radio giallorosse. Questo ad esempio il pensiero di Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Mi sembra che si stia entrando nell’ordine delle idee di non riprendere il campionato. Purtroppo credo che anche la nostra estate sia seriamente a rischio. Assurdo pensare che si possa giocare già a giugno. I tempi sono ancora molto lunghi. Ora ovviamente bisogna pensare a sconfiggere l’epidemia. Anche se è difficile si deve avere pazienza. Complimenti alla Juventus per aver anticipato tutti riguardo al taglio degli stipendi”. Questo invece l’intervento di Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Non è vero che il campionato non si può riprendere. I giocatori non hanno bisogno di un mese per tornare a giocare, bastano un paio di settimane! Friedkin? E’ chiaro che una società come la Roma prima valeva dieci, ora ne vale 8, ma se si dovesse non giocare varrebbe 5. Siamo passati dagli 850 milioni, a dire che se Pallotta la vende a 600 evita le perdite. La Roma in questi anno ha accumulato un debito enorme che prima non c’era. I debiti non li ha accumulati Sensi, ma questa proprietà e la situazione non è bellissima. L’importante è che Friedkin la prenda, al prezzo che dice lui. Mercato aperto fino a dicembre? Ma chi lo fa il mercato. L’unica è fare scambi”.

Print Friendly, PDF & Email