NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Il punto sull’emergenza Coronavirus

Per il quarto giorno il numero degli attuali positivi da coronavirus è in calo: 3.491 nelle ultime 24 ore; ieri erano 3.612; diminuisce anche il numero dei morti ma è ancora molto alto: 683 in un giorno, ieri erano stati 743: sono morte in tutto 7503 persone, una cifra spaventosa. I guariti aumentano, dato confortante: in un giorno ben 1036, in totale 9.362. Dall’inizio dell’epidemia il totale dei contagiati tra attuali positivi, morti e guariti è di 74.386. Intanto, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile è in isolamento per un forte attacco febbrile, mentre Guido Bertolaso, dopo la positività di ieri, è stato ricoverato al San Raffaele di Milano.

Nel resto del mondo, particolarmente difficile è la situazione in Spagna dove sono in costante aumento i numeri di morti e contagi. In Inghilterra, invece, è risultato positivo al Coronavirus il Principe Carlo: negativa, invece, la Regina e in buone condizioni di salute.

Si discute sul futuro della Serie A

Si continua a discutere su quale sarà il futuro della Serie A. Ieri si è tenuta una riunione di Lega dai toni molto concitati, con i club divisi tra chi pensa che questo campionato sia già finito e chi vuole riprendere. A capitanare la schiera di questi ultimi ci sarebbe il presidente della Lazio Claudio Lotito che avrebbe affermato: Avete visto i dati? Oh, se sta a ritirà! Ma poi lo so: io parlo coi medici, quelli che stanno in prima linea, no co’ quelli delle squadre…”. Scettici invece gli altri presidenti, con la pungente replica di Agnelli che non si è fatta attendere: “Eh, certo: ora sei diventato anche un esperto virologo”. Mentre l’Uefa continua a sperare nella possibilità di terminare tutte le competizioni entro il 15 luglio, arrivano le prime ipotesi per la prossima Serie A, qualora questa annata dovesse essere già finita: un torneo a 22 squadre con 4 retrocessioni per i prossimi 2 anni in modo da tornare al format da 20 nel 2022. Stessa cosa in B e Lega Pro che passerebbero al 24/25 con 66 club.

L’iniziativa della Roma per gli abbonati over 75

Il Coronavirus continua a mettere in ginocchio l’Italia. Per questo la Roma si sta dando tanto da fare per aiutare chi ne ha più bisogno in questo momento. Da venerdì infatti il club giallorosso inizierà a distribuire beni di prima necessità a tutti gli abbonati con più di 75 anni, che riceveranno a casa un box di Roma Cares contenente cibo e presidi sanitari utili per proteggersi in questo periodo di emergenza per il Coronavirus. Si tratta dell’ennesima iniziativa lodevole della società romanista nella lotta al Covid-19.

Le parole di Spinazzola

Leonardo Spinazzola oggi ha compiuto 27 anni. Per questo il terzino della Roma ha voluto ringraziare su Instagram tutti i tifosi che gli hanno fatto gli auguri: “Grazie a tutti per l’affetto che mi state dimostrando con i vostri messaggi d’auguri. Io non vedo già l’ora di poter tornare a correre su quel rettangolo verde per regalarvi quei momenti di gioia e felicità di cui tutti abbiamo bisogno. Ma adesso è il momento di non mollare e restare più uniti che mai. Un abbraccio. Leo”.

Le parole di Mancini

Continua la quarantena e i calciatori fanno di tutto per tenersi in forma durante questa assenza dal campo. Gianluca Mancini, ai microfoni di Sky Sport, ha parlato di come sta a vivendo questo momento: “La mia routine di giornata è svegliarmi, fare colazione, aiutare un po’ mia moglie nelle cose di casa visto che prima non c’ero mai, pranzare e iniziare il programma di lavoro che la Roma ci ha mandato. Mi alleno perché è importante mantenere la nostra condizione fisica al meglio visto che il campo ci manca ma è importante stare a casa e seguire le giuste indicazioni che ci ha dato il Governo. L’altro giorno abbiamo fatto una videochiamata di gruppo, eravamo 30. Ci hanno aggiornato, dato programmi nuovi e anche un nuovo piano di alimentazione. Non allenandoci spesso è importante anche questo”. Il difensore poi ha voluto lodare la Roma per come si sta comportando durante questa emergenza: “Sono molto orgoglioso della mia societá, la Roma ha aperto una campagna di donazione per l’ospedale Spallanzani, l’obiettivo é arrivare a 500 mila euro. Noi giocatori e staff tecnico abbiamo partecipato a questa cosa perché ci ha colpito molto e vogliamo essere partecipi anche di questo. Roma Cares negli ultimi giorni ha donato anche 13 mila mascherine e tutti i gel igienizzanti, per questo sul sito della Roma c’è tutto quello che c’è da trovare per donare. È importante donare in questo momento di grande difficoltà per tutto il paese”. Non poteva mancare un incoraggiamento alla sua ‘vecchia’ città, vale a dire Bergamo: “Gli mando un abbraccio, gli dico ‘mola mia’ (non mollare in dialetto bergamasco, ndc). Sono un grande popolo, sapranno sicuramente rialzarsi”.

Print Friendly, PDF & Email