NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Juventus-Roma: le probabili formazioni

Dopo aver ottenuto la matematica certezza del quinto posto – e quindi di evitare i preliminari di Europa League -, la Roma conclude il suo campionato: domani alle 21.45, all’Allianz Stadium, affronta la Juventus campione d’Italia nel match valido per la 38° giornata di Serie A. Con tutta probabilità, sia Sarri che Fonseca opteranno per un largo turn-over in vista degli impegni europei, con i bianconeri che sfideranno il Lione negli ottavi di Champions League e i giallorossi il Siviglia in quelli di Europa League. Sarà l’occasione anche per rivedere per la prima volta Nicolò Zaniolo da titolare dopo l’infortunio al legamento crociato, rimediato proprio nel match d’andata contro la Juve. Esordio in Serie A per il gioiello della Primavera giallorossa Riccardo Calafiori. L’arbitro della sfida è Gianluca Rocchi della sezione di Firenze.

JUVENTUS (4-3-3): 77 Buffon; 16 Cuadrado, 19 Bonucci, 24 Rugani, 12 Alex Sandro; 25 Rabiot, 30 Bentancur, 38 Muratore; 33 Bernardeschi, 21 Higuain, 46 Zanimacchia.
A disp.: 1 Szczesny, 31 Pinsoglio, 42 Wesley, 4 De Ligt, 28 Demiral, 3 Chiellini, 14 Matuidi, 7 Ronaldo, 35  Olivieri.
All.: Maurizio Sarri.

BALLOTTAGGI: Wesley-Cuadrado, Coccolo-Bonucci, Matuidi-Muratore, Zanimacchia-Ronaldo, Zanimacchia-Bernardeschi, Olivieri-Ronaldo.
INDISPONIBILI: Douglas Costa, Khedira, De Sciglio, Danilo, Dybala.
IN DUBBIO: –
SQUALIFICATI: Sarri, Pjanic.
DIFFIDATI: Bentancur, Danilo

ROMA (3-4-2-1): 63 Fuzato; 20 Fazio, 15 Cetin, 5 Jesus; 2 Zappacosta, 21 Veretout, 14 Villar, 46 Calafiori; 21 Zaniolo, 8 Perotti; 19 Kalinic.
A disp.: 13 Pau Lopez, 20 Fazio, 6 Smalling, 11 Kolarov, 41 Ibanez, 33 Bruno Peres, 18 Santon, 37 Spinazzola, 4 Cristante, 31 Carles Perez, 77 Mkhitaryan, 17 Under, 27 Pastore, 99 Kluivert, 9 Dzeko.
All.: Paulo Fonseca.

BALLOTTAGGI: Kluivert-Perotti.
INDISPONIBILI: Pellegrini
IN DUBBIO: –
SQUALIFICATI: Mancini
DIFFIDATI: Dzeko, Kluivert, Santon, Diawara.

Le parole di Fonseca

Paulo Fonseca, ha rilasciato un’intervista alla vigilia di Juventus-Roma, valevole per la 38esima ed ultima giornata di Serie A, che andrà in scena domani all’Allianz Stadium alle 21.45. Ecco alcune delle parole del tecnico portoghese.

Ansa: ora che il quinto posto è matematico che voto dà alla stagione della Roma? Quanto peserà il mancato ingresso in Champions League nella prossima stagione?
“Ho sempre detto che dobbiamo fare il bilancio della stagione una volta terminata. Alla fine parlerò senza problemi di quanto fatto quest’anno. Al termine dell’Europa League ne riparleremo”.

Gazzetta dello Sport: Calafiori domani può giocare dal primo minuto? Lo vorrebbe in rosa anche il prossimo anno?
“Calafiori giocherà domani. E’ una buona occasione per vederlo in campo”.

Corriere dello Sport: Pau Lopez sta attraversando un momento complicato. E’ un problema di recupero fisico o psicologico? Mirante può essere un’opzione contro il Siviglia?
“Ho totale fiducia in lui, tutti noi l’abbiamo. Non c’è nessun problema con Pau”.

Il Romanista: Per il Siviglia sta sperimentando qualcosa di diverso per la squalifica di Veretout? Ad esempio Mancini a centrocampo
“Sto pensando alla migliore soluzione. Cristante e Pellegrini sono i favoriti giocare lì contro il Siviglia. Non sto pensando molto a far giocare in quella posizione Mancini. Giocherà uno tra Cristante e Pellegrini”.

TeleRadioStereo: Che percentuale abbiamo visto del gioco di Fonseca? Che cosa vorrebbe migliorare?
“Non sono mai soddisfatto. E’ stata una stagione difficile, ma la squadra ha appreso molto. Penso che se possiamo avere continuità penso che possiamo avere una squadra con un rendimento migliore e costante”.

Retesport: Pensa di convocare Pellegrini per il Siviglia?
“Si, sono fiducioso. Penso che potremmo averlo contro il Siviglia”.

Roma Tv: Domani occasione giusta per vedere Fuzato?
“Sì, domani giocherà”.

Calciomercato: il Leeds su Florenzi. La Juve non molla Zaniolo

Il prestito al Valencia è terminato qualche settimana fa, ma il rientro di Alessandro Florenzi nella capitale potrebbe durare ben poco. L’ex capitano giallorosso, infatti, non rientra nei piani di Paulo Fonseca e su di lui ci sono le attenzioni di Atalanta e Fiorentina. Nelle ultime ore, però, è spuntata anche un’altra pretendente per l’esterno. Secondo quanto riporta la rivista inglese The Athletic, su Florenzi sarebbe piombato il Leeds di Bielsa. Il club inglese, infatti, è alla ricerca di rinforzi per la prossima stagione in Premier League e il tecnico argentino vedrebbe nel classe ’91 un elemento utile per la rosa grazie alla sua capacità di interpretare due ruoli. Il Leeds sarebbe pronto a mettere sul piatto ben 14 milioni di sterline – circa 16 milioni di euro -, ma la volontà del numero 24 è quella di aspettare prima eventuali offerte concrete dall’Italia.

La Juventus non molla Nicolò Zaniolo. I bianconeri, secondo SportMediaset, sono pronti a colmare i 60 milioni di valutazione del numero 22 giallorosso inserendo Bernardeschi e Romero nella trattativa. Il primo è stato poco utilizzato da Sarri ed è in uscita. Il difensore argentino invece, di rientro dal prestito al Genoa, potrebbe ricoprire un eventuale vuoto qualora Smalling non dovesse restare. Difficile comunque che i giallorossi si privino del suo talento di punta, ma di fronte a un’offerta economica importante gli scenari potrebbero cambiare.

Roma-United: ancora lontano l’accordo per Smalling

Quella di domani contro la Juventus, potrebbe essere l’ultima partita di Chris Smalling con la maglia della Roma. La trattativa per il riscatto del difensore inglese, infatti, è ancora in salita e l’intesa con il Manchester United resta sempre molto lontana. Come riporta Sky Sport, infatti, continua a essere ampia la forbice tra domanda e offerta: gli inglesi chiedono 20 milioni più 5 di bonus, la Roma arriva massimo a 15. La speranza del club capitolino è di averlo almeno per la sfida contro il Siviglia in Europa League.

L’intervista a Mancini

Gianluca Mancini, difensore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito ufficiale del club giallorosso. Ecco le sue parole:

Sul Siviglia
“La partita con il Siviglia si prepara da sola, è fondamentale per la stagione. Ci andremo con consapevolezza di poter fare bene, veniamo da una striscia positiva in campionato e abbiamo la spensieratezza giusta. Abbiamo l’obbligo di provarci”.

Sulla striscia positiva
“L’ultima serie di risultati positivi ci ha dato sicurezza. Dopo le tre sconfitte consecutive abbiamo reagito bene e archiviare il discorso qualificazione con una giornata di anticipo era importante. Ora dobbiamo concludere bene contro la Juventus”.

Sul modulo
“Il mister mi dà la libertà di portare la palla nella metà campo avversaria e di pressare l’avversario lontano dalla nostra porta. Mi piace giocare così, perché abbiamo la possibilità di rendere meno pericolosi gli avversari”.

Senti chi parla…alle radio

L’ultima contro la Juventus, l’Europa League che si avvicina e il calciomercato. Questi i temi maggiormente affrontati da giornalisti e opinionisti sulle frequenze radio giallorosse. Ecco il pensiero di Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Partita con la Juve inutile e pericolosa. Io metterei in campo le seconde linee, anche la Roma. La Roma ha l’occasione di giocarsi la partita con il Siviglia, e devi essere al 100%. Penso che Pallotta non potrà più tergiversare altrimenti devi ripartire con un’altra stagione. Ai tifosi importa soprattutto sapere che tipo di squadra sarà il prossimo anno, e l’augurio è che si possa migliorare. Juve-Roma? Pareggio”. Queste invece le parole di Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “La vicenda Smalling, salvo miracolosi colpi di coda, è il triste riflesso del momento di grave instabilità della società giallorossa. Se la Roma non riscatterà l’inglese manderà un messaggio estremamente negativo al gruppo: è un titolare inamovibile, che sta qui da un anno e non ci si può ridurre all’ultimo secondo per ottenere un riscatto non impossibile. In questi ultimi giorni Pallotta ha deciso di accelerare sul fronte societario i dialoghi con i potenziali acquirenti: se Friedkin accetta le stringenti condizioni economiche di Pallotta, potrebbe diventare già entro agosto il nuovo proprietario ma alla finestra c’è anche il fondo arabo del Kuwait. La partita è aperta…”

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.