romanews-roma-nicolò-zaniolo-mancini-italia
Foto Tedeschi

NAZIONALE MANCINI ROMA ZANIOLO – Il ct della Nazionale Roberto Mancini è intervenuto nella conferenza stampa di fine anno, presso la sede della Figc a Roma. Tra i temi trattati dal tecnico Azzurro, secondo tuttomercatoweb, il campionato, eventuali new entry e la situazione Covid, e il giallorosso Nicolò Zaniolo. Ecco le sue parole:

La conferenza stampa

“Dobbiamo ancora migliorare, sicuramente possiamo giocarcela quasi alla pari con le squadre più pronte di noi”.

C’è spazio per qualche new entry?
 “Siamo abbastanza, la speranza è quella di trovare giocatori giovani, pronti non solo per adesso ma per il futuro. Sarebbe gradito averne sempre di più”.

Qual è la partita più significativa del 2020?
 “La partita più importante è stata quella con l’Olanda, anche per come è stata affrontata”.

Nel 2020 c’è Locatelli, è il giocatore che ti ha sorpreso di più?
 “È stato una sorpresa, ha debuttato in Olanda è andato sempre meglio”.

È stato un colpo la scomparsa di Paolo Rossi? 
“Per me è stata una cosa drammatica, io ero molto legato alla nazionale 1982, ero molto amico di Paolo, non sapevo nulla della sua malattia. Per me è stato un eroe, già ai tempi giocavo in A ma quella nazionale… Un momento bruttissimo”.

All’orizzonte si intravede qualcuno di quel tipo? 
“Alcuni giovani e speriamo di averne un futuro Paolo Rossi, sarebbe una grande cosa”.

Cosa si aspetta dai giovani? 
“Dei miglioramenti come squadra, anche se nelle ultime partite sono stati talmente bravi che va bene così. Spero che i giovani facciano esperienza da qui all’Europeo”.

Considerato il Covid non sarebbe meglio allargare la rosa a 25? 
“Già il fatto che abbiano allargato le sostituzioni da 3 a 5 sia positivo. Può essere una buona cosa di allargare da ventitré a 26-27. Aiuterebbe a fare le convocazioni, non sarà facile”.

Qual è la squadra che ti ha impressionato? 
“Il Verona, il Sassuolo, fanno un bel calcio. Lo Spezia anche, ci sono club minori che stanno facendo bene”.

Il campionato ha tante date, cambierà qualcosa nella preparazione dell’Europeo? 
“Non dovrebbe discostarsi di molto da quello dell’anno scorso, rimarrà così. C’è proprio poco tempo per preparare”.

Ci saranno novità sul tuo contratto? 
“Non c’è nessun problema”.

Delle grandi squadre chi ha portato qualche novità? Milan, la Juventus di Pirlo? 
“Il campionato è più bello, con tante squadre in pochi punti. Io ho citato club meno importanti, la Juve è sempre molto forte, il Milan sta facendo benissimo, il Napoli grande campionato, la Roma uguale, la Lazio si sta riprendendo. Il campionato è più avvincente, è meglio per tutti. Chiaro che la Juve rimanga la più forte, ma l’Inter è pressapoco allo stesso livello”.

Un giovane su cui scommettere? 
“È un po’ di tempo che parliamo di Scamacca, può diventare un buonissimo attaccante. Così come Lovato del Verona”.

Belotti può essere condizionato da come gioca il Torino? 
“Certe caratteristiche le ha, riesce sempre a rendere. Lui lotta, spero per il Toro che si possa riprendere ma lui sta giocando bene”.

Quanto fa piacere il recupero di Sensi? 
“A me piace tantissimo per le qualità che ha, ha dato tanto in questo senso. Spero che stia bene”.

C’è una data per il contratto? 
“No, nessun problema”.

Ha qualche richiesta particolare per le squadre?
 “Il campionato così può essere un vantaggio per la Nazionale, tutte le squadre e i giocatori possono lottare per il vertice”.

Una parola su Immobile?
 “Sta facendo gol incredibili, spero ne tenga qualcuno per l’Europeo”.

Avete raggiunto un accordo per rabbonire le società? 
“Abbiamo sempre cercato di non disturbare le squadre e i club. Non abbiamo mai fatto niente quindi… Noi ci stiamo comportando perfettamente, stiamo tutelando i giocatori cercando di risparmiare quando possiamo. Penso sia ottimo per i club”.

Avete un calendario fitto, con tre diversi obiettivi, è una motivazione?
 “Credo di sì, avere tanti appuntamenti così in un anno solare non è mai successo, forse non capiterà più. Penso possa essere un vantaggio”.

Dopo il sorteggio di Bucarest avevi chiesto partite importanti con Inghilterra e Germania. Chiederà altre amichevoli di grande livello? 
“Abbiamo tante partite, tutte importanti. Non abbiamo tempo per le amichevoli, purtroppo. Non c’è comunque interesse per giocare sfide così”.

È un campionato anomalo per i molti motivi, perché si gioca ogni tre giorni. A lungo andare c’è rischio che sia illusorio? 
“Per noi no, è chiaro che il campionato sia un po’ diverso dal solito, noi abbiamo un gruppo di giocatori e speriamo di aggiungerne altri. È importante solamente che i ragazzi giochino”.

Chiellini e Zaniolo possono recuperare? 
“Giorgio è più semplice, Zaniolo credo abbia comunque ottime chance”.

Sarà disponibile a fare il vaccino? 
“Io l’ho fatto il Covid, sarò il primo. Li faccio da quando sono piccolo, non è un problema”.

C’è qualcosa che conserva nella memoria di questo 2020? 
“Per la Nazionale, tutto. Per il calcio e lo sport spero il 2021 vada molto meglio”.

Cosa dovrà fare la Nazionale per contare sul Ciro Immobile della Lazio? 
“Gli dico di stare tranquillo, ad Amsterdam fece una grande partita anche senza gol. Prima o poi arriveranno, magari tutti all’Europeo”.

Ha lanciato tanti giovani, c’è qualche allenatore che ti ha ringraziato? 
“Non ho mai ricevuto nessuna lamentela”.

Print Friendly, PDF & Email