MOURINHO INTERVISTA ROMA – La Roma ha annunciato ieri l’ingaggio di José Mourinho fino al 2024. Una notizia che ha dato una scossa ai tifosi, molti dei quali elettrizzati dall’arrivo del portoghese. Conosciamo meglio il nuovo tecnico giallorosso attraverso le sue parole. Il lusitano ha rilasciato tempo fa (2019) un’intervista a Dazn, dove ha parlato anche dei suoi pregi, difetti, e sulla questione ‘Special One’.

Leggi anche:
La Roma di Mourinho con il sogno De Rossi

Virtù e difetti

“Ho conoscenza, esperienza e ambizione senza limite. Sono orribile con la sconfitta, con le persone che hanno meno motivazioni di me. Jose uomo è tranquillo, emozionale e pensa tanto agli altri. Jose allenatore è pragmatico, emozionalmente intelligente però dominatore. A me piace tanto Jose persona, è un peccato che la gente conosca di più l’allenatore. Che termine userebbero i giocatori per descrivermi? Qualcuno dirà ‘bastardo'”.

Leggi anche:
Mourinho alla Roma, i Friedkin: “L’ingaggio di José rappresenta un grande passo in avanti nella costruzione di una mentalità vincente”

Perchè scegliere Mourinho e la questione Special One

“Perchè scegliere Mou? Tu devi parlare con me solo se pensi di vincere. Io chiedo: ‘Vuoi vincere, ci sono le condizioni?’. Allora possiamo parlare. Io ‘Special One’? Io non ho mai detto di esserlo, di essere speciale”

Sulla gestione dei giocatori e su Mpabbé

“Ora siamo in un momento di cambiamento. Una generazione diversa, sono meno aperti alla critica, pensano meno agli interessi del gruppo e sono più difficili da gestire. Se devo dire un nome per svoltare una squadra e che ha un potenziale è Mbappé: mi piace tanto”

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here