MOURINHO INTERVISTA – Josè Mourinho è stato, per un po’, uno degli allenatori accostati alla Roma come possibile sostituto di Ranieri per la prossima stagione. Il tecnico portoghese ha parlato del suo futuro in un’intervista a Dazn. Queste le sue parole: “Vivo a Londra ed è la mia base di partenza: la prossima tappa non sarà in Premier League. I trofei sono la mia garanzia di successo anche contro quelli che fanno di tutto per dimenticarlo, ma non è possibile dimenticarlo: l’ultimo mio trofeo è l’Europa League, un anno e mezzo fa, molti pensano siano passati vent’anni ma ne è passato solo uno e mezzo. Certo, è passato e ora mi sto preparando per il futuro”. Lo ‘Special One’ ha allenato tanti campioni nella sua carriera e “se devo dire il nome di un giocatore che ha un potenziale adatto al calcio di oggi che può cambiare le sorti di una squadra, è Mbappè. Mi piace”. Vizi e virtù? “Tre virtù del mio carattere: conoscenza, esperienza ed ambizione senza limite – risponde Mourinho – Difetti: orribile con la sconfitta, orribile con chi ha meno motivazione di me”.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

3 Commenti

  1. E’ ovvio, come lui ce ne sono a decine, la differenza la fanno i club che gli comprano quello che vuole o quasi, infatti se ne sta alla larga dalle squadre…..normali. Molto interessante sarebbe vederlo allenare con queste ultime, così si capirebbe meglio quanto realmente vale!

  2. A differenza di altri che ultimamente vengono accostati alla Roma, oltre ad aver vinto tutto anche con squadre diverse, non è mai stato coinvolto in inchieste per doping, calciopoli o calcioscommesse.

Comments are closed.