Francesco Moriero, ex ala di Roma e Cagliari, parla della sfida di domani tra i giallorossi di Spalletti e i rossblù di Sonetti: “Giocheranno due squadre che sono nel mio cuore”. Parlando di scudetto, Moriero strizza l’occhio alla Roma: “E’ davvero difficile rispondere a questa domanda. La Roma gioca meglio, ma l’Inter è micidiale. Forse i giallorossi sono lievemente favoriti anche perché fisicamente li vedo messi meglio dei giocatori di Mancini. Comunque questo è un campionato apertissimo e, sono sicuro, riserverà sorprese fino all’ultimo”. Sull’argomento Amantino, Moriero sembra avere le idee chiare. “Innanzitutto gli dico di stare tranquillo. Avere alti e bassi è una caratteristica tipica delle ali, è un ruolo difficile dove emotività e nervosismo possono fare la differenza in campo. Poi mi permetterei di dirgli che giocare in questa Roma è un onore, non vale la pena buttare al vento la possibilità di fare la differenza in una formazione così bella”. Moriero che ora ha intrapreso la carriera di allenatore nel Lanciano, parla del suo collega Spalletti: “Il suo gioco è simile a quello che faccio io a Lanciano. La sua Roma diverte, sa segnare e, al momento giusto, essere cinica. Davvero una gran bella squadra”. (Romanista)

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here