Foto Tedeschi

EDITORIALE – La stagione della nuova casacca giallorossa inizia sotto la stella più buona. Non era facile conquistare i tre punti nella canicola di una Roma di mezza estate, col sole lento a tramontare dopo una domenica soffocante da 34 gradi, con il mare ancora un miraggio per molti, un sogno nel cassetto per tanti altri, e 10 partite nelle gambe giocate ogni tre giorni negli ultimi due mesi. La nuova prima maglia della prossima stagione – bella, vintage, evocativa quanto basta – l’ultima griffata Nike dopo l’interruzione anticipata della partnership, dicevamo, ha portato nelle tasche di Paulo Fonseca una vittoria pesante che tiene distante il Milan 4 punti e consolida il quinto posto in classifica.

Veretout l’uomo copertina

La Fiorentina, si dirà, non aveva più molto da chiedere al campionato, ottenuta la matematica salvezza con il 2-0 sul Torino della settimana scorsa. Tuttavia Dzeko e compagni il risultato non se lo sono portati da casa. Risultato deciso – una volta tanto la dura legge dell’ex è girata anche a nostro favore – da uno che i colori viola li ha indossati per due stagioni: Jordan Veretout, l’equilibrista elegante della mediana romanista, l’ha buttata due volte dentro la porta dei fiorentini con la freddezza degli specialisti del genere. E pazienza se un po’ lo avranno tacciato di ingratitudine i suoi ex tifosi. Il francese è stato perfetto in entrambe le occasioni, un rigore per tempo. Una doppietta che lo spinge a quota 6 reti nella classifica marcatori della Serie A (7 in totale con il gol in Europa League al Basaksehir). Sei reti come quelle del Papu Gomez (Atalanta) e di Lorenzo Insigne (Napoli) che di mestiere fanno gli attaccanti. Jordan può ancora raggiungere il suo score di 8 reti in campionato, come nella prima stagione di Fiorentina. Pesando le sue marcature sulla bilancia dei punti, le sue reti contro Napoli, Parma e Fiorentina in questa Serie A hanno fruttato alla Roma 3 vittorie e 9 punti. Quando segna il francese la Roma difficilmente perde, fino ad ora è successo solo con il Sassuolo (4-2) in 5 gare in cui è andato a segno. Per Veretout è la prima doppietta in giallorosso e la prima in Serie A, dove conta solo il precedente del tris alla Lazio nel 3-4 della Viola nel 2017/18. Ad maiora!

GSpin

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.