ROMA-INTER, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni di Monchi in occasione di Roma-Inter, big match della quattordicesima giornata di Serie A.

MONCHI A SKY SPORT
E’ vero che siamo in un momento difficile con molti infortuni, ma abbiamo fiducia in quelli che scenderanno in campo oggi. Il calcio è così, infortuni arrivano, dobbiamo essere pronti. Ho fiducia in quelli che scenderanno in campo.

Ci conferma che avrete ancora fiducia in Di Francesco indipendentemente dalla partita di stasera?
L’ho detto tante volte, la fiducia è la stessa di 18 mesi fa. Non è cambiato niente, l’anno scorso ha fatto bene. La Roma è arrivata terza, ha fatto la semifinale di Champions. A volte non c’è una responsabilità unica, ma una responsabilità di tante cose. Stiamo guardando avanti con il mister, tutti vogliamo arrivino i risultati, ma la fiducia è sempre la stessa.

Lei aveva provato a trattenere Spalletti prima che andasse via. Gli ultimi trofei risalgono a 10 anni fa, quando c’era lui. E’ così difficile vincere un titolo a Roma?
Non so, ma è vero che non è facile. Io lavoro 24 ore al giorno pensando a questo, sento i tifosi. Sono in difficoltà oggi a promettere qualcosa, ma l’unico mio obiettivo è questo. Soprattutto fare felici i tifosi, una società è quello che i tifosi sono. La Roma è i tifosi, al di là di noi.

La Roma si dice che a gennaio prenderà un centrocampista, è così?
Il mercato di gennaio è un mercato difficile. C’è poco tempo, bisogna essere bravi per prendere il profilo giusto. Sul ruolo ne stiamo ancora parlando con il mister, abbiamo ancora un po’ di tempo per pensarci. Non posso dirti se è un centrocampista, noi lavoriamo su tutti i ruoli.

Quanto è decisivo questo momento per Schick?
La fiducia in Schick c’è, è un giocatore fortissimo. E’ vero che manca continuità, ma ha tante cose importanti da dare. Diventerà importante.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.

3 Commenti

Comments are closed.