Foto Tedeschi

SPEZIA ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni di Henrikh Mkhitaryan, in occasione di Spezia-Roma match valido per la 38° giornata di Serie A.

Mkhitaryan a Roma TV

Partita a due facce, obiettivo rimasto raggiunto alla fine.
Sì, ma non è la Roma che vogliamo vedere, specialmente quella del primo tempo. Abbiamo iniziato malissimo, meno male che poi abbiamo pareggiato ma potevamo vincere o perdere. Spero che il prossimo anno la squadra farà meglio perché partite così sono decisive.

Vi siete dati una spiegazione su cosa è mancato?
Un po’ di freschezza., non è facile giocare due anni di fila. E’ mancata anche esperienza, abbiamo una squadra giovane. Non ci sono scuse. Dobbiamo studiare e analizzare per i prossimi anni, voglio vedere questa squadra il più in alto possibile.

Per te stagione positiva?
Per me sì, ma se la squadra giocava meglio possibile che segnavo di più e facevo più assist. Voglio ringraziare i compagni per gli sforzi che hanno fatto, abbiamo avuto momenti difficili. Siamo stati uniti fino alla fine, spero che per i prossimi anni avremo migliori risultati.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. Da come parli sembra che rimani Miki!! Magari, uno come te è insostituibile. Mi piace come pensi il calcio, come ti muovi, come vedi le azioni, come tiri in porta. Sei un attaccante puro e allo stesso tempo un centrocampista. Si vede in te il calcio tedesco e quello inglese. Ma la tua figura sembra quella di un guerriero uscito da un bassorilievo ittita del IV secolo avanti Cristo. Eri sicuramente nella guardia reale di Eeta re della Colchide e padre della maga Medea, e hai partecipato all’inseguimento di Giasone quando ha rubato il vello d’oro. Ma secondo me sei uno dei guerrieri generati dalla semina dei denti del drago Ismenio ucciso da Cadmo, usciti dalla terra già adulti, armati di tutto punto e pronti a combattere. Spero che rimani alla Roma fino alla fine della tua carriera.

Comments are closed.