Foto Getty

MILAN ROMA LA CRONACA – Dopo la vittoria contro la Sampdoria di mercoledì, la Roma non si ripete e cade in casa del Milan. In un San Siro bollente, vista la temperatura elevatissima a Milano, i giallorossi perdono 2-0 e probabilmente salutano definitivamente le speranze Champions. Il primo tempo è povero di emozioni ma Dzeko da pochi passi ha l’occasione del vantaggio ma di testa fallisce. Rimane questa l’unica vera chance di tutta la partita per gli uomini di Fonseca. Azione fotocopia pochi minuti dopo ma stavolta nell’area giallorossa con Calhanoglu che sbaglia, anche lui di testa, da posizione ottimale. Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo ma con l’avanzare dei minuti la Roma sparisce dal campo e i rossoneri invece iniziano a costruirsi un vantaggio che arriva al 76′ con la complicità dei giallorossi: errore in costruzione, batti e ribatti in area, e Rebic fa 1-0. A nulla servono i cambi di Fonseca: la Roma non riesce a reagire e anzi è il Milan che cerca di legittimare il vantaggio. Gli uomini di Pioli ci riescono poco dopo, altro errore della difesa giallorossa e calcio di rigore, trasformato da Calhanoglu, che fissa il risultato finale sul 2-0. Sconfitta dolorosa e appesantita dai due gialli a Pellegrini e Veretout, che diffidati salteranno il prossimo match contro l’Udinese. Per il Milan prima vittoria del campionato contro una delle prime sei della classifica e qualificazione all’Europa League sempre più alla portata. Europa League che ormai sembra relatà anche per i giallorossi, che ora hanno bisogno di un vero e proprio miracolo per puntare a qualcosa di più.

Cronaca testuale di
Pietro Mecozzi

Dove vederla

Milan-Roma sarà trasmessa in esclusiva su ‘DAZN’ con prepartita sullo stesso canale a partire dalle 17.00 e fischio d’inizio alle 17.15. Il match non sarà visibile sulla piattaforma Now Tv. Romanews.eu seguirà il match con in tempo reale con la cronaca live sul sito e sui social.

Milan-Roma, le formazioni ufficiali

UFFICIALE MILAN (4-2-3-1): 99 Donnarumma; 12 Conti, 24 Kjaer, 13 Romagnoli, 19 Hernandez; 79 Kessie, 4 Bennacer; 7 Castillejo (54′ Paqueta), 10 Calhanoglu, 5 Bonaventura (54′ Saelemaekers); 18 Rebic (77′ Leao).
A disp.: 1 Begovic, 90 A. Donnarumma, 2 Calabria, 46 Gabbia, 93 Laxalt, 20 Biglia, 56 Saelemaekers, 33 Krunic, 39 Paquetà, 17 Leao.
All.: Stefano Pioli

INDISPONIBILI: Musacchio, Ibrahimovic (problema al polpaccio destro), Duarte.
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Musacchio, Romagnoli.

UFFICIALE ROMA (4-2-3-1): 83 Mirante; 2 Zappacosta, 23 Mancini, 6 Smalling, 37 Spinazzola; 21 Veretout, 4 Cristante (81′ Diawara); 99 Kluivert (58′ Carles Perez), 7 Pellegrini (81′ Pastore), 77 Mkhitaryan (69′ Perotti); 9 Dzeko (69′ Kalinic).
A disp.: 63 Fuzato, 11 Kolarov, 41 Ibanez, 42 Diawara, 14 Villar, 33 Peres, 27 Pastore, 31 Carles Perez, 17 Cengiz Under, 8 Perotti, 19 Kalinic.
All.: Paulo Fonseca

INDISPONIBILI: Zaniolo (rottura del legamento crociato del ginocchio destro), Pau Lopez (microfrattura al polso). Cetin, Santon e Jesus non convocati per scelta tecnica.
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Pellegrini, Veretout, Dzeko, Kluivert, Santon.

Arbitro: Piero Giacomelli della sez. di Trieste
Assistenti: Paganessi – Valeriani
IV: Manganiello
VAR: Orsato
AVAR: Preti

Ammoniti: 22′ Pellegrini (R), 41′ Castillejo (M), 62′ Rebic (M), 90’+1 Veretout (R)
Espulsi:
Marcatori: 76′ Rebic (M), 89′ Calhanoglu (M)

Note:

LA CRONACA

Secondo tempo

90’+ 5 – Finisce qui. Sconfitta pesante in ottica classifica per la Roma, che rischia di dover abbandonare definitivamente le speranze Champions. 2-0 per il Milan a San Siro. Decidono Rebic e Calhanoglu.

90′ +1 – Ammonito Veretout, anche lui diffidato salterà il match contro l’Udinese

90′ – Cinque minuti di recupero.

89′ – Raddoppio del Milan. Calhanoglu trasforma dagli undici metri. Mirante intuisce ma non riesce ad evitare il gol che chiude la partita

88′ – Calcio di rigore fischiato al Milan per un fallo di Smalling su Theo Hernandez.

85′ – Cross di Zappacosta, Conti è bravo a chiudere in diagonale su Spinazzola.

81′ – Fonseca esaurisce i cambi mandando in campo Diawara e Pastore per Cristante e Pellegrini.

77′ – Cambio nel Milan: esce Rebic, entra Leao.

76′Gol del Milan! Zappacosta sbaglia un anltro retropassaggio ne nasce un’azione prolungata dei rossoneri con Saelemaekers che trova Kessie al centro dell’area, girata che viene respinta ma sul pallone arriva Rebic che prima trova l’opposizione miracolosa di Mirante ma poi ribadisce in rete.

73′ – Giacomelli ferma la gara per consentire ai calciatori di rinfrescarsi e riprendere energie.

70′ – Centesima presenza in Serie A per Diego Perotti con la maglia giallorossa.

69′ – Doppio cambio per la Roma. Entrano Perotti e Kalinic al posto di Mkhitaryan e Dzeko.

65′ – Chance del vantaggio per il Milan! Azione veloce con un triangolo dal limite dell’area sulla sponda sinistra, Calhanoglu fraseggia con Rebic e si trova a tu per tu, se pur decentrato, con Mirante. Conclusione bassa con il portiere giallorosso che salva e mette in corner.

62′ – Fallo di Rebic su Veretout e giallo per il croato.

61′ – Avanza in percussione sulla destra Pellegrini, cross al centro, Romagnoli devia in angolo.

58′ – Primo cambio per Fonseca. Entra Carles Perez al posto di Kluivert.

54′ – Doppio cambio nel Milan. Entrano Paqueta e Saelemaekers al posto di Bonaventura e Castillejo.

53′ – Perde palla Cristante in costruzione e Calhanoglu ne approfitta. Il turco prova a calciare da fuori ma Smalling riesce a opporsi e a bloccare il tiro.

50′ – Dzeko recupera palla sulla trequarti e serve Mkhitaryan, l’armeno dai venti metri si sposta palla sul sinistro e calcia ma Kjaer si oppone e respinge il tiro con il corpo.

48′ – Altro retropassaggio errato per la Roma. Spinazzola serve Mirante con un pallone impreciso e Rebic prova ad approfittarne. Bravo Mirante a frenare in tempo per non commettere fallo da rigore.

46′ – Inizia il secondo tempo. Nessun cambio per le due squadre.

Primo tempo

45’+2 – Finisce il primo tempo a San Siro. 0-0 tra le due squadre con il caldo e la noia a fare da padroni. Solo due le vere e proprie occasioni da gol, una per parte con Dzeko prima e Calhanoglu poi.

45′ – Saranno 2 i minuti di recupero.

45′ – Calcio di punizione insidioso di Calhanoglu a rientrare da posizione vicina al vertice destro dell’area giallorossa. Mirante smanaccia in angolo.

41′ – Fallo di Castillejo su Dzeko, ammonito il numero 7 rossonero.

39′ – Grandissima occasione per Il Milan! cross perfetto di Theo Hernandez dalla sinistra, il pallone sembra lungo e Mirante accenna solo l’uscita: sbuca Calhanoglu che da pochi passi sbaglia mette alto di testa.

37′ – Spinazzola in avanti si libera in modo elegante di Conti e dalla sinistra mette un cross a rientrare. Pallone facilmente bloccato da Donnarumma.

35′ – Si riparte con il calcio d’angolo per la Roma.

34′ – Cooling Break a San Siro dove il caldo si fa sentire e il termometro tocca picchi altissimi.

33′ – Sul ribaltamento di fronte Zappacosta velocissimo mette un cross basso e teso dalla destra. Nessun attaccante della Roma riesce a raccoglierlo e la difesa rossonera libera.

32′ – Brivido per la Roma. Il retropassaggio verso Mirante è impreciso e la pressione di Rebic obbliga il portiere giallorosso a un rischioso dribbling davanti alla sua porta che fortunatamente riesce.

27′ – Verticalizzazione di Rebic per Bonaventura che dal limite destro dell’area calcia alto. Prima occasione per il Milan.

22′ – Primo ammonito della gara: si tratta di Lorenzo Pellegrini che entra a gamba tesa in modo pericoloso su Bennacer. Il numero 7 era diffidato e dunque salterà il prossimo match contro l’Udinese.

20′ – Clamorosa occasione per la Roma! Kluivert dalla sinistra punta Conti, si sposta palla sul destro e crossa. La deviazione di Kessie favorisce Dzeko che tutto solo al centro dell’area piccola non inquadra di pochissimo la porta con un colpo di testa.

19′ – Gran cross di Mkhitaryan dal vertice destro dell’area rossonera. Il pallone e attraversa l’area piccola: bravo Donnarumma ad allontanare in corner: il secondo per i giallorossi.

15′ – Ripartenza giallorossa con Mkhitaryan che dai 25 metri cerca il filtrante per Kluivert, l’olandese decentrato sulla destra mette all’indietro un cross teso di difficile lettura per Pellegrini che aggancia a fatica e prova la conclusione ravvicinata. Rimpallo e angolo per la Roma.

14′ – Giro palla prolungato della Roma nella metà campo avversaria ma il Milan è attento e non lascia spazi. Ancora nessuna conclusione verso la porta da parte di entrambe le squadre.

10′ – Giallorossi che provano ad aumentare i ritmi del possesso, Mkhitaryan converge da destra e allarga per Dzeko, il bosniaco torna da Zappacosta che chiuso appoggia all’indietro per Cristante. Il cross del numero 4 dalla trequarti destra è lento e non crea problemi a Donnarumma.

7′ – Ancora un gran dialogo nello stretto tra Dzeko e Pellegrini sulla fascia destra e giallorossi che eludono la pressione avversaria. L’azione però sfuma con il cross basso di Zappacosta che non dà problemi alla retroguardia rossonera.

5′ – Dzeko e Pellegrini fraseggiano in ripartenza ma il pallone di ritorno, col tacco, del numero 7 giallorosso viene intercettato.

2′ – Il Milan prova a imbastire una trama offensiva ma i giallorossi sono attenti e grazie al pressing alto non lasciano sbocchi.

1′ – Inizia il match a San Siro. Primo pallone giocato dalla Roma che attacca da sinistra a destra dei teleschermi.

IL PRE PARTITA

Ore 16.40 – Giallorossi in campo per il riscaldamento.

Ore 16.15 – La Roma, tramite il proprio account Twitter, ufficializza l’undici di partenza.

Ore 15:41 – Ecco noti anche gli undici del Milan.

Ore 15:40 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, rende note le formazioni ufficiali della Roma. A sorpresa spunta il nome di Spinazzola al posto di Kolarov, mentre Zappacosta scenderà dal primo minuto sulla destra.

Ore 15:30 – La Roma è arrivata al San Siro, come si vede nel video pubblicato dal profilo Twitter ufficiale dei giallorossi.

I precedenti

Sono 169 i precedenti complessivi tra due squadre, con un bilancio di 45 vittorie della Roma, 50 pareggi e 74 successi del Milan. I rossoneri comandano anche per quanto riguarda il bilancio a San Siro, con 46 vittorie, 19 pareggi e 19 sconfitto. Nessun pareggio negli ultimi 5 incroci al Meazza, con tre vittorie giallorosse e due rossoneri. Tolta la gara di andata terminata 2-1, non ci sono altri precedenti per Paulo Fonseca contro i rossoneri e contro Stefano Pioli. L’ex tecnico di Lazio e Fiorentina, però, ha incontrato la Roma 22 volte, ottenendo solo 3 successi a fronte di 7 pareggi e 12 sconfitte.

Print Friendly, PDF & Email

28 Commenti

  1. Fonseca ha schierato, come tutti gli allenatori in questo scorcio di stagione, TUTTA la ROSA (eccetto quelli che DEVONO andarsene – Santon e J. Jesus) e non mi pare di aver visto significative differenze nei singoli. GROTTESCHI (tutti – Fonseca compreso).

  2. La squadra non é proprio scesa in campo.
    Io questi atteggiamenti proprio non li capisco.
    Fanno tanti proclami a parole, poi in campo sono vergognosi.
    Cosí non va, e non vedo soluzioni positive se non ci saranno interventi a livello societario.

  3. ho i brividi dalla vergogna……hanno mollato dopo la vittoria dell´Atalanta pensando che sarebbe stato forse meglio puntare tutto sulla partita tra 2 mesi con il Siviglia e lo ha fatto capire FONSECA con la scusa dei vari cambi ogni 3 giorni…..un allenatore ai livelli di un discreto nostro italiano di Serie B… Difesa imbarazzante….CI VEDIAMO AL PROSSIMO ANNO SPERANDO DI TROVARE I SOLDI PER L´ISCRIZIONE

  4. Una gestione tecnica decisamente fallimentare.Un parco giocatori nel quale puoi contare solo al 5%.Fossi Pallotta li venderei tutti.Poi venderei la società e me ne andrei.

    • Se la gestione tecnica è fallimentare direi che Pallotta ne è il solo e unico responsabile, visto che i collaboratori se l’è scelti lui, compreso l’onnipresente Baldini, che è l’unico che non ha mai ripudiato anzi continua a tenerlo a fare “sfracelli”. Sai benissimo che la tua soluzione è di “pancia” perchè una squadra in cui mancano anche solo quei 3 o 4 più forti, non la compra nessuno.

  5. Che pena. Inguardabili. 90 minuti di nulla (non che con la Samp tu abbia fatto molto meglio). La mediocrità e l’indolenza di questa rosa è sconvolgente. Bella prova del fuoriclasse Pellegrini tra gli altri…

  6. Nel secondo tempo, morti che camminano come non avevo visto nessuna altra squadra sinora, dalla ripresa del campionato. Spenti e fiacchi, senza speranza.
    Gravissimo.
    Ho l’impressione che la Roma abbia fatto una preparazione ridicola.
    Zappacosta veramente inguardabile con quel passaggio indietro senza senso, una cosa ignobile…magari la sfangavamo con uno zero a zero

  7. Zappacosta, Spinazzola, Diawara, Kalinic….bastano questi quattro nomi che dovrebbero essere degli onesti panchinari di terza fila …..per comprendere il livello di questa squadra ovvero livello Bologna e Udinese (con tutto il rispetto per queste due simpatiche squadre)…. poi vi prego non rimpiangiamo i di francesco o i petrachi di turno perchè con una società normale Roma la avrebbero vista con il binocolo…infine, stendiamo un velo pietoso sulla grinta stile “scapoli e ammogliati”…….prosit

  8. Nulla da dire sul risultato ma questo non calcio. far giocare alle 17:15 e dara ad un squadra due giorni di riposo in più e un vantaggio enorme. Si era capito che ormai la Roma aveva finito la benzina ed era solo questione di tempo. Un plauso al ragazzino del Milan subentrato (scusate ma il nome + impronunciabile) dall’altra parte invece i cambi hanno mostrato il vero problema della Roma (Pastore, Perotti, etc.. tutta gente da mandare via a pedate)

  9. Spettacolo veramente misero oggi, forse solo Miki e Veretout sufficienti, il resto sembrava che fossero lì per caso. Pressing quasi assente e disorganizzato, e infatti i loro difensori avevano 20 mt per giocare la palla mentre i nostri 3, e già li abbiamo regalato il possesso al Milan durante tutta la partita. Poi in fase di possesso nostro abbiamo faticato a fare 3 passaggi di fila, soprattutto nel secondo tempo. Pellegrini ha toccato pochissimi palloni e quei pochi che ha avuto li ha sprecati malamente con delle giocate senza senso, del tipo colpi di tacco volanti destinati a nessuno.

    Non si salva nessuno. Contro questo Milan oggi basta poco per portare via punti da San siro. Ma noi oggi non arriviamo neanche a quel poco.

  10. Aspettare 3 mesi la ripresa del campionato, e vedere poi la Roma giocare ( per modo di dire ) così da schifo, era meglio restare in quarantena, e rivedersi Italia -Germania 4 a 3 , ti divertivi ,e non ti inca**avi a vedere una squadra di zombies , scoppiati e ridicoli.

  11. Aspettare 3 mesi la ripresa del campionato, e vedere poi la Roma giocare ( per modo di dire ) così da schifo, era meglio restare in quarantena, e rivedersi Italia -Germania 4 a 3 , ti divertivi ,e non ti incazzavi a vedere una squadra di zombies , scoppiati e ridicoli.

  12. la squadra gia` da prima dello stop ,soffriva il secondo tempo ,ieri con il caldo pomeridiano la seconda parte di gioco e` stato un calvario per molti.abbiamo capito tutti perche Zappacosta e stato levato dal Chelsea .Miky dall’Arsenal e Smalling dallo United .il Primo ormai non ne fa una giusta,il secondo va a corrente alternata ha bisogno di grosse pause per riprendere fiato ,il terzo difende bene ma non sa impostare il gioco.In Difesa la Roma non sa ripartire con precisione ed efficacia. In attacco Kluivert e` un ragazzo egoista e troppo deve crescere ,Dzeko e` uno sperduto in mezzo al niente se lo marcano stretto l’attaco si ferma. Pellegrini non e` lontanamente chi vorrebbe essere , i giornali dovrebbero smetterla di crescergli quello che non ha. Gli altri sono giocatori di medio livello di cui alcuni sul viale del tramonto .Questa la sintesi e non illudano vittorie con squadre spesso inguardabili ,ma con la Samp la vittoria e` arrivata per il rotto della cuffia due tiri al volo da incorniciare. Non illudiamoci Il Napoli ci bracca anche se loro hanno in tasca l’euro ligue con la coppa Italia, il Milan sta a sei punti . potrebbe essere l’anno del niente ,uno zero assoluto.

Comments are closed.