Foto Getty

MILAN ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni dell’allenatore rossonero Stefano Pioli in occasione di Milan-Roma, match valido per la 28esima giornata di Serie A.

PIOLI A DAZN

A livello di prestazione c’è stata una grande crescita da parte del Milan. Il mister ha molti meriti. Oggi i cambi hanno fatto la differenza?
I cambi da qui alla fine saranno importantissimi perché fa molto caldo. Impensabile giocare con gli stessi 11. L’orario ci ha messo a dura prova. Ma è facile che i ragazzi dalla panchina entrino bene perché hanno un atteggiamento disponibile ed entusiasta. Abbiamo vinto meritatamente perché siamo stati squadra, compatti e con gioco. Era tempo che cercavamo una vittoria così contro una squadra forte.

In ottica crescita oggi è un passo avanti in vista di Lazio juve e Napoli?
I risultati ci hanno detto male ma non le prestazioni. Solo con l’Atalanta siamo stati al di sotto delle prestazioni. Questa vittoria ci darà morale ma la partita più importante è sempre la prossima.

Il cambio di Rebic è stato preparato?
Avrei aspettato altri due minuti. Ma oggi lui è stato un punto di riferimento importante. Preferisco giocatori che a 20 minuti dalla fine non ce la fanno, vuol dire che hanno dato tutto. Mi ha chiesto di uscire appena ha segnato.

Rebic può fare il centravanti come sta facendo adesso?
Può migliorare perché è forte fisicamente ma anche tecnicamente. Da prima punta sono le prime volte che gioca e deve abituarsi. Può fare anche l’attaccante esterno ma per me è un attaccante. Nella quantità lui ha qualità, se mantiene questo atteggiamento mentale può fare bene in ogni ruolo.

Un Milan più solido. Quanto è stato importante Kjaer?
Oggi in un’altra situazione non avrebbe giocato perché ha avuto un risentimento al ginocchio. Lui è di personalità ed intelligente. È stato un innesto che ci ha dato qualcosa in più anche nella personalità. I giocatori esperti aiutano anche a gestire la partita e lui è stato molto di aiuto.

Le è piaciuto Paqueta?
I giocatori sono abituati ai miei incitamenti e anche ai miei rimproveri. Li voglio partecipi e attenti. Paqueta è entrato bene, ha perso un brutto pallone all’inizio ma poi con le sue qualità si è fatto trovare pronto. Avremo bisogno anche di lui e di tutti visto il fitto calendario. Dobbiamo stringere i denti e fare una bella fine di campionato.

PIOLI A SKY SPORT

Un Milan che finisce in crescendo, più importante gambe o testa?
Entrambe, importante anche il lavoro dal 7 maggio. Ho un gruppo di spessore che sta dando il massimo e sa che dovrà dare il massimo fino al 2 agosto. In questo momento si vede come lavoriamo insieme e come soffriamo in campo.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here