romanews-roma-ante-rebic-milan-gol-esultanza
Foto Getty

MILAN ROMA, L’AVVERSARIA – Il campionato è ripartito col sorriso per la Roma che ha conquistato un’importante vittoria casalinga in rimonta contro la Sampdoria, grazie alla doppietta siglata dal bomber Dzeko. La prossima avversaria dei giallorossi è il Milan di Stefano Pioli, deciso a recuperare al più presto punti preziosi per conquistare un posto in Europa League.

Prossimi impegni

Milan-Roma (28° turno di Serie A, 28 giugno ore 17.15, Stadio Giuseppe Meazza)
Spal-Milan (29° turno di Serie A, 1 luglio orario da definire, Stadio Paolo Mazza)
Lazio-Milan (30° turno di Serie A, 4 luglio ore 21.45, Stadio Olimpico)
Milan-Juventus (31° turno di Serie A, 7 luglio ore 21.45, Stadio Giuseppe Meazza)

Come il Milan arriva alla sfida contro la Roma

L’ultima giornata di Serie A ha visto il Milan impegnato contro il Lecce. La sfida andata in scena lunedì sera allo Stadio Via del Mare è terminata con il successo dei rossoneri, autori di un poker. Il pesante 4-1 rifilato alla squadra di Liverani porta le firme di Castillejo, Bonaventura, Rebic e Leao. La rete realizzata invece su rigore dai salentini è stata siglata da Mancosu. La vittoria ha portato il Milan a quota 39 punti, al 7° posto in classifica e a 3 punti di distanza dal Napoli, attualmente 6°. Questa non è però stata la prima partita disputata dai rossoneri dopo lo stop durato tre mesi a causa dell’emergenza Coronavirus. La squadra di Pioli ha infatti affrontato la Juventus nella semifinale di Coppa Italia del 12 giugno, terminata con uno 0-0 che ha regalato il passaggio del turno ai bianconeri.

Punti di forza e debolezze

Finora il bilancio del Milan in campionato è stato positivo: in 27 gare sono arrivate 11 vittorie, 6 pareggi e 10 sconfitte, 32 gol fatti (media di 1,19 a partita) e 35 subiti (media di 1,29 a partita). Forse un po’ a sorpresa, il rendimento dei rossoneri è migliore in trasferta: lontano da casa hanno infatti ottenuto 7 vittorie, 1 pareggio e 6 sconfitte, segnato 19 gol e ne hanno subiti 20. A San Siro invece sono arrivate 4 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte, sono stati realizzati 13 gol e ne sono stati incassati 15. Inoltre un’occhiata al cronometro rivela che la squadra di Pioli tende ad essere più pericolosa durante il primo quarto d’ora del secondo tempo (28% dei gol realizzati) e che è solita subire più gol tra il 75′ e il 90′ (32% dei gol subiti). La Roma e il Milan condividono un triste dato: sono 13 i legni colpiti da entrambe le squadre in 27 gare.

Il miglior marcatore del Milan è Rebic, attualmente a quota 7 reti in 16 partite, andato a segno anche nell’ultima di campionato contro il Lecce, per la prima volta senza Ibrahimovic in campo. L’attaccante vanta anche la migliore percentuale realizzativa (46,7%, 7 gol nati da 15 tiri effettuati). Subito dopo il croato ci sono Hernandez, a quota 5 gol, e Bonaventura, autore di 3 reti. Calhanoglu è invece il giocatore rossonero che ha creato più occasioni da gol (28), effettuato più tiri (51) e servito più assist (3, gli ultimi 2 contro il Lecce). Finora in campionato Pioli non ha mai rinunciato a Romagnoli, che ha collezionato quindi 27 presenze su 27 gare. L’ex giallorosso è il rossonero con la più alta percentuale di precisione dei passaggi (90,5%). Bennacer è invece il giocatore che corre di più, con una media di 10,8 km percorsi a partita. Una menzione speciale merita anche Ibrahimovic, con la media più alta di duelli aerei vinti a match (5,8).

Le scelte di Pioli per Milan-Roma

Il modulo più usato in questa stagione da Pioli è il 4-3-3, spesso alternato anche al 4-3-1-2 e al 4-2-3-1, visto nell’ultimo match contro il Lecce. Per la sfida contro la Roma il tecnico rossonero dovrà fare a meno di Musacchio, out per i prossimi 4 mesi a causa di un intervento alla caviglia. Non ci sarà nemmeno Ibrahimovic, tornato ad allenarsi, ma ancora alle prese con una lesione al soleo. In dubbio invece Kjaer, che dovrebbe però rientrare in tempo per affrontare i giallorossi dopo la contusione al ginocchio. Pienamente recuperato invece Duarte. Tra i pali ci sarà come sempre Donnarumma, con Conti, Romagnoli, Hernandez e uno tra Gabbia e Kjaer a completare il reparto difensivo. Davanti spazio a Kessié e Bennacer. Sulla trequarti, dietro a Rebic, ci saranno invece Castillejo, Calhanoglu e Bonaventura.

La probabile formazione

MILAN (4-2-3-1): 99 Donnarumma; 12 Conti, 46 Gabbia, 13 Romagnoli, 19 Hernandez; 79 Kessié, 4 Bennacer; 7 Castillejo, 10 Calhanoglu, 5 Bonaventura; 18 Rebic.
A disp.: 1 Begovic, 90 A. Donnarumma, 2 Calabria, 43 Duarte, 93 Laxalt, 56 Saelemaekers, 33 Krunic, 20 Biglia, 39 Paquetà, 98 Maldini, 17 Leao, 29 Colombo.
All.: Stefano Pioli

BALLOTTAGGI: Conti-Calabria, Kjaer-Gabbia, Gabbia-Duarte.
INDISPONIBILI: 22 Musacchio (intervento alla caviglia), 21 Ibrahimovic (lesione al soleo).
IN DUBBIO: 24 Kjaer (contusione al ginocchio).
DIFFIDATI: Musacchio, Romagnoli.
SQUALIFICATI:-.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email