Foto Tedeschi

EDITORIALE – La Roma rimane imbattuta con il Verona così come era accaduto nelle precedenti 17 sfide, ma è uno zero a zero che dà un’impronta scolorita al nuovo inizio di stagione.  Eh sì che cinquanta giorni dopo la fine dello scorso campionato, il mondo Roma è stato stravolto, prima dal passaggio di mano della società da James Pallotta al clan Friedkin, e poi da un mercato che ha già lasciato orfana la squadra di Dzeko. Nonostante il bosniaco sia partito infatti con la delegazione giallorossa per la prima trasferta di campionato, Paulo Fonseca lo ha relegato in panchina e non lo ha fatto scendere in campo nei 90’ del Bentegodi. Il bomber deve essere preservato in vista della cessione, ormai apparecchiata, alla Juventus.

Cercasi attaccante

La Roma ne ha però pagato lo scotto. Per 45 minuti ha funzionato bene lo schema con Mkhitaryan a fare il centravanti, sostenuto da Pellegrini e Pedro, all’esordio in giallorosso Gli ospiti hanno creato tanto e si sono resi pericolosi tra le linee con fraseggi veloci tra i piedi dei tanti giocatori di qualità. Ma è mancato palesemente il guizzo del centravanti strutturato, la concretezza di Edin, il gol del bomber.  Tanti gli errori sotto porta da parte dell’attacco capitolino prino di punti di riferimento, troppi per non lasciare punti e rimpianti sul prato verde del Bentegodi. L’indiziato più accreditato è ovviamente Milik che andrebbe a prendere il posto proprio di Dzeko, ringiovanendo il reparto marcatori e alleggerendo la borsa degli ingaggi.

Fonseca fa la lista della spesa

Così l’era Friedkin – con Dan e Ryan presenti in tribuna a Verona – inizia con un mezzo passo falso: i texani devono accontentarsi di zero gol, tre traverse e un punto a testa in classifica. Un punto che fa più felice l’Hellas che la Roma, la quale tuttavia può archiviare il nono risultato utile consecutivo nelle gare d’esordio, con cinque vittorie e quattro pareggi. Fonseca non è contento del pari, non è contento del mercato portato avanti fino ad ora. E non si nasconde nel dopo partita quando ai quattro venti e, soprattutto ai due patron americani al seguito della squadra, fa sapere che ha bisogno di un centravanti e di quel Chris Smalling che tanto “importante” per gli equilibri difensivi di una Roma che vuole provare a tornare in Champions League.

GSpin

Print Friendly, PDF & Email

16 Commenti

  1. se in novanta minuti non abbiamo mai vinto un duello di testa e non è stao fatto nessun cambio con diawara inguardabile e giocatori in panchina da inserire per almeno tentare di vincere l’unica certezza è che il signor fonseca non ci a capito niente se quetsa è la squadra che schiera senza cambiare modulo o giocatori ben tornata rometta ,pronto a soffrire se i giocatori in campo dimostrano di lottare ma stasera visto solo che alcuni sono da far riposare per molto tempo spero di essere smentito dal signor fonseca ma il tempo di studiare il campionato italiano è finito svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  2. Roma dell’anno scorso senza dzeko e Smalling (kolarov non la ritengo una gran perdita). Quindi oggettivamente meno forte. Devi mettere dzeko in panchina e non hai una riserva, così giochi senza centravanti. In difesa visto che non arrivi a tre devi mettere uno che due anni fa faceva il trequartista, Cristante. Cosa ci aspettavamo di più? In queste condizioni il punto è buono. Sbrighiamoci a completare la rosa per favore

  3. ci siamo presentati al via con una squadra imbarazzante….
    Non capisco perchè almeno il secondo tempo non ha messo Dzeko? L’orgoglio era più importante dei 3 punti? oppure Dan gli ha detto di non rischiare di infortunare la sua preziosa plusvalenza.

  4. Mi ricorda lo scorso anno, tristezza assoluta, peraltro senza smalling, zaniolo e dzeko.. già lo scorso anno te serviva gente forte, quest anno? Pau lopez bocciato dal mr

  5. Cercasi allenatore no???
    Senza gioco,senza grinta,idee confuse,cambi sempre in ritardo.
    Almeno hai capito che mirante deve essere titolare.

  6. Cambiare allenatore, con urgenza, innanzitutto.
    A Verona abbiamo dovuto aspettare che si facesse male Karsdorp per fare un primo cambio….
    Partita scialba contro un Verona che aveva giocatori importanti fuori squadra…
    E perché non ha fatto giocare Dzeko?
    Altre squadre hanno mandato in campo giocatori che sono oggetto di trattative di cessione (la Juventus ha fatto giocare De Sciglio….).
    Se continuiamo così c’è il grosso rischio di compromettere il futuro della Roma.

Comments are closed.