SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “Dopo quello che è accaduto non credo che sia corretto parlare di esonero, ma l’allenatore dovrebbe essere licenziato per giusta causa perché ha fatto fare una brutta figura al club a livello internazionale. E’ stato Fonseca a ordinare il cambio e nessuno del suo staff si è fatto venire il dubbio, mentre invece sui social i tifosi si interrogavano sulla questione o dicevano di non fare il cambio. La Roma è in calo fisico e adesso si sta vedendo chiaramente. Ora però è arrivato il momento che i Friedkin dicano qualcosa, perché non è possibile non conoscere il regolamento. E’ una cosa da dilettanti“.

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio: “L’errore più grave non credo sia dell’allenatore, ma del suo staff. Fonseca doveva essere consigliato meglio nella circostanza. Sulla partita c’è poco da dire, una gara buttata all’inizio e alla fine, che scompare però con tutto quello che è successo con le sostituzioni“.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “Non voglio dare alibi a Fonseca, ma quando c’è tutta quella concitazione dovrebbe intervenire un dirigente o un team manager. Tutto questo polverone però è eccessivo e si sentono troppe chiacchiere“.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio: “Tempo fa ho detto che la Roma assomigliava a un resort con Fonseca come direttore. Ecco, credo che in questo periodo il resort stia riaprendo. La società dovrebbe controllare di più l’attività nel centro sportivo, specialmente in questo momento della stagione. Aveva ragione chi già tempo fa parlava in maniera guardinga di una squadra che avrebbe potuto avere dei problemi“.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio: “Prima dell’episodio della sostituzione, c’è stata una Roma che ha meritato di perdere. Probabilmente il risultato del campo rimarrà. La squadra ha perso male, come gli capita sempre ogni volta che viene sconfitta. E’ entrata in campo senza un’anima, senza aggressività e in tutto ciò era anche riuscita a rimetterla in piedi. Dzeko è entrato troppo tardi, lo avrei inserito subito dopo il 2 a 2 per cercare di vincere subito. Non è possibile che la prima sostituzione fatta sia quella di Karsdorp“.

Chiara Zucchelli a Rete Sport: “È la Roma stessa, intesa come società, che non merita brutte figure. E non mi riferisco al campo, dove si può vincere o perdere, ma al resto. I Friedkin dovrebbero avere la forza di tutelare la Roma da tutti, anche da se stessa a volte”

Giulia Mizzoni a Rete Sport: “Certe dinamiche, come quella di ieri, vanno analizzate per ciò che sono: figuracce. Dopodiché arriva il tempo delle riflessioni, del non gettare via tutto e del “fare” per cambiare una storia che ciclicamente, seppure con diverse sfumature, si ripete”.

Tiziano Moroni a Rete Sport: “Sono convinto che per poter capire cosa sia meglio fare per il presente e il futuro della Roma serva una figura a Trigoria (che sia un ds o un manager) che conosca il calcio italiano. Dare tutto in mano a Pinto, che non è un uomo di campo, che non conosce la serie A, per me resta un azzardo. Anche la scelta della conferma o meno di Fonseca deve avere una valutazione tecnica che i Friedkin devono fare consigliati da chi certi problemi avrebbe potuto vederli anche prima del tracollo”.

Jacopo Aliprandi a Rete Sport: “Quello a cui abbiamo assistito ieri è il fallimento di tutti: dirigenti, giocatori e tecnico. A subirne le conseguenze i tifosi, che non hanno avuto una risposta dal club alle tante domande che si stanno ponendo in questi giorni. Serve una scossa, ma non credo possa arrivare dal cambio tecnico, quanto piuttosto da qualche innesto dal mercato e da una bella strigliata dei dirigenti”

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Tutto passa in secondo ordine rispetto a quello che è successo a livello regolamentare. E’ una cosa che rimarrà nella storia, siamo alla mancanza nell’abc del calcio. Trovo davvero incredibile il silenzio della società, non si mandano i calciatori a parlare ma si mandano i dirigenti. Specialmente di fronte a quello che è successo. E’ un fatto gravissimo questo silenzio societario. Fonseca l’ho difeso, ma di fronte a una cosa del genere l’allenatore dovrebbe essere messo in forte discussione“.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “I Friedkin sono molto contrariati, il ritiro probabilmente ci sarà e credo che a Fonseca verranno dati pochi giorni di tempo per risollevarsi. A Trigoria c’è una confusione tremenda e inoltre non c’è più quel senso di appartenenza martoriato in questi anni. I Friedkin devono capire che non si può aspettare troppo e sulle tempistiche stanno sbagliando. Si sta andando avanti a step, per compartimenti. Questo andamento va cambiato“.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “La Roma ha avuto un atteggiamento vergognoso, una farsa. Soprattutto per come lo Spezia era arrivato con tanti panchinari. Parlando invece della sesta sostituzione: come si può far rimanere un personaggio che ti ha causato due sconfitte a tavolino? Di Fonseca mi sconcerta l’incapacità di cogliere la grandezza dello scempio che si è visto. E’ palesemente un allenatore imbambolato in queste partite, non è reattivo quando c’è una emergenza. Lo specchio di questo è l’aver accettato la sesta sostituzione“.

Andrea Pugliese a Rete Sport: “Difficilmente in vita mia sono uscito da uno stadio di calcio con il senso di smarrimento e di sgomento come dopo la partita con lo Spezia. Credo che non ci sia una squadra al mondo che abbia perso due partite a tavolino in quattro mesi. Alcuni uomini scelti dalla vecchia proprietà che stanno ancora dentro Trigoria stanno esprimendo tutta la loro inadeguatezza. Quello che è successo con lo Spezia è inammissibile. L’idea è di stare in mano a dilettanti allo sbaraglio. Fonseca ha scarsa leadership: è bravo per alcune situazioni e inadeguato per altre, è questa l’opinione che hanno di lui a Trigoria”

Fabio Petruzzi a Rete Sport: “C’è confusione, qualcuno si deve assumere le proprie responsabilità, qualcuno deve pagare, non basta chiedere scusa. Non si può andare avanti così, una società come la Roma in quattro mesi perde due partite a tavolino: non mi è mai capitato nemmeno nei dilettanti. Se fossi il presidente della Roma cambierei allenatore, l’era Fonseca è terminata”

Marco Juric a Rete Sport: “Forse la risposta ai limiti caratteriali e di personalità della Roma delle ultime due stagioni è nel volto spaesato del suo allenatore nel momento dell’errore sui cambi”

Massimiliano Magni a Rete Sport: “Quando c’è in corso una trasformazione così radicale in una società, vanno tagliati tutti i ponti con la precedente gestione, a tutti i livelli. Dirigenti e calciatori legati alla vecchia proprietà vanno sostituiti, va tutto progressivamente cambiato, con tutti i rischi che una scelta del genere comporta.

Gianluca Piacentini a Rete Sport: “La Roma ieri sera ha offerto uno spettacolo indegno. E’ il momento più basso della storia recente e nessuno ha sentito il bisogno di metterci la faccia: società, allenatore, calciatori, nessuno ha chiesto scusa perché nemmeno si rendono conto della gravità del momento e dell’umiliazione che stanno vivendo i tifosi. La questione del sesto cambio è dilettantesca, è una cosa che non succede nemmeno in terza categoria”.

Marione a Centro Suono Sport: “Fonseca deve andare a casa. Non sa dove sta, non ha capito. Pellegrini è l’unico che se ne è accorto. Gombar gliel’ha fatto fare. È un regolamento, appena è successo ammetto che non me ne sono accorto subito, e ho pensato ‘si potrà fare’. Ma al di là di questo, il primo e il secondo tempo… dobbiamo farci prendere in giro da tutta Italia, come al solito. Ma anche i Friedkin una parola su quello che sta succedendo da quando sono arrivati loro. Non solo perdiamo partite che non si possono guardare, ma nemmeno il regolamento? È troppo. Scriviamo a Friedkin, arrabbiamoci, la Roma non può essere una vergogna, dev’essere un vanto. Io sono d’accordo che Fonseca deve andare a casa, ma non è solo colpa sua. Spalletti tre sarebbe una pessima idea”

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Che è successo ieri sera. Mi aspettavo tutto tranne questo, il sesto cambio è una cosa penosa, però che la Roma giocasse quei 20 minuti… è stata una cosa brutta, la Roma è in un momento brutto. Credo la tifoseria sia in subbuglio. Ritengo sia la sindrome del derby. La Roma aveva tanti titolari, però quei primi 20 minuti mi sono detto ‘ma che stiamo vedendo’… Primi 20 minuti imbarazzanti, poi la reazione c’è stata. Anche se la Roma avesse vinto non cancellerebbe quei 20 minuti. Spalletti per Fonseca? Dal punto di vista tecnico può starci, però si era detto che questa società voleva riportare Totti a Trigoria, e ora prenderebbero Spalletti? Cambiar adesso penso sia sbagliato. Sabato diventa una partita difficilissima”

Tony Damascelli a Radio Radio Mattino: “Ho visto l’episodio dei cambi, in quel momento Fonseca ha dimostrato un limite che non può avere. Va sollevato dall’incarico. Non può allenare la Roma”

Stefano Carina a Radio Radio Mattino: ”E’ un danno d’immagine. Non so cosa sia peggio ieri. Parlare di Fonseca secondo me è sbagliato ora, le cose andavano dette prima. E’ un tecnico in difficoltà. Quando Pellegrini gli dice che non si può fare il cambio, rimane inerme. Il cortocircuito è stato da parte di tutti. E’ una brutta figura che riapre i discorsi su Fonseca. Squadra in confusione totale. Anche io continuerei con Fonseca per questa stagione”

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Mattino: “Io ho visto ieri quello che non ho visto in 40 anni. I primi due gol su errori individuali pazzeschi. Doppia espulsione in 30 secondi… e chi conta le sostituzioni? Io non mi ero accorto fossero 6 in quel bordello. Detto questo se vogliamo parlare di calcio la Roma è stata messa in difficoltà dal pressing alto dello Spezia. Poi sotto porta ha sbagliato 6-7 occasioni. Adesso lo Spezia ce l’hanno sabato, sapranno con chi avranno a che fare e penso che giocheranno meglio. D’accordo che Fonseca è in confusione, ma nessuno lo aiuta nello staff? Non ha senso però cambiare allenatore ora”

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “La sconfitta ci può anche stare, i 6 cambi assolutamente no, in Serie A non può succedere. Pellegrini l’ha detto a Fonseca. E’ un momento in cui va tutto male, non dice bene niente. Al di là della formazione rimaneggiata nello Spezia, gli è uscito tutto. La Roma non è riuscito a metterla dentro. Le squadre li passano questi momenti. Due gol presi così vuol dire che non ci sei con la testa. Poi è difficile recuperare. E con le due espulsioni ciao. La Roma deve chiudersi nello spogliatoio e pensare. Bisogna reagire, come si fa in questi casi. I Friedkin che sono qui a Roma, hanno capito come è il meccanismo del calcio? Cosa fare in queste situazioni. Per una squadra come la Roma 34 punti sono tanti, quindi qualcosa di buono è fatto. Ora è un momento in cui prende schiaffi e gli dice tutto male, non solo errori tecnici. Bisogna che resettano un po’ tutto. L’allenatore ha senso mandarlo via? Si manda via quando non ha in mano la squadra, ma la squadra ha 34 punti…Fonseca? Non può andare via, ha 34 punti in classifica, un lavoro c’è. Ha perso due partite in maniera clamorosa senza giocare e la squadra anche deve dare la scossa. Se Fonseca dà indicazioni e dopo 15 minuti sei 2-0 vuol dire che non ascoltano o non gli interessa.”

Mario Mattioli a Radio Radio Mattino: “Il dirigente responsabile di una cosa così viene allontanato. La squadra può perdere, ma non si può fare una cosa così. Questo è il momento del presidente. E’ il momento in cui bisogna serrare i ranghi. O la Roma si dà una svegliata o rischia di scivolare dietro in classifica. La soluzione è un visibile fronte comune tra società e allenatore. I Friedkin non si sono mai espressi, ora devi fare gruppo comune. La Roma in tutto questo caos ha la fortuna di incontrare in casa di nuovo lo Spezia. Serve un intervento della società”

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Dopo aver sentito che bisogna cambiare marcia e tutto, ed ecco che succede. E’ andato tutto in malora con due partite. Bisogna resettare tutto e vedere di ripartire veramente. Perché c’è lo spazio per raggiungere l’obiettivo e valutare la questione calciatori. E’ talmente impensabile una situazione del genere che è difficile trovare una spiegazione. Devi cominciare a capire chi c’è e chi non c’è. Io terrei Fonseca fino alla fine della stagione. Bisogna valutare la forza che ha Fonseca in squadra”

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Mattino: “E’ un momento che non gira, riesci a recuperare la partita e poi Mayoral si divora il colpo del ko. Fonseca mi sembra un po’ perso, la stagione la deve salvare. La Roma è ancora in zona Champions e non deve mollare. L’anno scorso ha mollato e non si capisce il motivo. Ma sui 6 cambi, l’arbitro non interviene? La Roma ha bisogno di qualcuno che scuote e controlla, anche se l’allenatore è il primo che paga e in campo ci vanno i calciatori. Non te lo deve dire l’allenatore che devi reagire dopo il derby.”

Riccardo Cotumaccio a Tele Radio Stereo: “Al netto delle disfatte della nostra storia questa risuona in maniera clamorosa. Dopo un derby perso in malo modo. Oggi sarà un costante attacco a tutte le persone che ieri hanno contribuito a mettere in scena quel teatrino che sembra quasi ridicolo. Ieri il romanista è stato costretto a vedere la propria squadra essere presa a pallonate dallo Spezia che aveva i due migliori giocatori fuori. Un’umiliazione non dico senza precedenti, perché ognuno ha i suoi ricordi. Ieri sera per l’ennesima volta la Roma esce con un’avversaria mediocre, senza nulla togliere allo Spezia, che ieri ha fatto la partita della vita, ma ce lo aspettavamo. Alla Roma sembra non importare nulla di questa competizione. La Roma non riesce più ad arrivare in fondo a questa competizione, ma il risultato… Ieri la Roma è andata sotto nei primi 15′ e poi si mette in scena una sorta di dramma teatrale che vede la Roma riportarsi sul 2-2 a fatica. E poi credo che nel calcio si sia mai visto qualcosa così, Roma in 9. Oggi non si riesce a trovare la luce, chiedere le teste mi sembra allucinante, non penso si dimetterà nessuno e non lo pretendo. Ogni anno è una tragedia, ogni anno il romanista è sottoposto ad almeno due gare vergognose. Sei cambi? Gli arbitri devono essere pronti a questo, è il loro lavoro. L’unico 6 che darei è a Pellegrini. Al di là della prestazione, è l’unico che si è accorto del sesto cambio e non è stato ascoltato. Pensa se la Roma avesse vinto…”

Print Friendly, PDF & Email

41 Commenti

  1. Dall’allenatore ai giocatori la prossima stagione non voglio vedere più nessuno. Una vergogna continua senza precedenti. Tutti colpevoli, menefreghisti, assenti ingiustificati.

  2. Fonseca è lento, non reagisce mai.
    Hai ripreso la partita, bene. Devi però cambiare Mancini che è già ammonito.
    Mancini, bel giocatore, ha questo difetto, non si sa limitare.
    L’allenatore lo deve sapere e dopo il primo giallo lo deve cambiare!!!
    Fonseca ha questo limite enorme non legge le situazioni evidenti.
    Nel derby non lasci Ibanez solo contro Lazzari. Se Spinazola non rientra devi agire.
    Lui, durante la partita, è una statua di sale. Non è un allenatore da seria A !!!

  3. Finché si continuerà a sbagliare clamorosamente i gol e a giochicchiare dietro facendosi schiacciare pure dal Pizzighettone…per non parlare dell’incompetenza dei dirigenti ( lì deve intervenire pesantemente il presidente) e finché non si protestera’ anche per decisioni quantomeno discutibili e non limpide dei direttori di gara…

  4. FONSECA deve andare via,è palese che è inadatto e non sa preparare,mettere in campo la squadra e leggere una partita.
    Dopo i sei cambi che credibilità può avere nei confronti dei giocatori??
    Via subito finché si può ancora salvare una stagione.
    Era da cacciare dopo Siviglia Roma e questi sono i risultati

  5. Non sono mai incline a usare così accesi per la mia squadra, ma i fatti mi costringono a constatare che siamo una barzelletta. Eliminati due volte dallo Spezia, due espulsioni in 30 secondi, partita comunque persa a tavolino per i sei cambi, 4 goal incassati, stagione finita ancora una volta a Gennaio, tutto dopo il derby giocato a quel modo quattro giorni fa.
    Cosa vuoi dire? Non c’è niente da dire, qualsiasi cosa dici è inutile.
    Cosa vuoi fare? Non c’è niente da fare, qualsiasi decisione prendi adesso è sbagliata. Chi cacci? Presidente e DS sono appena arrivati. Fonseca? La squadra non sta giocando contro di lui, anzi, ha fatto 34 punti in campionato. Se lo cacci devi reimpostare per l’enesima volta il progetto tecnico. I giocatori? Addio al gruppo che si dovrebbe cementare, torniamo all’era Pallotta.
    Non c’è via d’uscita. La barzelletta si conclude con il fatto che 5 giorni fa, al netto di un paio di inciampi, eravamo una squadra temibile e in crescita, con un progetto e una sua identità.
    Boh, io di calcio ne vedo ma ste cose succedono solo alla Roma.

  6. Se Fonseca ha un minimo di dignità e rispetto si dimette oggi.
    Se i Friedkin hanno un minimo di dignità e rispetto lo esonerano oggi.
    Altrimenti finisce male.
    Servono motivazioni ed un motivatore.
    Sarri ha voglia di riscatto e verrebbe a Roma di corsa.
    Allegri costa troppo e Spalletti non lo vedrei bene a causa dei rapporti non ottimali con una parte della tifoseria e lo scarso feeling con i giornalisti.

  7. I giocatori non seguono più l’allenatore: è un dato di fatto. In primis Dzeko ! Ora la nuova proprietà avrebbe bisogno di una persona nell’organico che conosce molto bene Roma e l’ambiente. Prendiamo esempio dal Milan da quando Maldini ha preso in mano le redini delle decisioni il Milan si è trasformato. Ora tutti voi pensate a Totti? Grande giocatore ma non so se a livello dirigenziale sia a livello di Maldini. Io opterei per de Rossi ma oramai lui ha fatto una precisa scelta di fare l’allenatore. A questo punto occorre quadrare i conti, uscire dalla Borsa e puoi decidere il grande azzardo De Rossi allenatore.

  8. l’errore sul cambio che non poteva essere effettuato può costare lo 0 – 3 a tavolino e sarebbe il secondo clamoroso dopo quello relativo al caso Diawara, la figuraccia in campo l’abbiamo fatta, ma provate a pensare se la Roma avesse vinto e poi subito la sconfitta a tavolino, qui ci sono addetti ai lavori che ignorano i regolamenti….

  9. Ho visto tante cose: errori incredibili dei giocatori, atteggiamento negativo contagioso, assurdo. Però l’arbitro ed il quarto uomo, se la panchina sbaglia, dovrebbero proibire il sesto cambio!

  10. Le dimissioni subito di Fienga! Altro che Zorro. Di Zorro ne abbiamo parlato già lo scorso anno. Di certo il mercatino d’estate ha portato solo cianfrusaglie,e si era già visto , le figuracce ne ha già consegnate parecchie Verona e ieri su tutte. L’era Texana è iniziata molto male,anzi malissimo. Siamo a metà del calciomercato invernale e di “progetto” sportivo non esiste nemmeno l’ombra di un disegno. È arrivato Renzino il Portoghese che sembra tutto fuorchè un uomo che può dare la svolta e già si è rimangiato le parole dette in conferenza stampa “io ci metterò sempre la faccia”….in quattro giorni di “campo” nemmeno ha rilasciato 2 parole. Male ancora una volta. La pozza di fango dei P-boys continua a dilatarsi…continuano addirittura a nominare i vari allenatori cacciati da tutti e infelicemente sempre perdenti: Spalletti,Allegri e Sarri….con la loro mentalità da mangiatori di fumo e scribbacchini non si riuscirà mai a vedere una vittoria. Tanro prima o poi ritorneremo sugli spalti e questo silenzio verrà interrotto. Oggi più che mai,W IL ROMANISMO!

  11. Avendo giocatori poco propensi alla lotta, in questa fase che non si corre o si corre molto meno degli avversari, I DUE TREQUARTISTI NON SONO SOSTENIBILI. Pellegrini, ma anche Villar non si guardano le spalle, si crea uno spazio eccessivo tra la linea difensiva e il centrocampo basso. Luis Alberto (che non è di certo l’ultimo arrivato) ci si è infilato alla grande nel derby non essendo marcato da nessuno. Ora bisogna passare al centrocampo a 3 (più i 2 esterni, un centravanti e un trequartista. Aggiungo che dei tre centrali difensivi giovani che hai preso non se ne salva uno: DISASTROSI

  12. La partita di ieri è incommentabile, non era la Roma ma una puntata di “scherzi a parte” o forse, andando sul metafisico, eravamo di fronte ad una performance di “living theatre” recitata alla perfezione, una metafora di una tragedia teatrale portata sul campo di calcio, fantastico! C’è talmente un effetto comico/tragico allo stesso tempo e surreale che è inutile stare a dire qualcosa sui singoli episodi. Oggi ci ridono dietro tutti e dico proprio tutti, dal vicino di casa al tifoso avversario. I due muti in tribuna parleranno finalmente o è una performance pure questa?

  13. Tutti allenatori tutti dirigenti. Dai cacciamolo via FonSeca, caccia mo via Fienga Cacciamo via il presidente. Però dateme il punto di VERONA E I DUE PUNTI RUBATI CON IL SASSUOLO E POI…. VE CACCIAMO A VOI. ADESSO CHI VOLETE COME ALLENATORI?? DE ZERBI O ITALIANO, come Di Francesco e poi un calcio al c… e VIA. SIETE RIDICOLI PRESUNTUOSI E ANCORA RIDICOLI. FORZA ROMA SEMPRE E COMUNQUE

  14. Ora nel calcio tutto è opinabile, tattiche, risultati, valori in campo ecc…ma che un allenatore pagato milioni sappia quanti cambi può fare a partita mi pare il minimo. Fonseca é andato in bambola. Ieri partita da vincere, per la coppa, per l’esito del derby, per i tifosi, ed anche per amor proprio. invece ha sbagliato tutto. Non cambia Mancini difensore già ammonito, cambia Miki (il migliore con Pellegrini ieri) e non Pedro (che dovrebbe fare meno tacchetti, giravolte ed essere più concreto) ed inserisce Carles Perez, che in un anno e mezzo ha fatto due buone azioni, e che quest’anno non incide mai, lasciando in panca Dzeko.
    Non ha letto la partita, nel secondo tempo potevamo fare 8 goal perchè lo Spezia dietro dava i brividi, bastava mettere la squadra meglio in campo. Io non stravedo per Pellegrini, ma ieri ci ha messo voglia, ed è stato uno dei pochi a salvarsi.

  15. Io sento molti opinionisti e addetti ai lavori che seguitano ad incensare giocatori come Mancini, Cristante e ci metto anche Pellegrini. Non andremo mai da nessuna parte. I primi due sono calciatori da squadra di medio bassa classifica, mentre Pellegrini non rientra nell’orbita di quel calciatori di un certo livello, perchè le sue prestazioni non vanno mai oltre la sufficienza come si dice in gergo ” non ruba mai l’occhio “.
    Mancini se ci fate caso ad ogni partita commette dei falli assurdi perchè va sempre con le mani a spingere l’avversario, mentre Cristante è come avere la moviola in campo.

    • Mancini è scarso, lentissimo e falloso, Cristante è un disastro, a centrocampo forse persino peggio che in difesa, Pellegrini dove lo metti fa male o abbastanza male, per me una gara sufficiente ogni dieci…Non ha tiro, non ha inventiva, non sa battere i calci piazzati…E sarebbe un trequartista? Non fa interdizione (vabbè quella non la fa nemmeno Villar) e quindi più basso non funziona…

  16. Va bene Fonseca che fa i suoi errori e che probabilmente pagherà per tutti, ma i vari calciatori esaltati dal giornalismo di Roma che si presentano al derby senza rabbia e che affrontano lo Spezia allo stesso modo quando pagheranno per queste prestazioni ridicole???

  17. Purtroppo è accaduto anche questo.
    È intollerabile. La rosa è sempre quella ma allenatore e giocatori e società, possiamo dirlo, anche sto Presidente, Cominciano ad arrancare.
    Bisogna tirarsi fuori con tutte le forze altrimenti ricambiamo allenatore, ma chi verrebbe ad allenare questa squadra adesso? Chi dice che Allegri verrebbe o Sarri è un mentitore. Vorrebbero ben altri giocatori.
    Cambiare Fonseca con un Garzia qualsiasi no grazie. Non facciamoci sempre prendere per il culo

  18. La sconfitta nel derby ha lasciato il segno purtroppo. Ma la Roma ha 34 punti e il dovere di provare a tutti i costi di entrare tra le prime quattro. Il grave errore dell’allenatore, a mio parere, è quello di non saper leggere subito le tattiche e le contromosse. Inzaghi non è un genio, e se fa giocare la squadra sempre allo stesso modo, l’allenatore avversario DEVE FARE SUBITO le mosse giuste. NON è possibile cadere sempre nelle stesse trappole! Passiamo a ieri, serata da incubo. Mancini ammonito DOVEVA essere sostituito subito. L’errore di Pau Lopez non è giustificabile MAI, come non lo sono i responsabili del sesto cambio! Possibile che nessuno conosca il regolamento??? C’è bisogno di un bella pulizia e mandare a casa molti dilettanti allo sbaraglio e mi auguro che i Friedkin facciano presto! Comunque SEMPRE FORZA ROMA!

  19. Nonostante una partita pessima, il fato ci ha fornito una indicazione precisa quando Majoral ha sbagliato un gol facile di vittoria a 2 minuti dalla fine. E’ ora di cambiare registro

  20. Signori miei.. Qui critichiamo ad una sconfitta ed elogiamo ad una vittoria.. Non siamo lucidi, costanti ed anche preparati, perché chi è preparato sa quando bastonare o meno.
    Qui parliamo no di una sconfitta, bensi di un danno di immagine. Ricordo er poro monchi imporsi (GIUSTAMENTE) per la cessione Nainggolan post capodanno, ora va fatto uguale. Eri primo/ultimo, prima/decima stagione da allenatore. L’head coach è RESPONSABILE delle azioni dello staff. Per me, ha perso credibilità soprattutto nei giocatori, quindi, ahimè, a casa.

  21. In genere tendo a difendete la ROMA dai continui attacchi esterni a cui è sottoposta da sempre negli ultimi 40 anni, ed anche ieri sera l’arbitraggio mi ha convinto poco come il contesto. Però oggi BASTA. È il caso di difendere la ROMA da chi la sta gestendo tecnicamente e sportivamente. Giocatori mosci, impauriti, molli, distratti, impalpabili in campo, svagati, indolenti. Dirigenti incapaci ai massimi livelli. A questo punto chiedo rispetto per la ROMA e per la maglia. Dopo il derby perso non c’è stata reazione, anzi c’è stata la dimostrazione di quanto poco stia a cuore la ROMA a giocatori STRAPAGATI per le loro qualità. Puntare su allenatore e staff DI CAMPO con immediata trasformazione del clubmed Trigoria in un luogo dove si suda e si suda e poi si suda. BASTA con giocatori simpatici ed antipatici Romani, Romanisti e affini, prendere gente con gli attributi e comunque vergognatevi di quello che avete fatto ieri sera sul campo e fuori. FORZA ROMA.

  22. FONSECA HA DIMOSTRATO, QUASI SEMPRE, DI NON SAPER “CAMBIARE” LA PARTITA IN CORSA. DETTO CIO’, LA DISATTENZIONE/CONFUSIONE DI ALCUNI GIOCATORI NON E’ COLPA DELL’ALLENATORE E PER QUESTI ERRORI, IN DUE PARTITE, ABBIAMO PRESSO TRE GOL E MEZZO ! CAMBIARE SOLO L’ALLENATORE NON BASTA … POI, SPALLETTI SA DI MINESTRA RISCALDATA ED ANDATA A MALE. P.S.: RIMUOVERE AL PIU’ PRESTO ALCUNI DIRIGENTI (?), OPPURE METTERLI IN CONDIZIONE DI NON NUOCERE.

  23. Senza volere scusare l’imperdonabile – 6 cambi, 2 rossi in 40 secondi, errori dietro e davanti, in cielo e in terra – aspetterei un attimo con Fonseca e con le sentenze di pena capitale per la squadra.

    Le due prossime partite (Spezia e Verona) ci diranno se abbiamo buttato al vento tutto a gennaio come il passato ci dice (e meno male che l’Europa League riprende a febbraio…) o se sono stati “solo” due “passaggi a vuoti” seppure macroscopici (Lazio e Spezia…inizio a odiare le Z).

    Mi spiego. Siamo quarti, al momento ancora un pelino sopra alle aspettative per i pessimisti e in linea con le stesse per i realisti e con gli obiettivi della società. Siamo in un campionato altalenante con il solo Milan capace di uno straccio di continuità.
    Conte, dopo la sconfitta con la Samp e il pareggio con noi, lo hanno messo in croce.
    Il Napoli del 6 a 0 veniva da una sconfitta in casa, prendendo un gol, pur in vantaggio numerico proprio dallo…Spezia.
    La Giuve, ne prende 3 dalla Fiore, passa tranquillamente con la capolista, il Milan e poi le busca con l’Inter.
    L’Atalanta dei 4 gol a partita ha passaggi a vuoto, l’ultimo un pareggio in casa…senza gol.
    La Lazio, squillo a parte contro di noi, non ha dimostrato grande affidabilità.

    Insomma, siamo ancora in tempo per riprendere il nostro buon cammino fatto di ottime partite con le piccole e mediocri risultati con le grandi che, alla fine, ci ha portato pure a essere terzi… Vogliamo buttare tutto a mare ?

    Concludendo, mi aspetto due vittorie convincenti o anche sporche, chissene perché in ogni caso fanno morale, con le prossime due Sp. e Verona (cercando di non prenderci…due nuovi tavolini), per poi cercare di fare un prova dignitosa a Torino.

    Passo e chiudo.

    Forza Roma sempre!!!

  24. Fonseca ha dei torti e dei limiti ( nel derby e’ stato incapace di rispondere alle mosse di Inzaghi com’e’ successo contro Napoli e Atalanta ) pero bisogna dire che alcuni calciatori non hanno il livello. Non critichero mai Dzeko che ha dato tanto o Mikki che da sempre l’anima in campo pero gente come Mancini, Pau, Borja…almeno se hai dei limiti muoviti e dai l’anima in campo !!! No, quelli sono stati ridicoli nel derby ( tanto se ne fregano non sono romani, sono li per i soldi e basta ) e ieri e’ stato ancora peggio…giochi con una squadra che lotta per non retrocedere, che gioca con la sua seconda squadra e sei incapace de vincere …uno si prende un rosso e esce dal campo col sorriso !!!! meno male per Mancini che non c’era De Rossi, l’avrebbe menato….sono disperato ! e non parlo nemmeno del sesto cambio , ora mezz’Italia ci prende in giro !!! dico basta

  25. Fonseca non sa cambiare in corsa e sospetto che ci siano due ragioni pricipali ,il non saper leggere le partite e lapaura di offendere la prima scelta cambiando.
    Ieri con due ammoniti rischi di rimanere in 10 ,cambia anche perche Mancini gioca molto fallosamente ,ogni suo intervento e` a rischio ,e poi si e` visto.
    Poi gli converrebbe: a Fonseca, ritornare indietro nel tempo, giocando con un libero alla Scirea , la difesa a tre se si alza viene trafitta dai lanci lunghi.
    Adesso il dilemma e` se i giocatori sono demotivati come li recuperi, cambiando allenatore? e` difficile ,adesso come adesso sono nel pallone tutti ,dirigenticompresi ,ma sanno che e troppo tardi per cambiare giocatori ,non ci sonoimezzi ,allora la soluzione e` una .

  26. Leggo commenti amari e disperati, come è giusto che sia in questo disgraziato momento. Sono d’accordo, forse mi bruciano di più gli errori sull’impiego di Diawara a Verona e il sesto folle cambio di ieri sera, che le partite perse (anche se il derby NON lo devi perdere!). Al momento cambierei tutti, però sento degli attacchi a Mancini che sono ingiusti. Lui gioca sempre duro, ma ce la mette sempre tutta e con grande voglia di giocarsela e vincere! Il gol del pareggio con l’Inter non è suo???? Veretout, Spinazzola, Smalling, Pedro, Villar, Pellegrini le partite le giocano SEMPRE. Quindi adesso non diciamo di”buttare via il bambino insieme all’acqua sporca!”
    N.B. Ho letto nei commenti che un “coso” ha scritto che Allegri, Sarri e Spalletti sono dei PERDENTI E CACCIATI DA TUTTI!!!! Credo che questo “coso” si sia fatto un fiasco di Chianti!!! Forza Roma!

    • Nel mio c’è. La ROMA va comunque sempre tutelata e difesa dagli “agenti” esterni. Però oggi è dura non parlare degli agenti interni ed individuali come i maggiori colpevoli della figuraccia. Comunque concordo con te arbitraggio vergognoso. FORZA ROMA

  27. Mi dispiace x fonseca, ma un un’allenatore che non conosce quanti cambi può fare in una partita, non ha bene chiara la strategia di una partita e le Sue varianti non può continuare ad allenare la Roma.

Comments are closed.