SENTI CHI PARLA… ALLE RADIO – Ogni giorno, in questo spazio, potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano, raccolti dalla nostra Redazione…

(AGGIORNA)

Alberto Mandolesi a Centro Suono Sport: “La vera delusione ieri sera non è stata causata dal risultato perché purtroppo, visto l’andamento degli ultimi mesi, era preventivabile, ma dal dover constatare dopo la partita che non era stato preso nessun provvedimento. Che so, i giocatori in ritiro fino al termine della stagione, le dimissioni del tecnico… Qualcosa, insomma! Invece non è successo assolutamente niente. E allora, se non cambia niente, perché adesso dovremmo sperare che cambino i risultati?”

Francesco ‘Checco’ Oddo Casano a Centro Suono Sport: “Non ci sono più considerazioni tecniche da fare, perchè la Roma non ha più le parvenze di una squadra: dopo un anno di speranza e di rinascita, si è riusciti a distruggere tutto nuovamente. Un’accozzaglia di mezz’uomini, piena di gente priva di personalità e per buona parte scarsa tecnicamente. Sposo il senso di ribellione della Sud, che dopo anni di tecnici bruciati, ha deciso di difendere la causa di Rudi Garcia e resto convinto che i primi responsabili di questo tracollo siano dirigenti, che invece di risollevare le sorti di questa squadra, parlano di piazza dove si chiacchiera troppo. Mi aspetto a giugno un nuovo organigramma, gente che sa di calcio e che ha avuto esperienze importanti in questa piazza”

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Complimenti a tutti, non abbiamo toccato il fondo, stiamo proprio precipitando: per la prima volta quest’anno si parlerà di triplete in negativo e si può fare ancora meglio, uscendo dalla lotta per il secondo posto. Che cos’è che affligge la Roma? 14 somari in campo, strapagati, straviziati, strapontificati e quindi strafottenti. Una squadra presa a pallonate da tutti all’Olimpico, gente priva di personalità. Una società piena di parolai,ma cosa avete in testa, babbuini pieni di forfora?. Il rispetto di tutte le componenti dell’As Roma nei confronti dei tifosi è pari allo zero, ad iniziare dai nostri dirigenti: uscite dialettiche inqualificabili. Che cos’è Baldissoni? Un parassita inconsistente, un signorino pieno di sciarpe alla moda, che ha detto che a Roma non si vince perchè la piazza parla a sproposito. Ma come si permette? Dovreste chiedere scusa a tutti i tifosi romanisti. A questo va aggiunta l’assenza del Presidente, che brilla ancora per il suo silenzio assordante”

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Squadra incapace di intendere e di volere. Ci provano pure a impegnarsi, ma non ci arrivano. Garcia parla di Roma pronta al combattimento? Si, mi immagino Pjanic e Ljajic che mostrano i pettorali e si incattiviscono… Io proprietario adesso vado da Sabatini e gli chiedo che vuole fare ora. Non si possono accettare i dubbi del ds se rimanere o meno, perché qui è in ballo il futuro della Roma”.

David Rossi a Roma Radio: “Sembrava un film horror. Sono mercenari? Sono strapagati? E’ vero, è tutto vero. Ma parlarne oggi, dopo aver visto una partita nata morta, non ha senso. E’ una stagione maledetta questa. E’ un gruppo di persone completamente in bambola. Tutti hanno responsabilità, tutti. Garcia via? La Sud si è espressa, è il momento di cambiare impostazione. Cesena-Roma è una finale. A giugno tutti quanti si metteranno in discussione, da Zanzi fino a David Rossi. Devono ritrovare la dignità, più come persone che come calciatori”.

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo: “Ieri in campo ho visto grande fretta, troppa fretta. Se non ci fosse stata questa fretta, Skorupski non avrebbe preso quel gol”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Sabatini si prende le proprie responsabilità, questo gli fa onore, ma a me non fa né caldo né freddo. Non può prendersele tutte, però. L’allenatore deve sapere chi compra il direttore sportivo”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Di che parliamo oggi? Se parliamo di statistiche ci prendono a calcio. Dovrei tranquillizzarvi? Patetico. Chi è andato all’Olimpico ieri sapeva di poter uscire. Oggi come la commenti una partita che non è mai cominciata? Sabatini per me deve restare. Dove lo trovi uno che si prende le responsabilità in quel modo. Sull’errore di Skorupski non c’è un giocatore che va a dargli una pacca sulla spalla. L’espulsione di Keita? Neache un giocatore che va a consolarlo. Ma che squadra è? Se una cosa la vuoi la ottieni. Questa stagione potevano rovinarla solo i giocatori”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here