romanews-roma-luis-enrique-lutto
Foto Getty

LUIS ENRIQUE CALCIO CORONAVIRUS – “Il calcio senza tifosi è peggio di ballare con tua sorella”, Luis Enrique ha espresso così il suo parere negativo riguardo all’assenza di pubblico nel calcio post-coronavirus. Il ct della Spagna e ex allenatore della Roma ha partecipato alla trasmissione su YouTube Colgados de Aro e ha detto la sua anche sugli impatti della pandemia sul gioco e sullo spettacolo. “È molto brutto – ha aggiunto – ho visto il calcio tedesco ed è avvilente. Puoi sentire gli insulti e perdere l’intimità dei grandi momenti. Ma è chiaro che questo è un business globale che genera un sacco di soldi e anche se lo spettacolo è molto diverso da quando si gioca col pubblico, può aiutarci a passare il tempo e a superare questa situazione”.

Luis Enrique su Totti

Il tecnico si è poi espresso anche su Totti, ricollegandosi all’intervista dello storico capitano al quotidiano spagnolo Libero: “E’ una delle grandi soddisfazioni da giocatore. Quando vedi che c’è affetto e un ricordo meraviglioso delle esperienze condivise. Come allenatore è la stessa cosa. Quando sono arrivato, ci hanno messo in contrasto come sempre accade quando si arriva in un nuovo club, soprattutto per quanto riguarda la mia fama. Ho sempre avuto ottime referenze con la maggior parte dei giocatori. Non ho visto l’intervista, ho sempre avuto un buon rapporto con Francesco”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here