INTERVISTA LOSI ROMA – Giacomo Losi, storico capitano giallorosso, è stato intervistato nel corso di “Altrimenti ci arrabbiamo”, trasmissione in onda su Centro Suono Sport. Queste le sue parole all’emittente radiofonica.

L’intervista a Giacomo Losi

Le origini del soprannome “Core de Roma”?
“Il soprannome mi fu affibbiato da Walter Chiari durante un suo spettacolo. Inoltre, feci un gol contro la Sampdoria che ero infortunato, da qui è nato il mio soprannome. Ricordo che quel giorno l’Olimpico era impazzito”.

Lei è stato un difensore molto corretto…
“Ho ricoperto tutti e quattro i ruoli della difesa e sono stato ammonito solamente in un’occasione, proprio durante la mia ultima partita in carriera”.

Un giudizio su Fonseca?
“Secondo me è un buon allenatore, anche se molto dipende dai calciatori. Se un allenatore è bravo ma non lo sono i giocatori, puoi fare ben poco”.

Fonseca non ha intenzione di puntare su Florenzi: che ne pensa?
“È un qualcosa che non comprendo, non è possibile eliminare un calciatore in questa maniera. Probabilmente è successo qualcosa tra loro, Florenzi è stato messo in un angolo e ha finito così”.

Florenzi sembra destinato al Paris Saint-Germain
“Non è una squadra qualsiasi, andrebbe a giocare in un grande club e quindi non si capisce perché non possa stare con la Roma”.

Qualcuno dalla Roma le ha fatto gli auguri?
“No, un po’ mi dispiace. Ultimamente i giocatori forti della Roma vengono ignorati. Altri ex giocatori di altre squadre hanno i posti in tribuna per loro, a Roma non so come funzioni. Alla Roma comunque vorrò sempre bene, è stata la mia squadra del cuore”.

Perché ha giocato poco con la Nazionale?
“Ho fatto il Mondiale in Cile nel 1962, ma all’epoca si facevano pochissime partite con l’Italia, si facevano 1-2 partite all’anno”.

Print Friendly, PDF & Email

5 Commenti

  1. Caro Giacomino mio grande capitano, non è successo nulla con Fonseca, ma gli ultimi due anni a Roma sono stati disastrosi. Goal presi dalla parte sua, sempre a testa bassa mentre portiere o compagni gli davano la palla, paura di saltare di testa e poi cosa importante fisicamente (non dico di altezza) ma di resistenza durava 15 minuti. Ora ti domando, perché io allenatore onesto che nello spogliatoio non ho più chi lo proteggeva non devo chiedere uno meglio??? Forza roma sempre e comunque

    • E certo lo sai te se è successo qualcosa o no con Fonseca… come se te fossi dello spogliatoio, o uno dei 2 fosse tuo amico…
      Se invece Florenzi fosse la spia di cui parlava Petrachi…??? (a differenza tua, la mia è un’ipotesi senza certezze, non come sostieni tu fermamente che non sia successo nulla tra di loro)

  2. Grande, immenso capitano. Hai centrato l’argomento :è successo qualcosa. Ma NON con Fonseca, nè coi compagni. Extra-spogliatoio. Un giorno uscirà fuori. Non c’è perdòno.

  3. AMARE ROMA e LA ROMA da ROMANI è, direi, quasi scontato…ma AMARLE in modo così viscerale come hai fatto (e continui a fare) ti rende IMMENSO E UNICO nella nostra storia. GRAZIE CAPITANO ed AUGURI PER IL TUO COMPLEANNO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here