SENTI CHI PARLA… ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio”, è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

(AGGIORNA)

Daniele Lo Monaco a Rete Sport: “A me fa impressione vedere quanto in alto sia la Roma e vedere quante squadre si lascia dietro anche a livello europeo rispetto ai punti fatti. Questa classifica a me fa pensare che la Roma stia facendo un’impresa straordinaria”.

Patrick Vom Bruck a Rete Sport: “Rimango basito dal fatto che qualcuno ci scrive voi non dovete divendere l’indifendibile, le bestie”. Noi stiamo tutelando le persone che lunedi sera non era a Milano e che per due turni non potrà andare allo stadio. E poi per cosa, per dei presunti cori che forse neanche ci sono stati?”.

Riccardo Trevisani a Tele Radio Stereo: “Da qualche settimana il Catania gioca con il portiere. E’ una squadra cha ha perso la qualità di Lodi e dopo tanti anni di rischio di andare in Europa, alcuni hanno perso motivazione, un po’ come succede al Cagliari dopo metà campionato. E’ una partita che ha comunque i suoi imprevisti, per via delle assenze di De Rossi e Strootman. Per vincere lo scudetto serve una continuità, un’abitudine alla vittoria, che alla Roma manca”.

Luca Fallica a Tele Radio Stereo: “Siamo in attesa di novità per la squalifica della curva soprattutto per gli abbonati. La Roma non ci sta e sta pensando di tirare fuori qualcosa di concreto. Resta il fatto che questo coro non è stato fatto e i cori contro Balotelli non sono stati sentiti neanche dagli ufficiali della Lega, che altrimenti avrebbero avvisato Rocchi, che già aveva sospeso una partita”.

Enrico Maida a Rete Sport: “Con le curve stiamo prendendo una china che non mi piace. Non è giusta la sanzione oltretutto, parlare di insulti razzisti è fuorviante. La Roma ha un giocatore di colore che è Gervinho con cui non è razzista, si offende Balotelli non per il colore della pelle, ma perchè è Balotelli”.

Max Leggeri a Radio Manà Manà Sport: “Continuando a vedere le gare della Roma, mi sento di dire che ce la possiamo ancora giocare. Si può dare ancora filo da torcere alla Juventus”.

Gianluca Piacentini a Radio Manà Manà Sport: “A Milano avrei messo Florenzi al posto di Destro, con Ljajic che andava ad agire da punta. Totti l’avrei fatto entrare anche dieci minuti dopo. Il problema è che in panchina la Roma dovrebbe avere un primo sostituto di centrocampo migliore di Bradley”.

Fabio Maccheroni a Radio Manà Manà Sport(2): “Ora con tutta la rosa a disposizione credo che Garcia dovrà trovare una soluzione di gioco alternativa. Giocatori come Florenzi e Ljaiic rischiano di non giocare più sennò. Per fortuna che la pausa natalizia permetterà al mister transalpino di ragionare e trovare una variante. Sono sempre convinto che la Roma non vincerà lo scudetto. L’obiettivo giallorosso è entrare in Champions”.

Michele Giammarioli a Radio Manà Manà Sport(2): “Garcia non vede Florenzi come centrocampista. E’ rimasto soddisfatto da quello che fa quando gioca davanti e non credo che lo vedremo sulla linea mediana con il tecnico francese. Bradley sappiamo quello che può dare, non ci si può aspettare di più dall’americano, non mi accanirei cosi tanto. Se la Roma avesse nelle seconde linee altri giocatori sarebbe molto meglio. Contro il Catania con Totti e Destro dall’inizio”.

Guglielmo Timpano a Radio Manà Manà Sport: “Non è legittimo che vengano puniti tutti per colpa di poche persone che forse hanno nemmeno commesso un reato. Poi perchè devono pagare anche i 16.000 abbonati di curva che magari non erano a Milano? Parliamo di una norma ingiusta”.

Mimmo Ferretti a Tele Radio Stereo: “Come fa il giudice sportivo a dire “tifosi abitualmente frequentanti la Curva Sud” parlando di chi ha fatto i cori di Milano? C’è la brutta usanza di buttare tutto dentro al calderone e la società dovrebbe tutelare i propri tifosi, ma non vorrei che qualora il ricorso venga accolto ci venga detto “Vedete che non ce l’abbiamo con la Roma”, mettendo a tacere anche alcuni errori arbitrali”.
Paolo Assogna a Tele Radio Stereo: “La Roma sta iniziando ora il suo percorso per diventare grande. Manca il cinismo, come in Gervinho e Ljajic. Riconosco i segni ben avviati della grandezza. La Roma non aveva contro il Milan: Totti, Balzaretti, Pjanic e mezzo De Rossi. Mancavano tre pezzi da novanta”.
Pierluigi Pardo a Tele Radio Stereo: “La Roma è poco cinica sotto porta…probabilmente arrivano poco lucidi. La Juve ha più qualità complessiva, la Roma è al top. La squadra giallorossa sta facendo un campionato pazzesco. Se non ci fosse una squadra di marziani, difficilmente non sei in testa con i punti della Roma. L’unico titolare migliorabile è il terzino sinistro. Per il resto non cambierei nulla, serve però una rosa profonda, che renda più sottile la differenza tra i titolari e le riserve. La Juve a volte vince anche per inerzia, ma per atteggiamento e per DNA la Roma non ha mai vinto una partita come fa la Juventus”.

David Rossi a Tele Radio Stereo: “Se la Juventus farà più di 90 punti chapeau, saranno la squadra migliore di sempre del campionato italiano. Se invece stanno avendo la loro fase di picco e conosceranno una fase di calo, allora anche loro pareggeranno qualche partita. Viviamo partita per partita, mancano ancora un enormità di punti”.

Mario Corsi a Centro Suono Sport: “Contro il Catania io avrei mandato in curva i ragazzini delle scuole di Roma gratis, con degli accompagnatori che gli spiegano che non vanno insultati i tifosi avversari e l’arbitro. Questo sarebbe stato un bel messaggio da mandare. Ora vedremo cosa farà la Roma, alla Juve gli faresti male due volte perchè gli fai vedere che i bambini a Roma non insultano nessuno”.

Ugo Trani a Rete Sport: “Ma anche se fosse, cosa c’è di discriminante in “Rossoneri squadra di neri”? E poi nel coro vero cosa c’è di male in “Rossoneri carabinieri”? Ma perché non viene punito il coro “Romano bastardo”? Sono contento che la Roma non faccia entrare i bambini in curva, è una buffonata”.

Massimiliano Magni a Rete Sport: “Qualunque sia stato il coro non è giusto chiudere una curva per 1700 persone che hanno fatto un presunto coro. Ci sono i biglietti nominali, si punisca chi era a Milano. Secondo me andrebbe squalificato chi scrive certi comunicati, non ci si capisce nulla. Forse perché non sanno neanche loro cosa scrivere. Se Rudi Garcia dopo Milan-Roma ha mosso qualche critica alla squadra, trovo che sia del tutto normale”.

Luca Valdiserri a Rete Sport: “Con tutto quello che sta succedendo intorno al calcio italiano, Roma ed Inter sono fortunate che qualcuno dall’estero sia venuto ad investire qui. Curva chiusa? Premesso che il coro non era ‘Rossoneri squadra di neri’, ma ora non si può dire neanche più neri? Al limite si puniscano i 1700 di Milano e basta”.

Tiziano Carmellini a Radio Manà Manà Sport: “Il coro è stato assolutamente strumentalizzato, c’è stato un coro “rossoneri carabinieri”, abbiamo la prova. Poi vorrei sapere perché hanno fatto i biglietti nominativi e i tornelli? In Inghilterra sanno chi occupa i rispettivi posti, se fai qualcosa ti beccano e sono guai”.

Michele Giammarioli a Radio Manà Manà Sport: “Le dieci vittorie ci hanno fuorviato, e invece ci troviamo oggi con un’altra Roma. Ma sono ottimista e nel girone di ritorno potrebbero ripetersi le tante vittorie. La partita di Torino ci potrà dire molto a patto che batta prima il Catania e poi il Genoa”.

Fabio Maccheroni a Radio Manà Manà Sport: “La Roma ha fatto cose straordinarie, a cinque punti dalla prima, che va fortissimo. Non vedo delle lacune. Vedo una squadra straordinaria che sta facendo una stagione straordinaria. La Juventus in questo momento è inarrivabile”.

Max Leggeri a Radio Manà Manà Sport: “A questa Roma non manca niente, se non c’è Pjanic hai Florenzi a centrocampo. Possiamo imputare qualche colpa a mister Garcia, se avesse fatto entrare Alessandro nella zona mediana del campo ci sarebbe stato più equilibrio”.

Angelo Di Livio a Radio Manà Manà Sport: “La gara della verità per la Roma è quella con la Juventus, ma attenzione al match con il Catania, anche perché sei in piena emergenza. Florenzi se lo schieri come interditore lo limiti molto”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here