SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

Stefano Petrucci a Tele Radio Stereo: “Migliori allenatori della Roma degli ultimi dieci anni? Spalletti, Fonseca e Luis Enrique… Il peggiore? Ci sono stati delle belle pippe…in relazione alla quotazione anche popolare Zeman è proprio il numero a paletti, l’allenatore più inspiegabilmente considerato nella storia del calcio. Poi Andreazzoli, assolutamente inadeguato, forse la peggior intuizione di Sabatini di tutta la carriera. Ma anche Di Francesco secondo me non era all’altezza”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Il piano è di riprendere a giocare a metà maggio. Questo vorrebbe dire che si giocherebbe, tra campionato e coppe, dal 20 maggio al 30 agosto vedremmo calcio tutti i giorni. Per la prima volta nella nostra vita vedremo tutte le sere d’estate calcio vero, di competizioni ufficiali. Si potrà fare? Qualche presidente è convinto di sì, ma c’è anche chi non ci pensa assolutamente come Cellino che minaccia di ritirare il Brescia e portare tutti in tribunale… La mia domanda però è sempre la stessa: davvero pensiamo che dal 20 maggio al 30 agosto non ci sarà più nemmeno un contagiato in nessuna squadra d’Europa? Non ci credo nemmeno se lo vedo. Ma loro non lo sanno? Certo che lo sanno…vi leggo una notizia su un quotidiano finanziario: Dazn ha deciso di rinviare i pagamenti alle leghe sui diritti del calcio, che significa questo? Non è che stanno facendo questa manfrina per far pagare le emittenti televisive? Io una domanda me la faccio”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Coronavirus? Noi ci dobbiamo affidare all’ufficialità, che è l’Istituto Superiore di Sanità, non dobbiamo sentire le altre campane. Se stiamo a sentire questo o quel medico non se ne esce. Io non sento la mancanza del calcio perchè abbiamo tutti altri problemi ora. Ma il calcio è come una droga… Ora stiamo chiusi in casa per colpa del virus, ma se fosse per altri motivi pensa che bello poter vedere le partite…quando c’è la pausa della Nazionale la gente è incavolata perchè non ci sono le partite”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Te lo immagini che ti hanno tenuto due mesi a casa o anche di più, e poi l’estate, che c’è la possibilità finalmente di evadere da questa situazione, ti rimetti chiuso in casa a vedere le partite…è contraddittoria la cosa non vi pare?”.

Print Friendly, PDF & Email

9 Commenti

  1. Qui abbiamo industria e turismo fermi e questi pensano all’indotto del calcio. E’ proprio vero che l’italiano è capace solo di pensare al proprio orticello.

  2. Il calcio viene per ultimo ! Competizioni finite ! CONTA LA SALUTE ed il soostegno all’ agricoltura, ai Parchi, alla lotta contro la siccita’, agli invalidi civili, ai senzatetto, agli anziani, agli operai, alla Sanita’, alle forze dell’ ordine, ai Vigili del Fuoco, ai piccoli commercianti. Che l’ EUROPA ci aiuti o sara’ la sua fine !

    • Nelle mie camere oltre a tantissime cose appese ai muri ci sono due bandiere dell’ UNIONE-EUROPEA: voglio aver fiducia che l’ EUROPA sara’ giusta. Idem il Governo che NON deve aiutare il calcio ma invece preoccuparsi delle Federazioni “minori”.

  3. Quoto totalmente quanto scritto da Adamas. Conta la salute e il sostegno a tutto ciò che ha scritto. Se l’Europa non si dimostrerà UNITA in questa tragedia mondiale, significherà il suo fallimento. E’ adesso il momento per dimostrarlo e mettere a disposizione dei suoi componenti tutta la potenza di fuoco economico di cui dispone! ADESSO! NESSUN RINVIO!
    Niente calcio e niente manifestazioni pubbliche fino a quando non ci sarà la CERTEZZA ASSOLUTA che tutto sarà finito. Ci vediamo al prossimo campionato 2020 – 2021.

  4. Dire che Di Francesco è un allenatore scarso, è rinnegare l’allenatore che ti ha portato in semifinale di Champions, massimo traguardo raggiunto da questa squadra negli ultimi 12 anni. Fonseca in confronto andava esonerato se raffrontiamo la squadra dell’anno scorso con quella di quest’anno.

  5. Ma a chi importa cosa hanno da dire «Lo prete fofò e struzzo», di ciò che scrivono tutti e tre messo insieme, sopratutto in questo contesto, non cè una riga una che abbia un senso.

Comments are closed.