Foto Tedeschi

ROMA YOUNG BOYS CRONACA – Dopo la batosta in campionato contro il Napoli, la Roma si rialza in Europa League: alle 21:00 i giallorossi affrontano allo Stadio Olimpico lo Young Boys per la quinta giornata del Girone A del trofeo. Ai ragazzi di Fonseca serve un solo punto contro gli svizzeri per blindare il primo posto, dopo che contro il Cluj era arrivata la qualificazione matematica ai sedicesimi. I capitolini partono all’arrembaggio nel primo tempo e sfiorano il gol dopo neanche un minuto con Calafiori, poi in ordine con Bruno Peres, Carles Perez, Borja Mayoral e Pedro. Ma i primi ad andare in vantaggio sono gli avversari al 34′ con la rete di Nsame, che approfitta di un errore difensivo di Cristante. Ma la Roma allo scadere della prima frazione di gioco riesce a riportare subito l’equilibrio con il gol di Borja Mayoral, alla sua 4 marcatura stagionale. Riprende il secondo tempo e i giallorossi ripartono all’attacco, trovando la rete della rimonta con Calafiori. Il terzino giallorosso aveva sfiorato la gioia personale in altre due occasioni e sempre dalla distanza, ma stavolta fa centro con un gran tiro dalla distanza che finisce all’incrocio dei pali. La Roma prende forza e continua a giocare in avanti, concedendo ben poco allo Young Boys. La partita si chiude definitivamente all’81esimo quando il neo entrato Dzeko raccoglie un gran assist di Bruno Peres e in mezza rovesciata la mette dentro. Poco dopo viene espulso anche Camara per un fallo di reazione su Mkhitaryan e così la Roma mette a segno una rimonta che vale la qualificazione ai sedicesimi come prima del girone.

Cronaca testuale
Claudia Belli

Roma-Young Boys, il tabellino

ROMA (3-4-2-1): 13 Pau Lopez; 3 Ibanez (46′ Spinazzola), 4 Cristante (65′ Fazio), 5 Jesus; 33 Bruno Peres, 14 Villar (60′ Pellegrini), 42 Diawara, 61 Calafiori; 31 Carles Pérez, 11 Pedro (46′ Mkhitaryan), 21 Borja Mayoral (60′ Dzeko)
A disp: 83 Mirante, 50 Berti, 2 Karsdorp, 24 Kumbulla, 52 Bove, 62 Milanese, 54 Ciervo
All. Paulo Fonseca

INDISPONIBILI: Zaniolo (rottura del legamento crociato del sinistro), Pastore (problema all’anca), Mancini (problema muscolare), Veretout (problema muscolare).
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Bruno Peres, Villar, Karsdorp

YOUNG BOYS (3-5-2): 26 von Ballmoos; 5 Zesiger, 4 Camara, 25 Lefort; 36 Hefti, 16 Fassnacht, 60 Rieder (57′ Sierro), 20 Aebischer (67′ Gaudino), 21 Garcia (67′ Elia); 18 Nsame (76′ Siebatcheu), 13 Ngamaleu (76′ Mambimbi).
A disp.: 91 Faivre, 43 Neuenschwander, 14 Burgy, 24 Maceiras, 10 Sulejmani, 27 Seydoux, 22 Maier, 77 Seferi.
All.: Gerardo Seoane

INDISPONIBILI: 28 Lustenberger (problemi lombari), 35 Pereira (problema agli adduttori), 30 Lauper (rottura del legamento crociato), 6 Petignat (rottura del legamento crociato), 7 Spielmann (problema fisico).
DIFFIDATI: Aebischer.
SQUALIFICATI:-.

ARBITRO: Franko Jovic (CRO)
ASSISTENTI: Ivica Modric (CRO), Hrvoje Radic (CRO)
IV: Mario Zebec (CRO)

Marcatori: 34′ Nsame (Y), 44′ Mayoral (R), 59′ Calafiori (R), 81′ Dzeko (R)
Ammonizioni: 29′ Calafiori (R)
Espulsioni: 82′ Camara (Y)
Note: Primo tempo minuti di recupero 2.
Secondo tempo minuti di recupero 3.

La cronaca

SECONDO TEMPO

93′ – Triplice fischio: la Roma vince in rimonta e trova la qualificazione come prima del girone con un turno d’anticipo.

90′ – Sono tre i minuti di recupero.

82‘ – Rosso diretto per Camara per un fallo di reazione su Mkhitaryan.

81′ – GOOOOOOOOOOL DELLA ROMA! Dzeko di mezza rovesciata la mette dentro e blinda il risultato. Grande assist di Bruno Peres che salva il pallone dalla rimessa dal fondo.

80′ – Mambimbi ruba il tempo a Fazio e si porta sul vertice sinistro dell’area di rigore. Il neo entrato prova il tiro che finisce di qualche centimetro sopra la porta.

76′ – Mambimbi entra al posto di Ngamaleu, mentre Siebatcheu per Nsame.

75′- Pellegrini si incarica di tirare il calcio di punizione ma la conclusione finisce alta sopra la traversa.

73′ – Subito ammonito il neo entrato Elia per un fallo su Mkhitaryan, che stava tentando di entrare in area di rigore.

67′ – Cambio per lo Young Boys. Gaudino prende il posto di Aebischer, mentre Garcia lascia il posto ad Elia.

65′ – Altra sostituzione per la Roma: entra Fazio, dopo essere guarito dal coronavirus, al posto di Cristante.

65′ – Ancora la Roma in avanti: Carles Perez raccoglie il pallone al limite dell’area di rigore e fa partire un tiro potente, ma purtroppo centrale. von Ballmoos para senza problemi.

60′ – Doppia sostituzione per la Roma: Dzeko e Pellegrini entrano al posto di Mayoral e Villar.

59′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!!!!! Una grandissima rete dalla distanza di Calafiori che la mette proprio all’incrocio dei pali con il collo esterno sinistro.

57′ – Prima sostituzione per gli ospiti: esce Rieder, al suo posto entra Sierro. Nel mentre tra le fila della Roma cominciano a prepararsi Dzeko e Pellegrini.

55′ – NOOOO! Mkhitaryan fa partire un gran tiro dal limite dell’area, il portiere ancora una volta è protagonista di un’ottima parata in calcio d’angolo.

49′ – Calafiori ci riprova dalla distanza ma il pallone viene deviato in calcio d’angolo da un avversario.

48′ – Diawara trova Mkhitaryan in area, l’armeno prova la conclusione che però viene respinta da un avversario, il pallone torna sui piedi del numero 77 che conclude in porta. Facile per il portiere fermare la sfera.

46‘ – Comincia il secondo tempo. Mkhitaryan entra al posto di Pedro, Spinazzola al posto di Ibanez.

PRIMO TEMPO

47′ – Duplice fischio: finisce il primo tempo.

45′ – Sono due i minuti di recupero.

44′ – GOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!!!!! Il portiere respinge la conclusione di Pedro, poi Borja Mayoral di testa la mete dentro.

43′ – Uno-due tra Calafiori e Borja Mayoral, con quest’ultimo che di tacco serve il compagno a tu per tu con il portiere. Il terzino va alla conclusione ma il pallone finisce tra le mani di von Ballmoos.

40′ – Aebischer leva il pallone dai piedi in area di rigore a Borja Mayoral.

34′ – GOL DELLO YOUNG BOYS. Nsame salta Cristante in area di rigore e la mette alle spalle di Pau Lopez.

32′ – Ngamaleu fa partire il destro dal limite dell’area di rigore. La conclusione però è alta e finisce sopra la porta protetta da Pau Lopez.

29′ – Cartellino giallo per Calafiori per un fallo su Lefort.

28′ – NOOOOOOOOOO! Altra occasione sprecata per la Roma. Pedro si ritrova solo davanti al portiere grazie al passaggio filtrante di Carles Perez. Lo spagnolo conclude praticamente addosso al portiere.

24′ – Nsame prova ad entrare in area di rigore ma è bravo Bruno Peres a levare in scivolata il pallone dai piedi dell’avversario. Una volta allontanato il pallone il giallonero si scontra con Ibanez ma fortuitamente.

20′ – Pedro fa partire un cross per Borja Mayoral, il tiro però supera lo spagnolo che si trovava al centro dell’area solo davanti al portiere, finendo in fallo laterale dall’altro lato del campo.

18′ – Ancora in avanti i giallorossi con Borja Mayoral che si gira e fa partire un destro dal limite dell’area. La conclusione non è troppo forte e von Ballmoos riesce a salvare la porta.

16′ – Ancora un’occasione per la Roma con Pedro che dal vertice sinistro dell’area di rigore fa partire un mancino in porta. von Ballmoos è pronto e respinge.

14′ – NOOOOOOOOOOOOO!!!! Roma vicinissima al gol con Carles Perez che viene lanciato da un ottimo cross di Pedro. Controlla bene il pallone e di esterno sinistro conclude in rete ma il pallone finisce di pochissimo fuori.

9′ – Fallo di Garcia su Bruno Peres. L’arbitro chiama l’irregolarità ma non dà nessun cartellino. Il giallonero però ha interrotto una potenziale ripartenza dei padroni di casa.

8′ – NOOO!! Bruno Peres si incarica di battere il calcio di punizione: il tiro è buono e potente ma viene deviato all’ultimo dalla barriera. Il portiere manda con i pugni in calcio d’angolo.

7′ – Rieder atterra Carles Perez con un colpo al volto al limite dell’area di rigore. Sarà calcio di punizione per la Roma, la posizione è centrale.

3′ – Ngamaleu si libera degli avversari e arriva in fondo al campo, mettendola al centro per Nsame. Il gialloverde però per impattare il pallone colpisce di testa Villar, in anticipo, che finisce a terra. Entrano i soccorsi per entrambi.

1′ – Prima occasione per i giallorossi con Calafiori che fa partire un esterno sinistro da fuoriarea che finisce di poco fuori. Il pallone poco prima di toccare terra era girato molto.

1′ – Fischio d’inizio: comincia la partita.

Pre partita

Ore 20:29 – Anche la Roma scende sul terreno di gioco per il riscaldamento pre partita.

Ore 20:22 – Lo Young Boys scende in campo per il riscaldamento. Per i giallorossi invece iniziano il lavoro i portieri.

Ore 20:00 – Lo Young Boys ha reso nota la formazione ufficiale.

Ore 19:50 – La Roma rende noti gli undici che partiranno dal primo minuto!

Ore 19:38 – La Roma è arrivata allo Stadio Olimpico.

Ore 19:34 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, ha reso nota la formazione ufficiale della Roma.

I precedenti

Tolta la gara d’andata terminata 2-1 per la Roma in Svizzera, non vi è nessun precedente ufficiale tra le due formazioni. La squadra giallorossa ha incontrato per 12 volte squadre svizzere in competizioni UEFA, ottenendo 6 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte. Nelle 6 gare giocate allo Stadio Olimpico, la Roma ha vinto 5 volte.

Print Friendly, PDF & Email

13 Commenti

  1. La difesa della ROMA e’ veramente un invito per gli svizzeri. vediamo se questi tre fanno dei regali prima del NATALE.

    • Niente regali, lo Young Boys è una squadra di pellegrini da asfaltare o, meglio, 1-0 basta che vinciamo. Se non va così si “rinnova” solo l’invito a cambiare giocatori e allenatore perchè non sarebbero da Roma.

  2. La Roma è carente di alternative. Bisogna avere giovani forti della primavera e valide alternative per la rosa che possono fare i titolari. Certo tutte queste partite di seguito non aiutano, però serve un sistema diverso, per esempio io prenderei anche giocatori di 31 anni, a parametro zero, ma gli farei contratti brevi e questo garantirebbe esperienza. Poi investi tutti i soldi per 2 giocatori giovani e forti. Intanto migliori costantemente la primavera o anche gli allievi e i pulcini così avrai giocatori forti senza doverli comprare.

  3. Ovviamente VINCERE! Ma passare il girone per incassare soldini,oppure per arrivare a vincere la Coppa Uefa? Texani fateci sapere.

  4. CRISTANTEEEEEEEEEEEEEEEEE !!!!!!! GOL YOUNG BOYS GRAZIE AL CAMPIONE ITALIANO ! AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA Do stanno quello che lo difendevano ?!? doveeeeeee ?!?!? aahhahaahhahaahahahahha xD

    • Mettici Pellegrini ha fare il difensore centrale visto quanto è umile e “duttile”, sia mai che trova un ruolo. Non critichero’ mai un trequartista che zitto e muto accetta di fare figuracce per aiutare la sua squadra.
      Tifate e capite aquilotti….

      • No il problema é un altro. Cristante OVUNQUE lo metti é una pi**a al sugo.
        Se hai paura o ti vergogni di dirlo é un problema tuo, non mio.
        Ho sempre detto che é scarso come pochi al mondo…….ha beccato un doppio passo che manco gli allievi. É partito in ritardo, non é entrato sulla palla per paura pur avendo recuperato per un attimo, ha beccato un ‘contropasso’ da paura e ha visto l avversario esultare……non perché non é un difensore, ma perché é un brocco.
        Puro e semplice.

  5. solita roma : attacca sterilmente, poi alla prima occasione cani e porci fanno goal come e quando vogliono …
    ridicoli , ma l’importante è andare avanti così …

  6. ma ve rendete conto che giochi col centrale di difesa dei 3 che è un adattato che non ha caratteristiche da marcatore? de che ve lamentate? a me stanno piacendo,bisogna contestualizzare!

  7. A certi qui dentro che “tifano” i calciatori romani a prescindere…ecco, se proprio dovete, allora orientatevi su Calafiori, che a 18 anni ha piu’ personalita’ di Pellegrini, Riccardi, Florenzi ecc. ecc. messi insieme.
    Lo dico dalla partita con la Juve dell’anno scorso.
    Spero che certi atteggiamenti marci della nostra tifoseria non rovinino anche lui.

    P.S. Vorrei scrivere qualcosa su Cristante, ma evito…

  8. Perfettamente daccordo. ANCHE SE poi é sul campo che si deve dimostrate….
    Ne abbiamo visti tanti di belle aspettative, naufragati sia col bel che col cattivo tempo.
    Cristante é uno dei peggiori giocatori mai visti su un campo di calcio…….non ve vergognate di dirlo perché é la veritá.
    Prima lo vennemo mejo é.

  9. Considerato che anche Mirante ha fatto un paio di assist adesso con il gol di calafiori siamo al completo……… tutti hanno fatto meglio di Pellegrini negli ultimi 12 mesi. 90 partite in giallorosso di cui 9 accettabili, 40 anonime, 41 disastrose e qualcuno parlava ieri di “leggera” involuzione!!!!…… ma l’evoluzione quando è avvenuta?? Mi è sfuggita completamente….

Comments are closed.