romanews-roma-coronavirus-grafica
Foto Getty

LIVE CORONAVIRUS – Tutti gli aggiornamenti sull’emergenza Coronavirus in Italia e nel mondo.

Gli aggiornamenti

Ore 22.50 – Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, ha avuto oggi un colloquio telefonico con il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, presentando la proposta italiana all’Onu (e dunque all’OMS) per istituire una Grande Alleanza internazionale per il vaccino contro il coronavirus. Secondo quanto riportato da corriere.it Di Maio ha affermato: “Il mondo deve essere unito di fronte a questa sfida e dobbiamo fare in modo che il vaccino, quando arriverà, dovrà essere di tutti, non di pochi”.

Ore 21.00 – Intanto, dalla Germania arriva una importante decisione per il mondo dello sport: fino al 31 agosto saranno proibiti eventi a porte aperte. Un’ulteriore certezza sulla ripartenza del calcio senza pubblico.

Ore 18.10 – Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, almeno 165.155 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (2.667 in più rispetto a ieri, quando erano saliti di 2.972 unità: la crescita oggi è dell’1.6%) . Di queste, 21.645 sono decedute (+578, +2.7%: ieri erano stati 602) e 38.092 (+962, +2.6) sono state dimesse. Attualmente i soggetti positivi dei quali si ha certezza sono 105.418 (il conto sale a 165.155 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia). I dati sono stati forniti dalla Protezione civile.

Ore 17.55 – Parte la procedura per i test sierologici che dovrebbero consentire di individuare i potenziali “immunizzati” dal Coronavirus. Il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri ha ricevuto dal governo italiano l’incarico di avviare la procedura pubblica per la ricerca e l’acquisto dei test, che dovranno rispondere a una serie di caratteristiche individuate dal Ministero della Salute. Il test, come riporta TGcom24, sarà somministrato a un campione di 150mila persone individuate su scala nazionale e suddivise per profilo lavorativo, genere e sei fasce di età.

Ore 17.30 – Lo stop dei campionati legato all’emergenza Coronavirus ha messo in difficoltà economica diverse squadre di Serie A. Per questo anche il Parma ha trovato un’intesa sulla riduzione degli stipendi dei propri calciatori. Questo il testo della nota apparsa sul sito ufficiale della società emiliana: “Parma Calcio 1913 comunica di aver ricevuto da parte dei propri tesserati (allenatore, staff prima squadra, direttore sportivo, collaboratori e la totalità dei giocatori) l’unanime disponibilità alla riduzione dell’emolumento annuo – in misura di una mensilità onnicomprensiva – alla luce dell’emergenza sanitaria che sta impedendo lo svolgimento dell’attività sportiva e causando già ora ingenti danni economici alla società. L’integrazione degli accordi individuali relativi, che non riguarderanno i tesserati del Settore Giovanile e che si applicheranno a partire da una soglia minima di compenso annuo, verranno perfezionati non appena possibile, come previsto dalle norme vigenti”.

Ore 16.40 – L’emergenza Coronavirus continua a estendersi nel mondo. In alcuni Paesi però si prova a ripartire. E’ il caso dell’Austria, dove Werner Kogler, Vice Cancelliere e ministro dello Sport, ha infatti annunciato la possibilità per i club della massima serie di tornare sul campo di allenamento a cominciare da lunedì prossimo, con le dovute precauzioni. Per la ripresa del campionato bisognerà invece attendere almeno l’inizio di maggio.

Ore 16.00 – L’Agenzia Italiana del Farmaco ha pubblicato sul suo sito il primo Report sui protocolli degli studi clinici dei farmaci utilizzati per il trattamento di pazienti affetti da Covid-19 valutati dalla Commissione tecnico scientifica (CTS). Il Report fornisce i dati sul numero di studi clinici pervenuti, sulle proposte di sperimentazioni e sull’esito della loro valutazione. Al 13 aprile sono state valutate dalla CTS 80 domande, tra richieste di autorizzazione di avvio di protocolli di sperimentazione e proposte di studi clinici. Di questi 16 studi clinici hanno avuto parere favorevole, 7 sono stati autorizzati anche dal Comitato Etico Unico dell’INMI L. Spallanzani e sono stati avviati. A questi si aggiungono due studi clinici sul medicinale Remdesivir, approvati dall’AIFA prima dell’entrata in vigore del DL Cura Italia. In totale gli studi avviati sono attualmente 9.

Ore 15.30 – Una volta che il lockdown per il Coronavirus sarà finito e riprenderemo una vita “normale”, costerà molto di più viaggiare in aereo, almeno secondo gli esperti. Il costo del biglietto infatti potrebbe costare il doppio se non anche il triplo rispetto ad ora. Secondo quanto riporta il Telegraph, sarà questo l’effetto delle nuove misure di distanziamento sociale che dovranno adottare le compagnie aeree. Se le aviolinee, infatti, saranno autorizzate a vendere solo la metà dei biglietti su un volo per consentire la distanza di un metro tra due persone, giocoforza cercheranno di rivalersi sul prezzo del biglietto per mantenere un margine di profitto. In altri termini, ciò si tradurrà in un’impennata dei prezzi. prezzo biglietti potrà perfino triplicare . “Ci sono attualmente tariffe economiche disponibili, ma questo prezzo si basa su un aereo completo”, hanno spiegato gli esperti al quotidiano britannico aggiungendo che “il margine di profitto su un singolo posto a sedere è di circa 5 sterline in media, quindi è inevitabile che i prezzi dei biglietti dovranno salire per mantenerlo, se solo una parte dei posti potrà essere venduta”. Le compagnie aeree dovranno presumibilmente seguire una vademecum di social-distanza: ciò impedirebbe loro di vendere più di una certa percentuale di posti disponibili su un determinato volo, per garantire che i passeggeri siano appunto distanziati.

Ore 15.00Daniele Frongia, Assessore allo Sport di Roma, ha parlato della gestione dell’emergenza Coronavirus nella Capitale alla commissione capitolina competente in ambito sportivo. Ecco dunque le sue parole: “Non abbiamo alcun documento governativo che ci dia indicazioni sulla fase 2, a oggi non sappiamo quando e come lo sport potrà ripartire. C’è in Giunta un provvedimento per la sospensione fino a settembre dei canoni per gli impianti sportivi comunali, allungando di qualche mese il provvedimento governativo”.

Ore 14.50 – Il Coronavirus si è ormai esteso da settimane in tutto il mondo, colpendo anche alcuni esponenti del calcio, come Daniele Rugani e Blaise Matuidi. Come riporta la Juventus sul proprio sito ufficiale, però, i due giocatori bianconeri sono finalmente guariti dal Covid-19. Ecco la nota del club a riguardo: “”Daniele Rugani e Blaise Matuidi hanno effettuato, come da protocollo, il doppio controllo con test diagnostici (tamponi) per il Coronavirus. Gli esami hanno dato esito negativo. I giocatori sono pertanto guariti e non sono più sottoposti al regime di isolamento domiciliare”.

Ore 14.35 – Continuano le misure restrittive legate all’emergenza Coronavirus in Italia. Sono infatti 9.554 le sanzioni emanate martedì durante i controlli per il contenimento del Covid-19 in tutto il Paese. Lo si apprende dai dati diffusi dal Viminale. Le persone controllate sono state 265.131, mentre 61 quelle denunciate. Per quanto riguarda gli esercizi commerciali, i controlli sono stati 97.598, 110 i sanzionati, 35 gli esercizi chiusi.

Ore 14.10 -L’emergenza Coronavirus imperversa in tutto il mondo. In Cina però si sta tornando progressivamente alla normalità. Lo testimonia Stephan El Shaarawy, che su Instagram ha postato delle foto di lui mentre si allena in campo con la maglia dello Shanghai Shenhua. Ecco il messaggio di speranza dell’ex Roma: “Di nuovo in allenamento”.

Ore 13.45 – A seguito della decisione dell’Uci sul Tour de France, i Mondiali di ciclismo su strada 2020 ad Aigle-Martigny (Svizzera) si svolgeranno nelle date previste, 20-27 settembre. Il programma della manifestazione non cambia. Dopo la rassegna iridata, invece, si terranno Giro d’Italia (probabilmente dal 3 al 25 ottobre) e Vuelta a Espana, mentre i campionati nazionali, organizzati dalle singole federazioni, andranno in scena nel fine settimana del 22-23 agosto. Confermati i campionati europei Uec su strada. L’Uci ha anche stabilito che le cosiddette classiche ‘monumento’, come la Milano-Sanremo, il Giro delle Fiandre, la Parigi-Roubaix, la Liegi-Bastogne-Liegi e Il Lombardia si correranno tutte in questa stagione, in date ancora da definire.

Ore 13.30 – L’emergenza Coronavirus ha portato all’affermazione dell’uso delle mascherine protettive anche in Europa. Non tutte però sono regolarmente prodotte. Ecco perché la Guardia di Finanza di Roma ha dovuto sequestrare oltre 130mila mascherine scovate in un magazzino del Prenestino, di proprietà di un cittadino cinese sorpreso mentre stava riproducendo le etichette con il marchio CE utilizzando un computer e una stampante professionale. La Compagnia di Frascati ha scoperto poi in una rivendita di Ciampino alcune mascherine protettive in stoffa che, oltre ad essere sprovviste del marchio CE, riproducevano illecitamente i colori e i loghi delle più note squadre di calcio del campionato di Serie A. Complessivamente, sono stati denunciate alle Procure della Repubblica di Roma e Velletri 17 persone, responsabili dei reati di frode in commercio, manovre speculative su merci, detenzione per la vendita di capi con marchi contraffatti e ricettazione. A 9 imprese è stata contestata l’inosservanza dell’obbligo di chiusura.

Ore 13.05 – Il numero di decessi giornalieri in Spagna è sceso leggermente a quota 523. Lo riporta l’ultimo bollettino sanitario iberico. Aumentano invece le infezioni, rimbalzate del 3% e arrivate a quota 177.633. Sono invece 18.579 i decessi rilevati nel Paese dall’inizio della pandemia.

Ore 12.45 – Il Coronavirus si è ormai diffuso in tutto il mondo. A favorire il contagio potrebbe essere stata una caratteristica tipica del Covid-19, rivelata da uno studio pubblicato su ‘Nature Medicine’. Il Coronavirus infatti sarebbe contagioso già 2-3 giorni prima della comparsa dei sintomi. Eric Lau e i suoi colleghi dell’Università di Hong Kong hanno studiato i modelli temporali della diffusione virale in 94 pazienti con Covid-19 ricoverati al Guangzhou Eighth People’s Hospital in Cina. Gli studiosi hanno dedotto che la contagiosità è iniziata in media circa 2 giorni e mezzo prima della comparsa dei sintomi e ha raggiunto il picco 0,7 giorni prima della loro manifestazione. Secondo le stime dei ricercatori, ben il 44% dei casi secondari sarebbe stato infettato durante la fase pre-sintomatica.

Ore 12:00 – Ecco il bollettino odierno dello Spallanzani: “I pazienti Covid-19 positivi sono in totale 155. Di questi, 22 necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 276”.

Ore 10:30 – Arrivano buone notizie per le persone a cui spetta il bonus di 600€: la cifra sarà pagata entro il fine settimana a 1,8 milioni di lavoratori. Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia, ieri sera ha parlato a Porta a Porta: “I pagamenti sono in corso ed entro venerdì saranno ultimati. L’aumento a 800€? E’ un numero verosimile”, afferma.

Ore 9:54 – In Cina, si sono registrati 46 nuovi casi di coronavirus, di cui 36 importati e 10 interni.I nuovi casi di asintomatici accertati sono 57, di cui tre importati: il totale è salito a 1023, di cui 228 dall’estero.

Ore 9:20 – Da diversi giorni sui social stanno girando immagini di un rendering della “Nuova Neon Group 2” di Serramazzoni. L’azienda di Modena ha provato ad immaginare il ritorno in spiaggia disegnando dei box in plexiglas: tre pannelli lunghi, nella base, 1.5 metro che sommati arrivano quindi a 4.5 metri, e alti 2 metri. All’interno un ombrellone e due lettini. Una ipotesi, questa, che però lascia perplessi i gestori degli stabilimenti. Andrea Defonte, presidente del comitato balneari di Ostia, a RomaToday ha scansato questa eventualità con forza: “Quella di costruire delle barriere temporanee che dividono gli spazi, è una soluzione impensabile per noi. Quelle immagini le abbiamo viste anche noi sui social e sui giornali, ma nessuno ce le ha mai proposte concretamente. Non ne sappiamo nulla, ma di certo non ci trovano d’accordo. I concessionari dovranno organizzarsi nei controlli, che siano uguali per tutti o individuali l’importante è che ci siano regole chiare, definite e fatte il prima possibile. Abbiamo già scritto al Ministero della Salute, alla Regione e al Comune. Stiamo pensando anche all’assunzione di alcuni steward che possano far rispettare le distanze di sicurezza tra ombrelloni, sdraio e lettini”.

Ore 9:15 – Tre case di riposo della provincia fanno aumentare i nuovi contagiati nelle ultime 24 ore. Come riporta RomaToday, sono 127 i nuovi casi di coronavirus a Roma e in provincia nelle ultime 24 ore (qui i dati), 143 complessivamente nel Lazio. Di questi la maggior parte (ossia 95 casi) arrivano dalle case di riposo con le Asl e la Regione Lazio che sta continuando a monitorare da vicino questi cluster”.

Ore 9:00 – Sono 4022 gli attuali casi positivi al Coronavirus nella Regione Lazio. Di questi 2479 sono in isolamento domiciliare, 1344 sono ricoverati non in terapia intensiva, 199 sono ricoverati in terapia intensiva; 300 sono i pazienti deceduti e 789 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 5111 casi. Risponde invece bene Roma città che, nelle ultime 24 ore, ha visto salire di appena 24 unità il numero di nuovi contagiati.

Ore 8:30 – Stipendi tagliati del 20% per la durata di un anno per i parlamentari giapponesi a fronte degli sforzi sostenuti dall’intera collettività contro la pandemia del coronavirus. L’accordo è stato raggiunto tra l’esecutivo guidato dal partito liberal-democratico e la principale forza politica all’opposizione, il partito Democratico-costituzionale del Giappone.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico al più presto possibile.