PARLA IN ESCLUSIVA IL PROCURATORE DI CAPRARI- Rimane ancora molto incerto il futuro di Gianluca Caprari, classe ’93, giovanissimo attaccante giallorosso. La domanda è lecita: in una Roma completamente rinnovata e rinvigorita dalla presenza di molti giovani talentuosi (ultimo dei quali il neo acquisto, l’argentino Lamela), Caprari, proveniente per altro dalle giovanili della sua città e della sua squadra del cuore, quale spazio potrà ritagliarsi ? Potrebbe rientrare nel progetto portato avanti da Sabatini e Luis Enrique ? Ciò che è certo, è che il ragazzo nella stagione scorsa, quando è stato chiamato in causa nella prima squadra bruciando le tappe, si è sempre fatto trovare pronto. Il suo debutto risale all‘8 marzo e non è un debutto qualsiasi: Montella decise di inserirlo in corso d’opera durante la sfida con gli ucraini della Shakhtar Donetsk, negli ottavi di Champions League. La gara andò male per la Roma (sconfitta per 3-0 e addio sogni di gloria), ma Caprari si mise in luce e mostrò a tutti le sue doti. Nell’intero arco della stagione collezionerà 4 presenze e, nonostante, non sia riuscito a timbrare alcuna rete, ha suscitato l’interesse da parte di numerosi club. Ora che ci troviamo nella fase calda del mercato estivo, il suo nome è ritornato in auge. Nelle ultime ore, soprattutto, sono circolate voci di un forte interessamento del Palermo. Caprari potrebbe essere inserito nell’ambito di uno scambio con Pastore. Il suo manager, Davide Lippi, contattato in esclusiva da Romanews.eu, tuttavia taglia corto: “Per lui non c’è nessuna destinazione, non è neanche il caso di parlarne. Gianluca è un ragazzo di 18 anni che ha la fortuna di giocare in una società importante”. Quindi, per ora, “farà il ritiro con la prima squadra”. Ci sono squadre che si sono interessate a lui ? “Le voci le hanno fatte circolare i giornali, non c’è nulla di vero”. Ma lo stesso Lippi, tuttavia, afferma: Dopo il ritiro, insieme alla Roma, decideremo il da farsi”. Il procuratore è categorico ma allo stesso tempo lascia intravedere uno spiraglio: “Posso solo dire che il ragazzo va in ritiro con la Roma e poi valuteremo più avanti”. Vedremo, dunque, quanto succederà.  Ma ciò che si desume dalle parole del manager è che il ragazzo si siederà al tavolo con la società ed insieme discuteranno il passo da fare. Per ora non ci resta che augurare all’attaccante un buon ritiro e al resto..ci si penserà.

Emanuele Tocchi

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here