romanews-roma-faccia-a-faccia-pellegrini-brozovic
Foto Getty

INTER ROMA, BROZOVIC PELLEGRINI – Con una vittoria di carattere contro il Verona, non scontata visto il campo pesante e la stanchezza post-Europa League, la Roma fa tre successi di fila e riporta l’entusiasmo a Trigoria dopo una brutta sconfitta con il Parma. Ma c’è poco tempo per festeggiare: la squadra di Fonseca affronta l’Inter di Conte che viene più che mai da un periodo positivo. I nerazzurri contano 5 vittorie consecutive e, grazie al passo falso della Juventus che ha pareggiato con il Sassuolo, sono primi in classifica. Sarà una sfida difficile, ma non impossibile.

Faccia a faccia: Marcelo Brozovic

Nel centrocampo di Antonio Conte c’è un giocatore che è indispensabile: Marcelo Brozovic. Il croato ha giocato tutte le gare disputate dall’Inter, saltando solamente gli ultimi 20 minuti della gara contro lo Slavia Praga. Il classe ’92 è il vero metronomo della mediana nerazzurra, visto anche i tanti infortuni che l’Inter sta avendo in questa zona di campo. Con Sensi, Barella e Gagliardini out, Brozovic diventa l’uomo da cui dipendono le sorti del centrocampo di Conte. Schierato come mediano nella linea a 5, il croato ha fin qui collezionato 3 assist e 2 gol tra Serie A e Champions League. Se a differenza del collega/avversario dimostra un feeling migliore con la porta, è sicuramente sotto nel conto dei passaggi chiave regalati ai compagni. Davanti alla Roma, Brozovic si esalta: nei 6 precedenti conta un bilancio di 2 vittorie, 3 pareggi e 1 sola sconfitta. Nelle sei sfide contro i giallorossi ha fornito 3 assist ai suo compagni, anche se nelle gare in cui Brozo si è illuminato l’Inter non ha mai vinto. Lo scorso anno non giocò il match di San Siro, terminato 1-1, per un problema muscolare. Ora Conte si affida a lui per difendere la vetta della classifica e arginare ‘Lorenzo il Magnifico’.

Faccia a faccia: Lorenzo Pellegrini

Il ritorno in campo di Lorenzo Pellegrini ha portato alla Roma subito tanti assist. Il centrocampista giallorosso ha trovato la sua perfetta dimensione alle spalle di Edin Dzeko e questo lo ha portato a diventare una vera e propria macchina sforna assist. Il classe ’96 ha già fornito ai suoi compagni di squadra 8 palle, trasformate prontamente in gol, tra campionato ed Europa League. Questi numeri gli valgono il titolo di miglior assist-man in Europa per media ‘assist-minuti giocati’. Nella gara del Bentegodi ha illuminato con un passaggio decisivo nel gol di Kluivert e l’intenzione è quella di non fermare questa striscia positiva. Quello che sta mancando a Pellegrini, fino a questo momento, è il gol; il centrocampista ha dichiarato più volte di divertirsi nel fornire palle-gol ai compagni, ma che gli piacerebbe trovare l’appuntamento con la porta avversaria. Con la maglia del Sassuolo, Pellegrini, conta anche un gol contro la squadra di Milano. In quell’occasione i neroverdi superarono per 3-1 l’Inter di Roberto Mancini. Il bilancio contro i nerazzurri, da quando veste la maglia della Roma, è di 2 paressi su 2 gare disputate. Insomma a San Siro, contro l’Inter capolista, Lorenzo proverà a far quello che più gli riesce meglio, ovvero l’assist, senza però smettere di rincorrere il suo primo gol stagionale.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico al più presto possibile.