romanews-roma-lecce-genoa-andrea-tabanelli
Foto Getty

ROMA LECCE, L’AVVERSARIA – La Roma torna finalmente al successo e lo fa in Europa. La squadra di Fonseca ha portato a casa una vittoria sofferta, ma fondamentale per tentare di uscire finalmente dalla crisi che l’ha paralizzata dall’inizio del 2020. Ora sarà importante continuare su questa strada per cercare di recuperare terreno in campionato il prima possibile e riavvicinarsi al tanto desiderato quarto posto. Il Lecce arriva all’Olimpico per affrontare i giallorossi nella sfida valida per il 25° turno di Serie A, in programma alle ore 18.00.

Prossimi impegni
Roma-Lecce
(25° turno di Serie A, 23 febbraio ore 18.00, Stadio Olimpico)
Lecce-Atalanta (26° turno di Serie A, 1 marzo ore 15, Stadio Comunale Via del Mare)
Lecce-Milan (27° turno di Serie A, 9 marzo ore 21.00, Stadio Comunale Via del Mare)
Juventus Lecce (28° turno di Serie A, 13 marzo ore 20.45, Allianz Stadium)

Come il Lecce arriva alla sfida contro la Roma

Il Lecce arriva da tre vittorie consecutive conquistate in campionato contro Torino, Napoli e Spal. L’ultimo turno di Serie A ha visto gli uomini di Liverani impegnati in casa proprio contro gli Estensi. Il match, andato in scena allo Stadio Comunale Via del Mare, è terminato con il risultato di 2-1: Mancosu ha portato i Salentini in vantaggio segnando dal dischetto al 41′. Nel secondo tempo Petagna ha poi riportato il risultato in parità con la rete siglata al 47′. A regalare la vittoria ai giallorossi è stato il gol messo a segno da Majer al 66′.

Punti di forza e debolezze

Nonostante le ultime tre vittorie conquistate, il bilancio del Lecce è negativo in campionato: finora ha ottenuto 6 vittorie, 7 pareggi e 11 sconfitte. Non è tutto: con 45 gol incassati in 24 partite (media di 1,88 a partita) quella dei Salentini è la seconda peggior difesa della Serie A dopo il Brescia (46 gol subiti). La squadra di Liverani ha infatti collezionato solo 2 clean sheet in questa stagione. I gol realizzati fino a questo momento sono invece 32 (media di 1,33 a partita), 9 dei quali sono stati messi a segno solo nelle ultime tre gare contro Torino, Napoli e Spal. E’ opportuno sottolineare anche che quella di Liverani è una delle squadre che corrono di più in campionato, con una media di 109,5 km percorsi a partita (4° dietro Inter, Parma e Juve).

Contrariamente a quanto accade per molte altre squadre della Serie A, il rendimento del Lecce è migliore in trasferta: lontano da casa sono arrivate 4 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte per la squadra di Liverani. Allo Stadio Comunale Via del Mare invece ha collezionato solo 2 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte. Attacco e difesa però funzionano meglio tra le mura amiche: 17 gol fatti e 19 subiti in 12 gare interne e 15 reti realizzate e 26 incassate in altrettanti match in trasferta. Un’occhiata al cronometro rivela che i Salentini risultano essere molto più pericolosi nell’ultima mezz’ora del secondo tempo: entrando più nello specifico, il 25% delle reti realizzate è arrivato tra il 60′ e il 75′ e il 31% tra il 75′ e il 90′. Il Lecce tende invece ad essere più vulnerabile tra il 30′ e il 45′, nel primo quarto d’ora della ripresa e tra il 75′ e il 90′.

Il miglior marcatore del Lecce è Mancosu, a quota 8 reti in 19 partite. Il centrocampista è primo anche per numero di occasioni da gol create (21) e tiri effettuati (35). Subito dopo c’è Lapadula, con 7 gol messi a segno in 17 presenze. Il miglior assist man della squadra di Liverani è invece Petriccione (4 assist). Il giocatore che corre di più in campo è Barak, con una media di 12,18 km percorsi a partita.

Le scelte di Liverani per Roma-Lecce

Il 4-3-1-2 è il marchio di fabbrica del Lecce di Liverani. Il tecnico romano dovrà fare i conti con alcune assenze pesanti in attacco: out Falco per circa un mese, a causa di una distrazione al retto femorale, e Farias, alle prese con un problema muscolare. Assenti anche Babacar e Saponara, che durante la settimana hanno continuato a svolgere lavoro differenziato. Recuperato Meccariello, tornato ad allenarsi con il resto del gruppo. Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo contro la Roma, in porta dovrebbe esserci Gabriel, ancora favorito rispetto a Vigorito, con Donati, Lucioni, Rossettini e Calderoni a completare il reparto difensivo. Centrocampo a tre con Majer, Deiola e Barak. Dietro alla coppia d’attacco formata da Shakhov e Lapadula dovrebbe esserci invece Mancosu.

La probabile formazione

LECCE (4-3-2-1): 21 Gabriel; 7 Donati, 5 Lucioni, 13 Rossettini, 27 Calderoni; 37 Majer, 14 Deiola, 72 Barak; 8 Mancosu; 11 Shakhov, 9 Lapadula.
A disp.: 22 Vigorito, 97 Chironi, 3 Vera, 6 Paz, 15 Monterisi, 16 Meccariello, 39 Dell’Orco, Maselli, 4 Petriccione, 77 Tachtsidis, 35 Rimoli, 29 Rispoli.
All.: Fabio Liverani.

BALLOTTAGGI: Gabriel-Vigorito, Shakhov-Barak, Petriccione-Majer.
INDISPONIBILI: 17 Farias (problema muscolare), 10 Falco (distrazione al retto femorale), 18 Saponara (problema muscolare), 30 Babacar (problema al bicipite femorale).
IN DUBBIO:-.
SQUALIFICATI:-.
DIFFIDATI: Rispoli, Tachtsidis.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email