Foto Tedeschi

LAZIO ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico biancoceleste Simone Inzaghi in occasione di Lazio-Roma, match valido per la 18° giornata di Serie A.

INZAGHI A SKY

La Lazio ha avuto una determinazione che ha fatto la differenza, è un punto di ripartenza?
Abbiamo fatto una grande gara di rabbia, aggressività e determinazione. Splendidi ragazzi, la preparazione era stata di 4 giorni e l’abbiamo preparata bene, abbiamo strameritato, ci dà grande soddisfazione perché è una vittoria voluta, con l’aiuto anche dei tifosi che oggi sono venuti. La Lazio ha fatto 45 giorni con casi di Covid, gare continue, abbiamo perso punti. Però abbiamo dimostrato che vogliamo la parte alta della classifica.

La fase difensiva?
Tutta la squadra ha avuto un impatto notevole, abbiamo avuto un baricentro medio. Caicedo e Immobile chiamavano il pressing. Quello che deve fare una squadra. Avevamo 5 giorni, eravamo contenti, gli indisponibili diminuiscono. Secondo me non essendo all’osso possiamo dire la nostra.

Stasera avete giocato in 12, Lazzari giocava per due…
Si Manuel è stato bravissimo, come i suoi compagni. Le ultime due partite che ha fatto aveva preso un colpo con la Fiorentina, aveva avuto problemi e ha dovuto prendere antidolorifici. Sono felice per lui, se lo merita, è un ragazzo straordinario.

Si può dire che siete rientrati in campionato?
Si con la classifica l’abbiamo detto, abbiamo perso un po’ di terreno. Questa è la terza vittoria consecutiva ma dobbiamo mettere sempre in campo questa rabbia. Sappiamo che il calcio è cambiato e a volte bisogna aspettare all’ultimo per scegliere la formazione. Spero di poter ruotare questi giocatori.

Kamenovic è più vicino alla Lazio?
E’ un ragazzo di prospettiva che ha buone capacità. Lo vedremo con il tempo. Il mio pensiero va a questi ragazzi. Fares lo stiamo aspettando e aspettiamo anche gli altri.

INZAGHI IN CONFERENZA STAMPA

Può essere la vittoria della svolta?
“Io penso che stasera sia stata una vittoria importantissima. Ci sono state più luci che ombre: siamo arrivati agli ottavi di Champions, abbiamo lasciato qualche punto ma abbiamo avuto tanti giocatori colpiti dal Covid. Stiamo recuperando piano, piano. Per quanto riguarda stasera è giusto godersela, i ragazzi lo hanno meritato, hanno fatto 90 minuti di grandissima concentrazione”.

Print Friendly, PDF & Email