L’AVVERSARIA, L’UDINESE – “Sarà una gara decisiva”. Bastano le parole di Vincenzo Montella per catalogare la sfida che domani misurerà le ambizioni della Roma. Domani infatti, va in scena Udinese-Roma, ultimo treno che i giallorossi dovranno necessariamente acciuffare se vorrano far parte della prossima edizione della Champions League. L’Udinese è la vera rivelazione di questa stagione: i bianconeri occupano attualmente il quarto posto in classifica e possono contare sul miglior attacco del campionato (56 gol, primato condiviso con l’inter) . Eppure l’annata dei friulani non è iniziata sotto i migliori auspici. Nelle prime cinque giornate di campionato, gli uomini di Guidolin hanno collezionato un solo punto (frutto del pareggio esterno con la Sampdoria). Sbloccare la casella dei punti in graduatoria, ha liberato il potenziale di una squadra che, trovata la quadratura del cerchio, ha dato il via ad un campionato senza precedenti. Basti pensare che la sconfitta subita in casa del Lecce nell’ultimo turno (2-0 per mano del giovane giallorosso Bertolacci), ha interrotto una striscia positiva in cui i friulani hanno collezionato ben 13 risultati utili consecutivi.

QUI UDINE – L’allenatore dei bianconeri, Francesco Guidolin, si avvicina alla gara con la Roma con il “dubbio Sanchez”. L’attaccante cileno infatti, è fermo da qualche giorno a causa di un risentimento muscolare alla coscia sinistra. Ma quello legato al sudamericano non sembra essere l’unico rebus di formzione per il tecnico di  Castelfranco Veneto, che potrebbe dover rinunciare ad altri due giocatori fondamentali del suo scacchiere tattico: Isla e Di Natale: “Il Nino non rappresenta l’unica incertezza. Voglio lasciar passare tutto il tempo necessario per prendere la decisione migliore. Conservo qualche dubbio su Isla e Di Natale. Purtroppo gli infortuni sono situazioni imprevedibili, ma con cui dobbiamo inevitabilmente fare i conti. Per quanto riguarda lo schieramento tattico ho diverse idee in testa; deciderò in base ai consigli dello staff medico. Da venti giorni non riusciamo a fare una seduta di allenamento a ranghi completi e questo mi disturba parecchio”. Tuttavia le defezioni non dovranno fermare la squadra: “Questo è il momento di essere forti, di crederci. Teniamo la testa bassa e pedaliamo”. L’allenatore non vuole fare tabelle della strada che porta alla Champions League: “Non dobbiamo fare alcun tipo di calcolo perché la strada è ancora molto lunga. Nulla è ancora decisivo, ma tutto è terribilmente importante”. Una vittoria potrebbe definitivamente escludere la Roma dalla corsa per un posto nella competizione europea, ma Guidolin non si fida dei giallorossi: “Affrontiamo una squadra tosta, esperta e pericolosa. Non credo che i ragazzi di Montella possano essere minimamente influenzati dai futuri programmi societari. Una grande squadra non si lascia condizionare da questi particolari”. Il tecnico però  conclude con un avvertimento: “Rispetto alla gara di andata siamo cresciuti molto”.

TATTICA – In attesa di capire se Sanchez sarà o meno della partita (decisione che verrà presa oggi dopo la rifinitura), si comincia a delineare l’undici “anti-Roma” che domani calcherà il terreno dello stadio “Friuli”. In caso di forfait del cileno, sarà Denis a far coppia in attacco con Di Natale. Il posto dello squalificato Inler sarà preso da Pinzi, per l’ennesimo derby personale della sua carriera (il centrocampista viene dalle giovanili della Lazio, di cui è un grande tifoso). Isla ieri è rimasto a riposo a causa di una lieve distorsione alla caviglia sinistra. La sensazione però, è che il cileno dovrebbe farcela per la gara di domani.

 

UDINESE CALCIO

PORTIERI
12 – Koprivec Jan (SLO)
1 – Handanovic Samir (NAZ.SLO)
6 – Belardi Emanuele (ITA)

DIFENSORI
2 – Zapata Valencia Cristian Eduardo (NAZ.COL)
26 – Pasquale Giovanni (ITA)
11 – Domizzi Maurizio (ITA)
32 – Ferronetti Damiano (ITA)
45 – Angella Gabriele  (ITA)
27 – Armero Pablo Estifer (COL)
8 – Basta Dusan (SER)
17 – Benatia Al Mouttaqui Mehdi Amine (FRA)
13 – Coda Andrea (ITA)
4 – Cuadrado Bello Juan Guillermo (COL)

CENTROCAMPISTI
23 – Abdi Almen (KOS)
20 – Asamoah Kwadwo (GHA)
19 – Badu Emmanuel Agyemang (GHA)
88 – Inler Gokhan (NAZ.SVI)
3 -Isla  Mauricio Anibal (NAZ.CIL)
66 – Pinzi Giampiero (ITA)

ATTACCANTI
15 – Beleck A’Beka Leo Steve (CAM)
9 – Corradi Bernardo (ITA)
16 – Denis German Gustavo (ARG)
10 – Di Natale Antonio  (ITA)
7 – Sanchez Alexis (NAZ.CIL)
21 – Vydra Matej (REP. CEC)
Allenatore: Francesco Guidolin (ITA)

Probabile Formazione (3-5-2): Handanovic; Benatia, Zapata, Domizzi; Isla, Abdi, Pinzi, Asamoah, Armero; Di Natale, Denis

Giacomo Capellini

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here