(Foto Getty Images)

Pubblicato il 15 settembre

Dopo la sconfitta subita per mano del Cagliari nell’esordio in campionato, la Roma cerca riscatto in casa dell‘Inter di Gasperini (sabato 17, ore 20.45) nella gara valevole per il terzo turno della stagione 2011/2012. La sfida tra giallorossi e nerazzurri rappresenta un’occasione di rilancio per le due nobili decadute della prima giornata: gli uomini di Gasperini infatti, sono reduci dalla sconfitta per 4-3 in casa del Palermo. Le due squadre sembrano legate da un filo comune: guidate da un nuovo allenatore e completate nelle ultime ore del mercato estivo, entrambe sono alla ricerca di un’identità di gioco finora soltato abbozzata. Inoltre dalle parti di Milano tira già una brutta aria: nonostante le rassicurazioni del presidente Moratti“Non ci saranno assolutamente cambi nei prossimi giorni”- la sconfitta in Champions League con il Trabzonspor ( 0-1 il risultato finale) sembra mettere in bilico la posizione di Gasperini.

MERCATO – Come Luis Enrique, anche il tecnico nerazzurro ha dovuto aspettare le ultime ore di mercato per vedere soddisfatti (del tutto?) i propri desideri. L’ex allenatore del Genoa inoltre ha dovuto fare i conti con la partenza di Eto’o, sedotto dal frusciare dei milioni di rubli offerti dall’Anži, e sostituito solo il 30 agosto dal fresco vincitore della Coppa America, Diego Forlan. L’uruguayano però, è stato il protagonista di una clamorosa svista: difatti, avendo disputato il terzo turno di qualificazione all’Europa League con il suo ex club, l’Atletico Madrid, il giocatore non potrà giocare in Europa prima del prossimo gennaio. L’altro colpo in attacco è stato messo a segno nell’ultimo giorno di mercato: abbandonata la “pista Palacio” (giocatore che Gasperini aveva messo in cima alla lista dei desideri) dalla Lazio è arrivato, in prestito oneroso con diritto di riscatto, Mauro Zarate. Per il resto, il mercato nerazzurro ha seguito la politica low-cost iniziata con l’arrivo di Benitez nella scorsa stagione, puntando anche ad un ringiovanimento della rosa: ad Appiano Gentile sono infatti arrivati Viviano (classe ’85 a lungo corteggiato dalla Roma), Jonathan (’86), Alvarez (’88) e Poli (’89), l’olandese Castaignos (classe ’92) e il baby fenomeno Tassi (del ’95), che dalle parti di Brescia definiscono “Il nuovo Baggio”.

TATTICA – La gara con il Trabzonspor per Gasperini ha rappresentato un’occasione per provare interpreti diversi per il suo 3-4-3 rispetto alla gara con il Palermo. Tuttavia la formazione che dovrebbe scendere in campo contro la Roma dovrebbe essere pressochè identica a quella sconfitta al Renzo Barbera. E Così Julio Cesar occuperà i pali della porta nerazzurra, davanti a lui la difesa a tre sarà formata da Lucio, Samuel e Zanetti; qualche dubbio a centrocampo, in particolare sull’utilizzo di Sneijder. Se l’olandese dovesse partire titolare sulla mediana (nella gara di ieri è stato utilizzato esterno del tridente d’attacco) sarebbe Stankovic ad accomodarsi in panchina, mentre il reparto verrebbe completato da Jonathan, Cambiasso e Nagatomo. Qualora il vice-campione del mondo venisse invece spostato sulla linea degli attaccanti, sarebbe l’ex laziale Zarate a lasciargli il posto nel terzetto completato da Forlan e Milito.

Portieri

1 Soares de Espindola Julio Cesar (BRA)

12 Castellazzi Luca (ITA)

21 Orlandoni Paolo (ITA)

33 Viviano Emiliano (ITA)

70 Tornaghi Paolo (ITA)

Difensori

2 Cordoba Ivan Ramiro (COL)

4 Zanetti Javier (NAZ.ARG)

6 Da Silva Ferreira Lucimar Lucio (NAZ.BRA)

13 Sisenando Maicon Douglas (BRA)

16 Caldirola Luca (ITA)

23 Ranocchia Andrea (ITA)

25 Samuel Walter Adrian (ARG)

26 Chivu Cristian (NAZ.ROM)

37 Faraoni Marco Davide (ITA)

42 Jonathan Cicero Moreira (BRA)

44 Bianchetti Matteo (ITA)

55 Nagatomo Yuto (NAZ.GIA)

centrocampisti

5 Stankovic Dejan (NAZ.SER)

8 Motta Thiago (NAZ.ITA)

10 Sneijder Wesley (NAZ.OLA)

11 Alvarez Ricardo Gabriel (ARG)

18 Poli Andrea (ITA)

19 Cambiasso Esteban Matias (NAZ.ARG)

20 Obi Joel Chukwuma (NIG)

29 Coutinho Correia Philippe (BRA)

48 Crisetig Lorenzo (ITA)

77 Muntari Sulley Ali (NAZ.GHA)

Attaccanti

7 Pazzini Giampaolo (NAZ.ITA)

9 Diego Forlan Corazo (NAz.URU)

22 Milito Diego Alberto (NAZ.ARG)

28 Mauro Matias Zarate (ARG)

30 Castaignos Luc (OLA)

ALLENATORE: Gian Piero Gasperini (ITA)

Probabile formazione: 3-5-2
Julio Cesar; Lucio, Samuel, Ranocchia: Zanetti, Obi, Sneijder, Cambiasso, Nagatomo; Milito, Forlan

G.C

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here