(foto Getty Images)

L’AVVERSARIA – Eppur si gioca. Nonostante la copiosa nevicata che ha imbiacato la Capitale, Roma e Inter scenderanno in campo per il match valevole per il terzo turno del girone di ritorno. Per prevenire il rischio neve la partita era stata inizialmente anticipata dalle 20.45 alle 15.00 di sabato 4.  Tuttavia il persistere dell’intensa fioccata lungo tutta la giornata di venerdì ha portato allo slittamento definitivo: le due squadre calcheranno quindi il manto dell’Olimpico domenica 5 febbraio alle ore 15.00. Dopo il drammatico crollo di Cagliari, la Roma di Luis Enrique ha la possibilità di risorgere contro la squadra che negli ultimi anni (se si esclude la passata stagione) è stata l’antagonista giallorossa per eccellenza. Da par suo, l’Inter si avvicina al match con i giallorossi parzialmente rinfrancata dalla “cura Ranieri” che, assunta la guida della squadra dopo il fallimento di Gasperini (un punto in tre partite), ha riportato i nerazzuri nelle zone nobili della classifica.  Negli ultimi tre match il ruolino di marcia delle due squadre è stato identico:  entrambe sono state eliminate ai quarti di finale di Coppa Italia, mentre in campionato hanno collezionato un pareggio e una sconfitta.

RANIERI: “NON SARA’ DECISIVA”  – Sarà la prima da ex giallorosso per Claudio Ranieri, che all’Olimpico taglierà anche il traguardo delle 600 panchine tra campionati e coppe: “A livello umano è sempre bello tornare dove ho avuto la fortuna di allenare. Ora quello è il passato. E’ una gara importate per noi come per la Roma, sarà una bella gara. Loro attaccano tanto e bene, creano diverse occasioni e ne concedono tante. Cercheremo di sfruttare quelle a favore”. Il tecnico analizza la Roma: “Ha una mentalità diversa da quella italiana, è una squadra che gioca all’attacco, ha fatto passi da gigante. Prima il possesso palla era orizzontale, ora anche verticale. Ha una filosofia stile Barcellona”. Parole d’elogio per il collega giallorosso Luis Enrique: “E’ un ottimo acquisto perché ha dimostrato anche prima  –  quando veniva criticato – che aveva delle idee e i giocatori lo seguivano. Sta facendo bene e il prossimo anno farà meglio”. Il doppio passo falso con Napoli e Lecce non preoccupano l’allenatore nerazzurro: “Non mi aspetto mai le cose facili. Non lo ero (preoccupato) quando sono arrivato. Dobbiamo lavorare tanto per raggiungere l’obiettivo Champions League, sono concentrato per questo” Ranieri preferisce togliere alla partita, l’etichetta di gara da “dentro o fuori”: “Questo è un campionato strano. Quando siamo partiti sembrava difficile fare tutto. In campionati così tutto può succedere. Non credo che domani sia una gara così decisiva”. Infine parole al miele per Francesco Totti: “Siamo tutti e due romani e le battute vengono lì per lì. Finché ci sono questi giocatori immensi come Zanetti, Del Piero e Totti il calcio è bello e affascinante. Totti sta facendo molti gol, speriamo si possa fermare domani e che riprenda da domenica in poi”.

TATTICA – Emergenza a centrocampo per Ranieri, che potrà contare solo su quattro giocatori: Sneijder e Alvarez infatti non sono stati convocati per il match di domenica. L’assenza del fantasista olandese toglie qualche problema tattico all’allenatore nerazzurro, che potrà riproporre l’amato 4-4-2. E quindi Maicon, Lucio, Samuel (che torna a disposizione dopo aver mancato la gara con il Palermo) e Chivu saranno i quattro difensori davanti a Julio Cesar. A centrocampo agiranno Zanetti, Poli, Cambiasso e Nagatomo; confermatissimo, anche per mancanza di alternative, il duo d’attacco Pazzini-Milito

Giacomo Capellini

F.C INTERNAZIONALE MILANO

Portieri
1  Soares de Espindola Julio Cesar (BRA)
12 Castellazzi Luca (ITA)
21 Orlandoni Paolo (ITA)
70 Tornaghi Paolo (ITA)

Difensori
Juan Guilheme Nunes Jesus (BRA)
2  Cordoba Ivan Ramiro (COL)
4  Zanetti Javier (NAZ.ARG)
6  Da Silva Ferreira Lucimar Lucio (NAZ.BRA)
13 Sisenando Maicon Douglas (BRA)
16 Caldirola Luca (ITA)
23 Ranocchia Andrea (ITA)
25 Samuel Walter Adrian (ARG)
26 Chivu Cristian (NAZ.ROM)
37 Faraoni Marco Davide (ITA)
55 Nagatomo Yuto (NAZ.GIA)

Centrocampisti
Guarin Vasquez Fredy Alejandro
5 Stankovic Dejan (NAZ.SER)
10 Sneijder Wesley (NAZ.OLA)
11 Alvarez Ricardo Gabriel (ARG)
18 Poli Andrea (ITA)
19 Cambiasso Esteban Matias (NAZ.ARG)
20 Obi Joel Chukwuma (NIG)
48 Crisetig Lorenzo (ITA)

Attaccanti
7  Pazzini Giampaolo (NAZ.ITA)
9  Diego Forlan Corazo (NAz.URU)
22 Milito Diego Alberto (NAZ.ARG)
28 Mauro Matias Zarate (ARG)
30 Castaignos Luc (OLA)

ALLENATORE: Claudio Ranieri (ITA)

Probabile formazione: 4-4-2

1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 4 Zanetti, 18 Poli, 19 Cambiasso, 55 Nagatomo; 7 Pazzini, 22 Milito

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here