(Foto Getty Images)

Pubblicato il 28 settembre 2011

L’AVVERSARIA – Dopo l’importante vittoria con il Parma che ha portato in dote i prime tre punti della stagione, la Roma è chiamata a ripetersi in casa con l’Atalanta. I bergamaschi sono la vera sorpresa di questo inizio di campionato: partiti con una penalizzazione di 6 punti, dazio delle sentenze di “Scommessopoli” (lo scandalo che ha infuocato l’estate del calcio italiano), nelle prime quattro giornate gli uomini di mister Colantuono non solo hanno azzerato la punizione inflitta dalla Giustizia Sportiva, ma hanno anche collezionato 4 punti in classifica: i nerazzurri, senza quel -6, sarebbero ora virtualmente in testa al campionato e staccati di due punti dalle reali capolista Juventus e Udinese.

QUI BERGAMO “Abbiamo passato un’estate difficile, dai festeggiamenti per la promozione alla paura della penalizzazione. Chi dice che è stato un vantaggio partire sotto-zero dice una battuta, avremmo tutti voluto partire da zero”. Così l’allenatore dei bergamaschi, Stefano Colantuono, ha ricordato la calda estate vissuta dal club orobico. Le sentenze di primo grado del processo legato al calcio scommesse prevedevano una squalifica di tre anni per il capitano nerazzurro, Cristiano Doni e per il difensore Thomas Manfredini, oltre all’ormai nota penalizzazione di 6 punti per il club. Se si esclude l’assoluzione per Manfredini, il secondo grado ha confermato le pene richieste dal Procuratore Federale Palazzi. Eppure l’Atalanta oggi guarderebbe virtualmente le “big” dalla cima della classifica: “I meriti vanno divisi tra tutti noi – ha spiegato ColantuonoIo ho martellato i giocatori per essere ancora più pronti dal punto di vista emotivo. Partendo da -6 molti avranno pensato che l’Atalanta era già morta prima di partire, ma noi abbiamo lavorato molto sotto l’aspetto mentale. Come tutte le squadre che devono salvarsi, se parti male diventa tutto difficile”. Prossimo avversario dei bergamaschi è la Roma di Luis Enrique: “La Roma è un progetto che necessità di tempo – commenta l’allenatore nerazzurro –  c’è stato un cambio di giocatori giovani e ci vuole pazienza prima di vedere il gioco di Luis Enrique che fa bene a credere nelle sue idee, i risultati possono arrivare solo con il tempo. Come affrontare i giallorossi? Colantuono ha diverse scelte a sua disposizione: “La Roma è una squadra che per caratteristiche tende a farti abbassare; noi abbiamo sempre iniziato con un 4-4-1-1. Ora valuterò la formazione migliore: Gabbiadini è un giocatore più potente, Moralez ha più agilità, ci sono più soluzioni”.

TATTICA – Per la gara dell’Olimpico con la Roma, Colantuono ripartirà dal suo 4-4-1-1: recuperato Peluso dopo i problemi muscolari che lo avevano costretto a saltare la gara con il Novara, l’allenatore dei bergamaschi dovrebbe riproporre per gran parte la squadra scesa in campo la scorsa domenica. E quindi Consigli sarà tra i pali della porta nerazzurra, davanti a lui una difesa formata da Masiello, Capelli, Manfredini e Bellini; in mediana si schiereranno Schelotto, Cigarini, Padoin e Bonaventura (in lotta con Brighi per una maglia da titolare), infine Maxi Moralez (in ballottaggio con Gabbiadini) agirà alle spalle del “tanque” Denis, capocannoniere della squadra con tre gol.

ATALANTA BERGAMASCA CALCIO

Portieri

47    Andrea Consigli (ITA)
78    Giorgio Frezzolini (ITA)

Difensori

5    Thomas Manfredini (ITA)
3    Stefano Lucchini (ITA)
6    Gianpaolo Bellini (ITA)
32   Michele Ferri (ITA)
13   Federico Peluso (ITA)
4    Daniele Capelli (ITA)
25   Andrea Masiello (ITA)

Centrocampisti

27   Cristiano Doni (ITA)
7    Matias Ezequiel Schelotto (ARG)
79   Adriano Ferreira Pinto (BRA)
22   Simone Padoin (ITA)
77   Cristian Raimondi (ITA)
26   Fabio Caserta (ITA)
23   Leonardo Pettinari (ITA)
17   Carlos Carmona (CIL)
11   Maximiliano Moralez (ARG)
10   Giacomo Bonaventura (ITA)
88   Nadir Minotti (ITA)
21   Luca Cigarini (ITA)
33   Matteo Brighi (ITA)

Attaccanti

90   Simone Tiribocchi (ITA)
89   Guido Marilungo (ITA)
63   Matteo Ardemagni (ITA)
28   Manolo Gabbiadini (ITA)
19   German Gustavo Denis (ARG)

ALLENATORE: Stefano Colantuono (ITA)

Probabile formazione (4-4-1-1): Consigli; Masiello, Capelli, Manfredini,Bellini; Schelotto, Cigarini, Padoin e Bonaventura (Brighi); Moralez (Gabbiadini); Denis

Giacomo Capellini

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here