(Foto Getty Images)

PUBBLICATO IL 8/12/2011 E AGGIORNATO IL 10/12/2011

L’AVVERSARIA – La sconfitta di Firenze, ben peggiore per le circostanze (vedi le espulsioni di Juan, Gago e Bojan) in cui si è concretizzata rispetto a quella con l’Udinese nel turno precedente, ha fatto parlare per la prima volta di “crisi” in casa Roma e di una panchina, quella di Luis Enrique, ormai in bilico. Mercoledì è andato in scena il confronto tra i giocatori e l’allenatore, incontro in cui il gruppo ha ribadito la volontà di proseguire il percorso iniziato con il tecnico spagnolo. Percorso che nel prossimo turno di campionato porterà Totti e compagni ad affrontare, tra le mura giallorosse dell’Olimpico, la Juventus capolista del campionato.

SORPRESA JUVE – La squadra di Conte è stata la vera sorpresa di questo campionato: favoriti anche dalla mancanza di impegni europei, i bianconeri sono stati capaci di collezionare 29 punti, frutto di 8 vittorie, 5 pareggi e nessuna sconfitta, fornendo nella maggior parte dei casi prestazioni convincenti sia dal punto di vista tecnico e fisico, che sotto l’aspetto della tenuta mentale. Dopo anni in cui la dirigenza bianconera ha puntato più sugli investimenti che sulla programmazione (da Ranieri in poi per intenderci), finalmente sembra aver trovato il bandolo della matassa: piena fiducia all’allenatore salentino (che dopo i fasti dell’era Lippi torna alla base) e colpi mirati a  formare il gruppo che permettesse all’ex tecnico di Bari e Atalanta di mettere in campo l’ormai famoso 4-2-4 (che tanto somiglia ad un normale 4-4-2) che lo ha reso celebre nella serie cadetta e che nelle ultime partite si è trasformato in un 4-3-3. Pirlo e Vucinic le ciliegine sulla torta di un mercato impostato anche guardando al futuro (Vidal, Elia, Estigarribia). Un futuro dal tocco retrò: alla presidenza, dopo quasi cinquant’anni torna un Agnelli (Andrea figlio di Umberto, in carica dall’aprile del 2010) e a guidare la squadra è uno dei giocatori simbolo della Juventus di Lippi, squadra capace di vincere tutto, ma su cui si è posata e pesa l’ombra di Calciopoli. Ma questa è un’altra storia…

TATTICA – Archiviata la vittoria con il Bologna in Coppa Italia, che ha garantito ai bianconeri l’accesso ai quarti di finale della coppa nazionale, gli uomini di Conte sono tornati al lavoro a Vinovo per preparare la sfida con la Roma. L’unico dubbio del tecnico salentino riguarda il vice Vucinic, che salterà la prima da ex a causa di una “lesione muscolare di primo grado a carico del bicipite femorale della coscia destra”. Quagliarella (sceso in campo dal primo minuto contro il Bologna), tramite i microfoni di Juventus Channel, si candida per una maglia: ” Sto bene, sono tornato al top e mi sono completamente messo a disposizione dell’allenatore”. Fa lo stesso capitan Del Piero, autore di un ottima prova contro i rossoblù: “Sono soddisfatto dei miei 120′ – queste le parole pubblicate sul proprio sito ufficiale –  e pronto a concentrarmi sulla prossima tappa, la trasferta di lunedì all’Olimpico contro la Roma: non dobbiamo fermarci”. Le altre soluzioni per Conte portano i nomi di Estigarribia e Giaccherini: l’ex Cesena in particolare, è stato protagonista di una grande prova in Coppa Italia, realizzando una rete e dimostrandosi costantemente pericoloso lungo tutto l’arco del match. In vista del “monday night”, le sue quotazioni sono in rialzo.

 

Giacomo Capellini

JUVENTUS F.C

Portieri

1 – Buffon Gianluigi (ITA)
13 – Manninger Alexander (AUS)
30 – Storari Marco (ITA)

Difensori

2  – Motta Marco (ITA)
3  – Chiellini Giorgio (ITA)
6  – Grosso Fabio (ITA)
11 – De Ceglie Paolo (ITA)
15 – Barzagli Andrea (ITA)
19 – Bonucci Leonardo (ITA)
26 – Lichtsteiner Stephan (SVI)
33 – Sorensen Frederik (DAN)

Centrocampisti

5  – Pazienza Michele (ITA)
7  – Pepe Simone (ITA)
8  – Marchisio Claudio (ITA)
17 – Elia Eljero (OLA)
21 – Pirlo Andrea (ITA)
22 – Vidal Arturo (CIL)
24 – Giaccherini Emanuele (ITA)
27 – Krasic Milos (SER)
28 – Estigarribia Marcelo (PAR)
34 – Marrone Luca (ITA)

Attaccanti

9  – Iaquinta Vincenzo (ITA)
10 – Del Piero Alessandro (ITA)
14 – Vucinic Mirko (MON)
18 – Quagliarella Fabio (ITA)
20 – Toni Luca (ITA)
32 – Matri Alessandro (ITA)
38 – Carvalho de Oliveira Amauri (BRA-ITA)

Allenatore: Antonio Conte (ITA)

Probabile formazione: 4-3-3
1 Buffon; 26 Lichtsteiner, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 22 Vidal, 21 Pirlo, 8 Marchisio; 7 Pepe, 32 Matri, 18 Quagliarella

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here