(Foto Getty Images)

 

L’AVVERSARIA -I fischi dell’Olimpico al termine della gara con la Fiorentina, risuonano ancora fragorosi in casa Roma. La sedicesima sconfitta stagionale e la contestazione che l’ha accompagnata (protrattasi nei giorni successivi a Trigoria) sembra aver lacerato irrimediabilmente il rapporto tra Luis Enrique, i giocatori e la tifoseria. Dopo aver parlato a lungo dell’obiettivo Champions League, nel post partita del match di mercoledì il tecnico spagnolo ha aggiustato il tiro, indicando nella qualificazione in Europa League il traguardo più realistico per la sua squadra. A tre giorni dall’ultima caduta, la Roma proverà a risalire sul treno europeo affrontando in casa il Napoli di Mazzarri (arbitra Rizzoli). Gli azzurri, dopo la cocente delusione dell’eliminazione dalla Champions per mano del Chelsea finalista, hanno vissuto un periodo d’appannamento di gioco e risultati. Tuttavia la truppa partenopea grazie alle vittorie con Novara e Lecce negli ultimi due turni, ha colmato quasi interamente il gap che la separava dalla Lazio portandosi ad una sola lunghezza dal terzo posto. La concomitante sfida tra Udinese e Lazio, fa sì che la 35a giornata di serie A rapresenti uno snodo cruciale per delineare, forse in modo definitivo, la graduatoria europea di questo campionato.

MAZZARRI:Domani è la partita che conta più delle altre perché è quella che viene prima. Sappiamo quali sono le difficoltà che ci saranno all’Olimpico e vogliamo prepararci al meglio“. Walter Mazzarri si presenta così nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Roma. Il clima pesante che si respira nella Capitale potrebbe rappresentare un vantaggio per la sua squadra, ma il tecnico toscano non si fida della Roma: “Dovremo giocare isolandoci dall’ambiente esterno, dipenderà molto da noi, da come riusciremo ad interpretare il match. Domani dovremo dare il massimo, fare di tutto per cercare di esprimere il nostro gioco perchè di fronte avremo un ostacolo duro“. Mazzarri indica in Totti la minaccia più grande e chiede ai suoi uomini una gara d’alto profilo: “E’ un campione straordinario. Può sempre fare la differenza. Io dico che dovremo far valere la nostra forza nell’organizzare il gioco. Se vogliamo fare risultato domani dovremo essere perfetti“. Quindi ecco un giudizio sul collega giallorosso Luis Enrique, che sta vivendo il periodo più difficile da quando siede sulla panchina della Roma: “Non lo conosco bene e non metto bocca su discorsi tecnici, dico solo che mi sembra un uomo serio e credibile, che non gira attorno ai discorsi e non bada alle critiche. E’ una persona che apprezzo“. Il tecnico azzurro potrebbe recuperare Lavezzi – “Ieri ha fatto allenamento completo, oggi vedrò come sta” – ma certamente non potrà contare su Campagnaro, vittima di una distazione ai flessori della coscia destra: “Purtoppo mancherà. E’ un elemento fondamentale per la nostra difesa“.

TATTICA – Il Napoli si avvicina alla partita con la Roma con il “dubbio Lavezzi“: se Mazzarri dovesse decidere di non rischiare dal primo minuto il “Pocho”, confermerà gli interpreti del 3-5-1-1 schierato mercoledì nel match con il Lecce: e così Fernandez, Cannavaro e Aronica formeranno la linea a tre davanti a De Sanctis. Maggio, Gargano, Inler, Dzemaili e Zuniga agiranno a centrocampo con Hamsik nelle vesti di suggeritore alle spalle dell’unica punta Cavani.

Giacomo Capellini

S.S.C NAPOLI

Portieri
1 Morgan De Sanctis (ITA)
15 Roberto Colombo (ITA)
83 Antonio Rosati (ITA)

Difensori
2 Gianluca Grava (ITA)
3 Ignacio Fideleff (ARG)
6 Salvatore Aronica (ITA)
8 Andrea Dossena (ITA)
14 Hugo Campagnaro (ARG)
21 Federico Fernández (ARG)
28 Paolo Cannavaro (ITA)
85 Miguel Angel Britos (URU)

Centrocampisti
31 Jacopo Dezi (ITA)
4 Marco Donadel (ITA)
11 Christian Maggio (NAZ.ITA)
17 Marek Hamšík (NAZ.SLO)
18 Juan Zúñiga (NAZ.COL)
20 Blerim Dzemaili (NAZ.SVI)
23 Walter Gargano (NAZ.URU)
88 Gökhan Inler (NAZ.SVI)
90 Massimiliano Ammendola (ITA)

Attaccanti
16 Eduardo Jesus Vargas (CIL)
7 Edinson Cavani (NAZ.URU)
22 Ezequiel Lavezzi (NAZ.ARG)
29 Goran Pandev (NAZ.MAC)
99 Cristiano Lucarelli (ITA)

Allenatore: Walter Mazzarri (ITA)
Probabile formazione (3-4-2-1): 1 De Sanctis; 21 Fernandez, 28 Cannavaro, 6 Aronica; 11 Maggio, 88 Inler, 23 Gargano, 20 Dzemaili, 18 Zuniga; 17 Hamsik; 7 Cavani

AS Roma Store

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here