L’AVVERSARIA, IL CHIEVO – Reduce dalle sconfitte consecutive con Palermo (campionato) e Inter (Coppa Italia), la Roma torna a calcare il campo dell’Olimpico, “Fort Knox” mancato, per la terza volta consecutiva. A far visita ai giallorossi, nella gara valevole per il 34° turno del campionato di serie A, è il Chievo di Pioli. I clivensi occupano attualmente la tredicesima posizione in graduatoria con 39 punti, frutto di 9 vittorie, 12 pareggi ed altrettante sconfitte. I gialloblù si avvicinano alla gara con la Roma forti del successo ottenuto al Bentegodi con il Bologna, che ha avvicinato sensibilmente il club veronese alla salvezza: 2-0 il risultato finale di un match deciso dalla rete di Costant e dall’eurogol da centrocampo di Marcolini.

VOCI DA VERONA – Nonostante la gara persa in casa con il Palermo, l’allenatore dei gialloblù, Stefano Pioli, non si fida della Roma: “Non so che partita interpreterà la Roma. Perdendo in casa con il Palermo ha perso tantissime possibilità di avvicinarsi al quarto posto che le garantirebbe l’ingresso nei preliminari di Champions League. Ma è una grande squadra, l’ho sempre detto; è uno dei team con il tasso tecnico più elevato, se non quello con maggiore qualità”. Vietato distrarsi quindi, contro un’avversario che  “farà possesso palla e importantissime azioni a ridosso della nostra area di rigore”. Il tecnico emiliano punta sulla forza del gruppo per muovere un altro passo decisivo verso il traguardo salvezza: “Non so come interpreterà la gara la Roma, ma spero di sapere come la interpretermo noi. Non siamo ancora assolutamente salvi, abbiamo bisogno di punti e la Roma, anche se sarà difficile, rappresenterà un’altra occasione per tentare di portare a casa qualcosa”. Anche il centrocampista francese Kevin Costant ha analizzato la sfida con i giallorossi: “Sarà durissima perchè hanno perso col Palermo e vorranno vincere. Io spero di segnare ancora, ma è più importante che vinca la squadra”. Sulla stessa lunghezza d’onda si pone l’estremo difensore gialloblù Sorrentino, in passato accostato alla Roma:  “C’è poco da studiare. Sono una squadra pericolosa, hanno dei giocatori importanti con caratteristiche fenomenali. Per noi è molto difficile, soprattutto per il periodo che stanno attraversando. Giocheranno per vincere”.

TATTICA – Questa mattina al Mancini Park Hotel di Roma, il Chievo ha svolto l’allenamento di rifinitura. La seduta, a porte chiuse, è servita agli uomini di Pioli per analizzare le contromosse da utilizzare domani contro la squadra di Montella. L’unico dubbio è legato alla presenza di Gelson Fernandes; il mediano è rientrato in gruppo solo nella seconda parte della settimana e non sembra ancora pronto per partire dall’inizio. Per il resto, formazione confermata (se si esclude lo squalificato Rigoni) rispetto alla gara con il Bologna. Sarà quindi il 4-3-1-2 il modulo di partenza nel match dell’Olimpico: Sorrentino si schiererà tra i pali; la difesa a quattro sarà formata da Sardo, Andreolli (ex della partita), Mandelli e Mantovani; a centrocampo, qualora Fernandes non dovesse farcela, agiranno Pulzetti, Guana e Costant. Infine Bogliacino sarà il rifinitore dietro al duo d’attacco Pellissier-Moscardelli.

Portieri
18 – Lorenzo Squizzi (ITA)
84 – Stefano Sorrentino (ITA)
1 – Marco Silvestri (ITA)

Difensori
5 – Davide Mandelli (ITA)
4 – Andrea Mantovani (ITA)
2 – Santiago Morero (ARG)
13 – Bojan Jokic (SVN)
21 – Nicolas Sebastien Frey (FRA)
20 – Gennaro Sardo (ITA)
12 – Bostjan Cesar (SVN)
3 – Marco Andreolli (ITA)

Centrocampisti
9 – Simone Bentivoglio (ITA)
16 – Luca Rigoni (ITA)
14 – Roberto Guana (ITA)
26 – Mario Bogliacino (URU)
6 – Gelson Fernander (CVE)
23 – Kevin Costant (FRA)
10 – Luciano Siqueira De Oliveira (BRA)
7 – Michele Marcolini (ITA)
73 – Dimitrijevic Milos

Attaccanti
31 – Sergio Pellisier (ITA) (C)
11 – Pablo Granoche (URU)
80 – Davide Moscardelli (BEL)
77 – Cyril Therau (FRA)
Uribe Fernando (COL)
Amaudou Samb (SEN)

Allenatore: Stefano Pioli (ITA)

Probabile formazione: 4-3-1-2: Sorrentino; Sardo, Andreolli, Mandelli, Mantovani; Fernandes, Guana, Costant; Bogliacino; Pellisier, Moscardelli

Giacomo Capellini

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here