(Foto Getty Images)

L’AVVERSARIA – Dopo la rovinosa caduta di Lecce, ennesimo tracollo della stagione, la Roma è chiamata al riscatto contro un avversario diretto nella corsa alla Champions League: l’Udinese di Guidolin. L’ultima giornata di campionato ha però complicato, e non poco, i piani “europei” della squadra di Luis Enrique. Mentre i giallorossi venivano infilati per quattro volte da Di Michele e Muriel, Di Natale e soci tornavano a vincere in casa con il Parma dopo il  passo falso del turno precedente con il Siena, portando così +4 il margine di vantaggio nei confronti dei giallorossi, e mantenendo invariato il gap dalla Lazio, terza con 54 punti dopo la vittoria nello scontro diretto con il Napoli. Un dato però può far sorridere Luis Enrique: i bianconeri lontano dal Friuli hanno realizzato solo 14 dei 51 punti finora collezionati, perdendo ben 7 volte, pareggiando cinque e vincendo solo in tre occasioni. Inoltre nelle partite fuori casa, il potenziale offensivo degli uomini di Guidolin è quasi dimezzato (28 le reti casalinghe contro le 15 esterne), così come la solidità difensiva: 10 i gol subiti al “Friuli” contro i 19 incassati in trasferta.

GUIDOLIN: “TERZO POSTO? LOTTA APERTA” – Il tecnico bianconero ha parlato oggi nella conferenza stampa della vigilia:  “Noi dobbiamo essere consapevoli che una vittoria è una vittoria e più consapevoli del fatto che andiamo ad affrontare una squadra come la Roma, una delle più attrezzate dal punto di vista tecnico, della serie A”. Guidolin mette in guardia i suoi uomini:  “Sarà una Roma agguerrita, arrabbiata, determinata e vorrà farsi perdonare il passo falso di Lecce. Conta molto l’aspetto nervoso, dobbiamo essere pronti ad afforntare  una squadra che vuole rifarsi. Quindi cercare di giocare ad alta intensità, fare bene sotto tutti i punti di vista. Sarà complicato domani“. L’allenatore bianconero non si aspetta una squadra diversa rispetto a quella affrontata all’andata: “Non è cambiato molto dal punto di vista della filosofia del gioco di Luis Enrique. Credo che la Roma sia una squadra capace di fare cose molto belle perchè ha giocatori di grandissima qualità. Noi la affrontiamo dopo un passo falso e questo è il pericolo più grande“. La corsa al terzo posto entra nel vivo e la gara di domani avrà il sapore dell’Europa: “La lotta è aperta a molte squadre. E’ una sfida per il terzo, per il quarto posto, per le posizioni europee. Noi ci siamo dentro, al di là del fatto di dire che ci si crede o meno“. Nessun problema per Di Natale alla terza partita consecutiva: “Con Totò ho parlato di questo, tre partite sono pesanti per tutti. Non è facile, ma lui mi ha tranquillizzato, sta bene e le gioca tutte e tre”. L’Udinese partirà alla volta di Roma con ben 5 centrocampisti diffidati: “Non posso fare questo calcolo, altrimenti partiamo in dodici domani. Invece chi deve giocare deve stare attento, e la carica agonistica può essere determinante ma lo deve essere in positivo, a questo mi riferisco quando parlo di aspetto nervoso”. In difesa il tecnico recupera Ferronetti: “E’ disponibile”. Chiosa finale su Bojan, in estate corteggiato anche dall’Udinese: ”Se avrebbe giocato di più a Udine? Non lo so. In italia è dura per tutti. Lui ha grandissima qualità, sfonderà indubbiamente. Ma qui in Italia è più difficile che altrove. Deve ambientarsi”.

TATTICA – Il tecnico bianconero dovrà fare i conti con pesanti assenze per la gara di domani. Benatia, infortunatosi all’adduttore nel corso della partita con il Parma, con ogni probabilità non sarà della partita. Coda dovrebbe prendere il suo posto in difesa. Alzano bandiera bianca anche  Floro Flores e Fabbrini, negli ultimi giorni in campo solo per qualche giro di corsa. Out anche Basta che invece ha lavorato in palestra. Guidolin dovrebbe confermare per 9/11esimi la formazione dell’ultimo turno, con Abdì, che dovrebbe prendere il posto di Barreto alle spalle di Di Natale.

Giacomo Capellini

ROSA UDINESE CALCIO 2011/2012

PORTIERI: 1 – Handanovic Samir (NAZ.SLO) , 21 – Padelli Daniele (ITA), 28 – Romo Perez Rafael Enrique (VEN)

DIFENSORI: 27 – Armero Pablo Estifer (NAZ.COL) , 8 – Basta Dusan (NAZ. SER), 17 – Benatia Al Mouttaqui Medhi Amine (FRA/NAZ.MAR) , 16 – Coda Andrea (ITA), 11  -Domizzi Maurizio (ITA),   24 – Ekstrand Joel (NAZ.SVE), 39 – Fanchone Jean-Alain (FRA), 32 – Ferronetti Damiano (ITA), 5 – Larangeira Danilo (BRA), 26 – Pasqual Giovanni (ITA), 13 – Piccoli Sergio Neuton (BRA)

CENTROCAMPISTI: 23 – Abdi Almen (KOS-SVI), 20 – Asamoah Kwadwo (NAZ.GHA), 7 – Badu Emmanuel Agyemang (NAZ.GHA), 18 – Battocchio Cristian (ITA),  6- Fernandes Gelson (NAZ.SVI), 3 – Isla Mauricio Anibal (NAZ.CIL), 4-4Paziena Michele (ITA),  37 – Pereyra Roberto Maximiliano (NAZ.U20 ARG), 66 – Pinzi Giampiero (ITA)

ATTACCANTI: 9 – Barreto Paulo Vitor De Sousa (BRA), 10 – Di Natale Antonio (ITA), 31 – Fabbrini Diego (NAZ.U21 ITA), 83 – Floro Flores Antonio (ITA), 25 – Torje Gabriel Andrei (NAZ.ROM), 92 – Vydra Matej (REP.CEC)

Allenatore: Francesco Guidolin (ITA)

PROBABILE FORMAZIONE: 3-5-1-1

1 Handanovic; 16 Coda, 5 Danilo, 11 Domizzi; 37 Pereyra, 66 Pinzi, 4 Pazienza, 20 Asamoah, 27 Armero; 23 Abdi; 10 Di Natale (C)

AS Roma Store

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here