IL MESSAGGERO – Il terreno è fertile e la Lega di serie A non perde tempo. Ieri il presidente Gaetano Micciché ha inviato una lettera alle varie componenti convocandole giovedì in un albergo a Roma. Nella lettera sostanzialmente si rivendica il ruolo di guida da sempre riconosciuto alla Lega di A, la valutazione di programmi e progetti prima di nomine e candidature. L’obiettivo è quello di spaccare il 73%, rappresentato da Lega Pro, Dilettanti, Arbitri e Calciatori, creando una nuova maggioranza in cui la A la faccia da “padrona”. Ed è qui che gioca un ruolo chiave Damiano Tommasi numero uno dell’Aic. Ieri il suo profilo social era pieno d’insulti dei tifosi per la mancata difesa di calciatori e squadre non ripescate in serie B. La sua posizione vacilla e potrebbe cambiare orientamento.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.