L’AVVERSARIA – Dopo la trasferta di Napoli, la Roma si appresta a preparare una nuova gara esterna: il calendario infatti oppone gli uomini di Zeman al Catania di Rolando Maran. Una gara sicuramente indigesta per i giallorossi in quanto la vittoria allo stadio Massimino manca ormai dal lontano dicembre 1970. A ben vedere, negli ultimi anni (per la precisione nella stagione 2006-07) la Roma ha ottenuto una vittoria esterna contro il Catania, firmata Vucinic-Tavano, ma in quell’occasione si giocava sul neutro di Lecce. Precedenti storici a parte, quella di domenica pomeriggio rappresenta un bivio fondamentale per la truppa di Zeman: dopo la sconfitta del S.Paolo bisogna necessariamente reagire per mantenere contatto col gruppo di testa e soprattutto tenere a distanza il Milan, ormai distante soli due punti. L’impresa non si presenta comunque semplice se si considera che il Catania, su 7 vittorie ottenute quest’anno, 6 le ha raccolte tra le mura amiche. Sommando i 5 pareggi casalinghi fin qui raccolti, il computo totale fa 19 punti conquistati al Massimino su 26, oltre il 70%.

IL MOMENTO DEL CATANIA – Dopo un novembre che ha rasentato la perfezione, con 2 vittorie e un pareggio, il mese si è chiuso in calando con le sconfitte contro Palermo e Milan. Stop che non hanno demoralizzato gli uomini di Maran che a dicembre hanno ripreso a macinare quel gioco propositivo, merito soprattutto del tridente tutto estro e fantasia che ha in Gomez e Barrientos gli interpreti fondamentali, collezionando due vittorie (al Franchi contro il Siena e in casa contro la Sampdoria), prima di doversi arrendere al capolavoro balistico di Togni al minuto 95 che ha regalato il successo al Pescara nell’ultima giornata prima della sosta. Sconfitta che non ha minato il morale della squadra come ha dimostrato l’ultima gara contro il Torino: nonostante l’inferiorità numerica, determinata dall’espulsione di Lodi, i rossoblu sono andati vicini al gol in diverse occasioni, fallendo anche un rigore con Bergessio.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Per la gara di domenica, mister Maran dovrà fare a meno del suo faro a centrocampo: Francesco Lodi è stato punito con tre giornate di squalifica per la manata rifilata ad un giocatore avversario nell’ultimo match. Al suo posto il tecnico rossoblu lancerà dal primo minuto Salifu che affiancherà Almiron e capitan Izco. In avanti confermatissimo il tridente tutto argentino Gomez-Bergessio-Barrientos, mentre in difesa Bellusci prenderà il posto dell’infortunato Alvarez.

Daniele Gargiulo

Probabile formazione (4-3-3): 21 Andujar; 14 Bellusci, 6 Legrottaglie, 3 Spolli, 12 Marchese; 13 Izco, 30 Salifu, 4 Almiron; 17 Gomez, 9 Bergessio, 28 Barrientos. A disp.: 1 Frison, 29 Terracciano, 33 Capuano, 18 Augustyn, 5 Rolin, 2 Potenza, 16 Paglialung, 26 Keko, 24 Ricchiuti, 35 Doukara, 19 Castro. All.: Maran.

Indisponibili: Sciacca (Ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro), Alvarez (Distrazione di I grado della giunzione miotendinea del muscolo semimembranoso della gamba sinistra)
Squalificati: Lodi
Diffidati: Alvarez, Castro, Barrientos, Legrottaglie

CALCIO CATANIA

Portieri
21 Mariano Gonzalo ANDUJAR (ARG)
1 Alberto FRISON (ITA)
29 Pietro TERRACCIANO (ITA)

Difensori
22 Pablo Sebastian ALVAREZ (ARG)
18 Blazej AUGUSTYN (POL)
14 Giuseppe BELLUSCI (ITA)
33 Ciro CAPUANO (ITA)
6 Nicola LEGROTTAGLIE (ITA)
12 Giovanni MARCHESE (ITA)
2 Alessandro POTENZA (ITA)
5 German Alexis ROLIN FERNANDEZ (URU)
3 Nicolas Federico SPOLLI (ARG)

Centrocampisti
4 Sergio Bernardo ALMIRON (ARG)
28 Pablo Cesar BARRIENTOS (ARG)
27 Marco BIAGIANTI (ITA)
19 Lucas Nahuel CASTRO (ARG)
13 Mariano Julio IZCO (ARG)
10 Francesco LODI (ITA)
16 Mario Angel PAGLIALUNGA (ARG)
19 Adrian RICCHIUTI (ARG)
30 Amidu SALIFU (GHA)
8 Francesco Fabio SCIACCA (ITA)

Attaccanti
9 Gonzalo Ruben BERGESSIO (ARG)
35 Souleymane DOUKARA (FRA)
17 Alejandro Dario GOMEZ (ARG)
26 Sergio Gontan KEKO (SPA)

Allenatore: Rolando Maran (ITA)

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here