romanews-roma-pau-lopez-stadio-olimpico-vs-sassuolo
Foto Getty

NUMERI E CURIOSITA’ SASSUOLO ROMA – Calato il sipario sulla sessione invernale di trattative si alza quello sulla 22/a giornata di Serie A. La Roma, dopo il pareggio nel derby, fa visita a Reggio Emilia al Sassuolo alle 20.45. I giallorossi, quarti ma con l’Atalanta che insegue a un solo punto di distanza, nelle ultime 4 gare, hanno avuto lo stesso percorso della formazione di Roberto De Zerbi: un pari, una vittoria e due sconfitte. Andiamo a scoprire i numeri e le curiosità della sfida.

DOVE ERAVAMO RIMASTI – Il match di andata è caro a Paulo Fonseca, perché proprio contro gli emiliani è arrivata la sua prima vittoria da allenatore della Roma. Un netto 4-2 allo Stadio Olimpico, nel match valido per la quarta giornata di Serie A. A sbloccarla fu Cristante di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi il bis di Dzeko, Mkhitaryan a firmare il tris al suo esordio e Kluivert per chiudere i giochi. Vano il tentativo degli ospiti di riaprire la partita con la doppietta di Berardi.

PRECEDENTI DA INCUBO – Tra le squadre affrontate almeno tre volte in Serie A, la Roma è l’unica contro cui il Sassuolo non ha mai vinto: cinque pareggi e otto sconfitte per i neroverdi. Tra le formazioni affrontate più di una volta in casa in campionato, quella giallorossa è sia quella contro cui gli emiliani hanno perso in percentuale di più (83% – 5/6) sia quella contro cui ha segnato meno (una sola rete).

ROMA SPIETATA IN TRASFERTA – La squadra di Fonseca finora ha fatto più punti in trasferta (21) che in casa (18). E’ anche la compagine che in Serie A ha subìto meno reti in partite esterne: appena 7 in dieci incontri. Di fronte avrà i Neroverdi che hanno vinto solo due partite nelle ultime dieci di campionato, per il resto hanno messo insieme quattro pareggi e altrettante sconfitte. Ultimamente però sono apparsi in progresso, avendo vinto con il Torino e pareggiato a Marassi con la Samporia pur giocando per gran parte del match in inferiorità numerica.

NEMO PROFETA IN PATRIA – Nei 13 confronti in campionato le vittorie giallorosse sono 8, compresa quella dell’andata per 4-2 alla terza giornata, i pareggi 5, ultimo quello della scorsa stagione alla 37esima che terminò 0-0. Fu quello l’unico pareggio in casa dei Neroverdi che, nelle restanti cinque partite disputate contro la Roma al MAPEI Stadium, hanno sempre perso. Nei 6 incontri disputati fin qui a Reggio Emilia il Sassuolo è andato in gol soltanto una volta, nella sconfitta per 1-3 della 2016-17. Tra l’altro, va segnalato che nelle ultime 10 gare tra le mura amiche, il Sassuolo ha vinto solo 3 volte.

QUARTO MIGLIOR ATTACCO IN CASA – Il Sassuolo vanta il 4° miglior attacco casalingo di questa Serie A grazie a 21 reti, solo Lazio (30), Atalanta (29) e Juventus (24) hanno fatto meglio. Ha segnato in tutte le ultime 10 partite casalinghe in campionato (21 reti). In caso di gol in questo match i neroverdi eguaglieranno la loro striscia più lunga di partite interne con gol in Serie A (11 nel gennaio 2016), un record in un singolo campionato.

NUOVA VITA DA CAPITANO PER DZEKO – Anche se la fascia l’ha indossata in tante occasioni, quella contro il Sassuolo sarà la prima gara da capitano ufficiale della Roma per Dzeko. La pesante eredità gli viene lasciata da Alessandro Florenzi che in settimana si è trasferito al Siviglia. Il bomber giallorosso è attualmente ottavo nella classifica dei marcatori di questa stagione di Serie A, avendo messo a segno 9 gol, segue proprio Berardi del Sassuolo al decimo posto, sempre con 9 reti realizzate fino a ora.

DE ZERBI CONTRO IL SUO TABU’ – Il Sassuolo con la prima, storica, vittoria contro i giallorossi si staccherebbe dal gruppo di coda superando Udinese e Fiorentina attese domenica alle difficili sfide contro Juventus e Inter. De Zerbi però non ha mai battuto la Roma, 4 sconfitte e un pareggio per lui, mentre Fonseca è alla seconda contro il Sassuolo dopo la vittoria dell’andata.

COLPIRE IL SASSUOLO NELLA RIPRESA – La squadra di De Zerbi va a due velocità: considerando solo i risultati al termine del primo tempo sarebbe al settimo posto in classifica, nella ripresa spesso abbassa la guardia. Da segnalare che la Roma lontano dall’Olimpico non è mai andata all’intervallo in svantaggio.

CALCI PIAZZATI – Da una parte la Roma è la seconda squadra che ha segnato di più su calcio piazzato (15 reti), meno solo della Lazio (16). Dall’altra il Sassuolo di De Zerbi è quella che ha realizzato meno gol da calcio da fermo (solo due).

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.