romanews-roma-pallotta-campidoglio
Foto Tedeschi

ROMA STOP STADIO PALLOTTA – Si esprime senza mezzi termini l’ex presidente della Roma, James Pallotta, che affida ad un tweet la sua delusione per lo stop ufficiale comunicato dal club del progetto Stadio nell’area di Tor di Valle: “Sono tristissimo per la città di Roma e per la Roma. Pochi cretini (sì, voi sapete a chi mi riferisco) hanno rovinato un gran progetto per tutti. Deluso”.

Print Friendly, PDF & Email

22 Commenti

  1. devo mestamente dare ragione, e non me lo sarei mai “creso”, a sto mozzarellaro
    Sappiamo tutti a chi si riferisce….
    Ahh aspetto che qualcuno da del laziale a chi critica !!!!
    Tirate fuori gli attributi se una cosa non vi piace quantomeno ditelo, nessuno dice di andare in guerra questo mai!!!
    ma l orgoglio dove quazzo lo avete nel piatto delle fettuccine?
    Ci stanno colllionando e tutto va bene!!!
    Stiamo diventando dei rammolliti
    avete visto troppe partite alla tv poche trasferte non conoscete neanche il comunale di Torino non sapete cosa significava andare a Milano a Firenze a Napoli… e adesso ti fanno sentire in colpa perchè critichi Pellegrini
    Pelle chi?
    Criticavamo Pruzzo, Conti, Giannini, Voeller, Capello, De Rossi, Totti!!!!
    Adesso critichi Florenzi e si offende Pellegrini idem
    date il cuxo per questa maglia…. non tirate rigori da fighette, non parlate come dei messia siete semplicemente mediocri e ben pagati in un campionato pietoso, spero che questa nuova proprietà faccia una bella pulizia, per la squadra spero, ma per i tifosi “temo”
    SCUSATE LO SFOGO
    ahhh non so laziese

  2. Ma siete d’accordo su che? Su una pagina vergognosa nata da interessi privati, in mezzo ad arresti in una storia , un’area del tutto inadatta scelta solo per massimizzare la speculazione,con l’86 per cento del progetto legato a cemento ulteriore, un’area irraggiungibile, per uno stadio piccolo con pochi posti a costi elevatissimi. Pallotta stia zitto, non vuole bene alla Roma e non gliene importa nulla dei romani.

    • il tuo modo di ragionare è quello che porta questa città all’immobilismo, che rifiuta l’assegnazione delle Olimpiadi, che perde qualunque occasione per poter cambiare. Se non te ne sei accorto il modo di vedere il calcio è cambiato. Gli stadi da 90.000 persone non li fa nessuno e se li fanno restano vuoti. Bastarebbe vedere le piante del progetto per capire che questo 86% di cemento è una bufala. Quello che so è che al momento quella è una zona degradata e che rimarrà degradata, quello che so è che il progetto approvato con Marino era bellissimo (per il momento in cui fu approvato, ovverosia quasi 8 anni fa), ad oggi un progetto con un business park così è assolutamente improduttivo, perchè ce ne siamo accorti tutti che il modo di lavorare è cambiato e che una buona fetta di spazi uffici a Roma rimane chiusa e invenduta. Ma è pur vero che noi cittadini del quadrante sud ovest, non avremo un nuovo ponte, non avremo il raddoppio dell’ostiense e non avremo le opere di bonifica idraulica a Valleranello. Invece di creare lavoro in una città depressa, avremo solo centri commerciali che non possiamo visitare. Dopo di che ti faccio notare che i costi elevatissimi erano quasi tutti per i privati, e che se per questo progetto gridate alla speculazione, allora dove era l’indignazione quando si è costruito Ponte di Nona, o Bufalotta, o quell’obbrobrio di solo cemento a Galla Placidia, ma forse avendoli fatti il re della speculazione (Caltagirone) allora andavano bene, questi no.

  3. Rossella Sensi dopo che fu “ costretta” a cedere la Roma ne avrebbe avute cose da dire, ma si è sempre astenuta.
    Questo fa capire bene la differenza di spessore con questo cafone americano, che parla ancora adesso.
    La sua era una bella speculazione edilizia con UniCredit condita con la salsa dello stadio
    Ci hanno perculato per otto anni
    Meno male che è finita
    I Friedkin sembrano avere ben altro spessore e avvedutezza imprenditoriale

    • Rosella sensi diede in pegno a unicredit la AS Roma per “onorare” il debito della holding Italpetroli che ammontava a 375 milioni di euro. Fu poi unicredit a metterla in vendita e si presentò il solo pallotta. Il movimento cinque stelle pagherà caro il sorpruso ai nostri danni, i danni provocati e i mancati (enormi) introiti che derivano da un nuovo stadio. Ma forse è questo che spaventa chi non vuole il nuovo stadio, ovunque venga realizzato, che la Roma diventi più forte, molto più forte. E non è tifoso romanista chi lo sostiene e mistifica la realtà è le cause reali di questa situazione. Eternamente grato ai Friedkin che si accollano una situazione difficilissima e, se la risolveranno con successo, entreranno nella Storia di Roma e della AS Roma.

    • Fu costretta dai libri contabili! Tra le cose che avrebbe da dire, ci sarebbero pure la pantomima con tanto di conferenza, video e addirittura plastico di presentazione del suo stadio.

  4. Federico visto che non ci abiti ..mentre io si!! Vieni a fare un giro tra prostitute , accampamenti e immondizia… Tutta la vita cemento piuttosto che discariche, prostituzione e vandali che ti entrano in casa come fosse la loro o ti lasciano la macchina su 4 mattoni per rivendere 4 gomme. Questo non significa che il cemento risolve il problema, ma almeno un progetto di quei livelli da un decoro ad una città ormai alla deriva.

  5. A Pallotta l’unico cretino sei tu e chi ha portato avanti questo progetto scandaloso. Adesso fai la tua vita e non mettere piu bocca sulla Roma. P-boys suoniamo il de profundis

    • Il primo che scapperesti allora saresti te! Rosica in pace aquilotto che ormai il buio sta svanendo e tornerete a fare quello che da sempre fate, gufare e rosicare! Lazio shit daje Roma daje Dan

  6. che la Raggi e la sua giunta siano incompetenti lo sanno anche i muri….ma pur di non vedere la tua lurida faccia da maiale speculando su Roma e prendendo in giro i romani e i tifosi …avrei abbandonato anche l´idea di un nuovo impianto…VA BENE COSI PALLOTTA GO HOME…

Comments are closed.