Foto Tedeschi

ROMA DZEKO – La Roma si prepara a ripartire dopo la sosta delle nazionali e a tornare in campo per affrontare il Benevento. Già da domani sarà quindi fondamentale per i giallorossi ritrovare i gol di Dzeko, apparso piuttosto spento in questo periodo.

La Roma ha bisogno di Dzeko, ma resta l’opzione Mayoral

Questo non è certo un momento facile per Dzeko. Come riportato da Il Messaggero, nemmeno i recenti impegni con la nazionale bosniaca sono andati come sperava: un pareggio e una sconfitta e una sola gara da titolare. Ben 4 volte è stato vicino a dire addio alla Roma, l’ultima quest’estate, ma alla fine è rimasto nella capitale. Il suo ingaggio continua a pesare molto sulle casse giallorosse, per questo si valuta il prolungamento del contratto per spalmare lo stipendio, aggiungendo magari alcuni bonus e pensando ad un futuro in dirigenza. Il bosniaco è attualmente fermo a quota zero reti quest’anno e nemmeno i numeri del campionato post-lockdown sono dei migliori. Nella sua lunga storia alla Roma forse non si è sentito indispensabile solo con Spalletti, che aveva utilizzato Perotti come falso 9, ma poi la fascia da capitano, affidata per la prima volta dopo 22 anni a uno straniero, non ha lasciato dubbi: è un giocatore fondamentale per i giallorossi. Domani partirà titolare contro il Benevento, ma il giovane Mayoral scalpita e non ha intenzione di essere solo il suo vice. Se l’ex Real Madrid offrirà prestazioni convincenti, Fonseca potrebbe anche scegliere di affidare a lui l’attacco, oppure di farlo giocare insieme al bosniaco.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. “Il bosniaco è attualmente fermo a quota zero reti”
    Vero, ma ha giocato solo 2 partite!
    Con questa logica, anche Morata, Osimhen, Barrow ecc, che di partite ne hanno giocare addirittura 3, dovrebbero essere sulla graticola!
    Articoli del genere sono ridicoli.

  2. ci aspettano 7 partite, tutte importantissime per la Roma, in 20 e abbiamo 5 attaccanti e 3 centrocampisti con preferenze offensive .. Dzeko Pedro Miky Mayoral e Perez sono gli attaccanti .. Villar Pellegrini e Cristante sono i centrocampisti con pulsioni da attaccanti .. bene .. un allenatore, non dico intelligente, ma almeno furbo, li farebbe ruotare, scegliendo chi mandare in campo, di volta in volta, considerando gli avversari che si troveranno di fronte .. riuscira’ il nostro eroe Fon Sega a schierare finalmente una formazione adeguata !? e , magari, anche a fare cambi altrettanto adeguati?

Comments are closed.