Quattro portieri. E un dubbio. Il campionato della Roma è cominciato con molti punti interrogativi. Il reparto estremamente arretrato, in tal senso, non fa eccezione. Doni è il punto fermo. A lui è stato allungato il contratto nel maggio scorso per quattro anni. Percepirà un ingaggio ogni dodici mesi più sostanzioso; si inizierà dai due milioni netti previsti per l’annata 2008/2009 sino ai 2,4 in programma nel 2012. Spalletti nutre non poca fiducia nei confronti del brasiliano che ha (quasi) sempre ripagato il proprio tecnico, subendo 119 reti in 125 gare totali con la maglia giallorossa.
 
Oltrepassato il nazionale verdeoro, sorgono le incertezze. Artur, Julio Sergio e Pipolo sono le alternative. Valide? Chissà. Numeri alla mano, nessuno dei tre è ancora sceso in campo con la Lupa sul petto nel corso di gare ufficiali. Saranno tuttavia necessari il tempo e i minuti di gioco per giudicare. Ad ogni modo, l’ex Cesena dovrebbe ricoprire il ruolo di secondo. Pur non avendo convinto in pieno la critica ed il proprio allenatore nelle prime apparizioni stagionali, tra luglio ed agosto. «Conosco Guilherme. Ha qualità», spiegò Julio Sergio qualche mese fa. Prelevato dal Siena per 750mila euro, Artur guadagnerà nella Capitale circa 170mila euro netti fino al 2010. Sarà dunque capace di sostituire Doni, ipoteticamente fermo per un raffreddore? A Trigoria se lo augurano.
 
Anche se nella squadra giallorossa — è bene ricordarlo — trova posto «il miglior terzo estremo difensore» in circolazione. In Brasile, era proprio Julio Sergio — romanista almeno sino al 2010 — il titolare dinanzi a Doni. «Quando eravamo ragazzi, al Botafogo io giocavo in prima squadra e lui nella Primavera, qualche tempo dopo eravamo assieme nel Santos. Il titolare ero io, poi lui, poi di nuovo io. La terza volta ci siamo ritrovati nella Juventude. Io mi feci male al ginocchio e allora i dirigenti comprarono Donieber. E nell’aprile 2006 ci siamo ritrovati a Roma», il racconto del numero 27.
 
Ad ogni modo, dal settore giovanile capitolino è emerso un elemento promettente che risponde al nome di Pietro Pipolo. Miglior portiere del Torneo di Viareggio 2007, il 22enne di Marino, libero dal 2009, pochi giorni fa è stato inserito dal tecnico di Certaldo nella lista per la Champions League insieme ai compagni di reparto. Durante la scorsa annata, Pietro si è perfezionato al Potenza in serie C1, incassando otto reti in sette apparizioni. Il preparatore dei portieri romanisti, Adriano Bonaiuti, lavora ogni giorno con i propri scolari per farli crescere e migliorare. Ma soprattutto per cancellare i punti interrogativi dalla lavagna.
 
Benedetto Saccà

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here