romanews-roma-paulo-fonseca-stadio-olimpico
Foto Tedeschi

EDITORIALE – La Roma supera 3-2 il Torino in rimonta e chiude definitivamente la lotta per il quinto posto in classifica, prendendosi la qualificazione alla prossima Europa League. Sono i granata a sbloccare il risultato con Berenguer al 14′. La Roma però dopo due minuti trova subito il pareggio con Dezko, che su assist di Mkhitaryan batte di sinistro Ujkani. I giallorossi completano la rimonta con Smalling, che stacca in anticipo su Ansaldi sul corner di Perez e insacca (24′). Nella ripresa arriva il tris con un grande Dzeko che viene atterrato in area da Djidji. Trasforma Diawara dal dischetto al 61′ ed è 3-1 per i giallorossi, è il gol che condanna la squadra di Longo alla 20esima sconfitta in campionato, anche se dopo 5 minuti i padroni di casa riescono ad accorciare con Singo, al primo gol in A e con un non perfetto Pau Lopez che tocca ma non evita il 3-2.

106 volte Dzeko

Se la Roma è riuscita a ribaltare la situazione a Torino lo deve al suo totem, mister 106 gol Edin Dzeko. Una rete e un rigore procurato, in mezzo tanta roba. Non finisce mai di sorprendere l’attaccante di Sarajevo arrivato a toccare, con l’1-1 ai granata, quota 106 marcature con la Roma. Il suo 16 gol in questo campionato lo spedisce dritto nell’Olimpo dei bomber più prolifici della storia giallorossa e raggiunge Volk al 4° posto all-time- Il numero 9 è il quarto romanista a segnare almeno 16 reti in tre campionati di Serie A diversi, dopo Volk appunto, Manfredini e Amadei. Immenso!

Fonseca vince con il modulo che non gli piace

Con l’ormai consolidato 3-4-2-1 il portoghese alla sua prima stagione italiana e romanista conquista l’accesso alla fase a gironi di Europa League. E dire che questo modulo a Fonseca neanche garba. E’ sincero quando lo rivela candidamente ai microfoni delle tv nel dopo partita: “Mi piace di più il vecchio sistema di gioco, ma a questo attuale la squadra risponde molto bene”. Archiviato il campionato con una giornata di anticipo, sabato c’è la sfida ininfluente per entrambe con la Juventus, il tecnico si concentrerà sull’Europa League, un obiettivo alla portata battendo il Siviglia, squadra esperta che ha già vinto questa Coppa.

GSpin

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.