Foto Tedeschi

ROMA DIAWARA – Domani arriverà la decisione del giudice sportivo in merito al caso Diawara, e con ogni probabilità la Roma perderà la gara col Verona 3-0 a tavolino. I giallorossi però, secondo quanto riporta gazzetta.it, sono pronti a fare ricorso qualora arrivasse la sconfitta. La strategia capitolina prevede l’ammissione dell’errore di forma, spiegando però che il mancato inserimento dell’ex Napoli in lista non ha portato alcun beneficio al club, poiché nessun altro giocatore è stato portato al suo posto, e quindi la squadra del Bentegodi sarebbe stata la stessa. Non solo, resta da capire se la Lega stessa abbia inviato o meno una pec al club di Trigoria per avvertire dell’errore prima della partita. Il ricorso, in ogni caso, non avrebbe grandi speranze di successo. Al momento però la Roma non si è ancora pronunciata.

v

Print Friendly, PDF & Email

15 Commenti

  1. Nemmeno in 3a categoria si sentono più cose del genere. Questo è il risultato del NON AVERE un D.S. e/o un dirigente che segue la squadra, visto che De Santis (che copriva il vecchio ruolo) è stato nominato DS pro tempore Dilettanti allo sbaraglio.

  2. Ricorso o meno, penalizzazione o meno, resterà sempre l’immensa figura di 💩 alla quale una dirigenza incompetente ed inadeguata ha esposto la Roma ed i suoi tifosi.
    Spero che Friedkin cacci i responsabili a calci in c*lo!

  3. Inadeguati….ma la chiama nello spogliatoio non l’hanno fatta ? Non so sono accorti che mancava diawara…..tra l’altro inguardabile in campo

  4. Neanche nei dilettanti si vedono queste cose…..questa è la prova che non è cambiato un bel niente….Ma i dirigenti e allenatore si presentano solo a fine mese?….ridicoli e ridicolizzati…

  5. Situazione inaccettabile che si aggiunge al fatto di arrivare alla prima di campionato senza un attaccante cose che nemmeno in terza categoria succedono.Fienga in quanto AD deve essere cacciato !

  6. Adesso che i Friedkin si saranno resi conto del disastro tecnico/sportivo in cui versa la società dovrebbero andarci giù pesantemente con l’ascia e togliere di mezzo tutti gli incapaci che sono dentro a Trigoria. Basta! È ora di riportare ordine e credibilità agli occhi non solo dei tifosi ma verso tutto l’ambiente calcistico in generale. Ammesso e concesso che hai qualche buon giocatore tra le mani come si fa a convincerlo a venire a giocare in questa squadra? Come fai a convincerlo sulla solidità e credibilità della società con tutto quello che sta accadendo? Ci vuole gente professionale e competente. Così stiamo toccando il fondo (e chissà quante altre bassezze di cui non sappiamo niente)… che rabbia e depressione… Dan e Ryan… per favore riportate la Roma ai livelli che le competono… basta con questo pressappochismo… Salvateci da questo caos…
    Forza Roma sempre

  7. La mala fede é nell’acquisto di Diawara e in un ingaggio aumentato del 280% rispettobal Napoli, dove non giocava mai perchè non ha corsa tiro inserimemti passaggio filtrante e lanci: solo passaggetti corti. Errore su Diawara allucinante , inammissibile, che conferma come con lo juventino Fienga si sia raggiunto il punto più basso, salvo poche eccezioni (Ciarrapico), della storia della Roma. La tentata vendita di Dzeko alla Juve e la sua incredibile esclusione dalla prima gara passano in secondo piano di fronte a questo vergognoso errore, che denota negligenza, incapacità, irresponsabilità e lassismo. Friedkin allontani dalla Roma questo signore, responsabile del peggior bilancio della Roma del gravissimo indebitamento, della espusione di tre capitani nel giro di 3 anni, della cancellazione completa in poco più di un anno di tutti i giocatori di Roma-Barcellona.

    • Diawara non è assolutamente da massacrare… non è un fuoriclasse, ma è anche uno dei pochi che quando ha la palla spesso cerca di passarla in fretta in avanti, facendoti arrivare velocemente sulla trequarti… e limitando retropassaggi e passaggi orizzontali (parlo del Diawara pre-quarantena, dopo la quarantena ha avuto un mese da incubo – come tanti giocatori della Roma). Lo stipendio se lo merita tutto.
      Detto questo, alla Roma lo sbando è evidente… Fienga è un DS a tempo, supportato da De Sanctis che (sembra) sia a tempo pure lui (perchè richiesto dall’Ascoli): l’errore di Diawara nella lista è un segno evidente che serve subito un DS (che questo mercato sia stato fatto nell’ombra da qualche DS? Magari Paratici o Baldini?)

    • abbiamo finalmente il colpevole, Fienga. é chi è Rasputin? l’impersonificazione del male? Mi pare tutto molto esagerato.
      Con De Rossi ha avuto ragione la società, Florenzi mi sa che ve lo siete scordato come giocava e quello che dicevate tutti, ed il terzo chi è Dzeko? Le uniche parole ufficiali che abbiamo sentito dalla bocca di FIenga sono state:Dzeko è il capitano della Roma e la Roma non ha nessuna intenzione di cederlo. Dopo di che nn siamo nati ieri, e la situazione finanziaria in cui versa la Roma la conosciamo tutti e invece di sparare su FIenga, pensa a chi certe zavorre le ha portate qui, zavorre che nessuno vuole, per questo sei costretto a fare mercato con i giocatori più importanti.

  8. Non si può ricominciare con questi personaggi, la “linea” di difesa della società è più grave del fatto stesso.
    Una “svista” che scrive l’ennesima negatività di una società svuotata dell’amore e dell’interesse professionale verso ciò che si fa, non solo…..c’e’ anche il goffo tentativo di condividere le colpe con la federazione che avrebbe dovuto inviare una “pec”….siamo alla farsa.
    Dimettetevi e andate da pallotto vostro mentore.

  9. Sono basito! Puoi sbagliare un gol “fatto”…puoi fare una “papera” in porta…ma quelle sono cose che si decidono in una frazione di secondo e, quindi, in un certo senso, perdonabili (a meno che non sistematiche).
    Ma questa non si può perdonare! Perchè un tale errore è indice di evidente ed estrema superficialità.
    Se tale situazione scaturisce da un dirigente, che venga immediatamente sollevato dall’incarico; se invece a compierla è stato un semplice impiegato, che – suppongo – non guadagna cifre stratosferiche, magari una bella lavata di testa ed una supervisione sulle sue azioni future potrebbe bastare (avrà ‘na famiglia da mantenere).
    Cmq sia, il danno non sarebbero solo i due punti persi, ma la figuraccia che ne conseguirebbe e, soprattutto, il fatto che quando i tifosi, nella loro purezza, tendono a trovare giustificazioni sempre e comunque (io sono tra questi) sull’operato, a volte difficilmente spiegabile, della Società, poi vedrebbero quella che speravano non fosse “l’altro lato della medaglia” realizzato nella maniera più mentalmente sciatta…
    Mi auguro che i nuovi proprietari sappiano prendere e prendano le decisioni più efficaci ed opportune per evitare il ripetersi di situazioni analoghe.
    P.s.: a mio modesto avviso Diawara può giocare solo in una provinciale; nella Roma, pur considerando come siamo ridotti, può fare il TERZO panchinaro nel ruolo. Aria, aria fresca ci vuole!

Comments are closed.