ROMA-SASSUOLO, IL FACCIA A FACCIA – Chi da Londra, chi dalla Capitale: con il gol nel destino, nel mirino c’è la Roma. Salah arriva dal Chelsea con il dovere di stupire, Politano viaggia dall’Abruzzo all’Emilia per convincere chi, da Trigoria, lo osserva con particolare premura.

FORZA ‘FARAONE’, MANCA SOLO IL GOL – Classe ’92, l’ex Chelsea infiamma la Serie A stregando Firenze in soli 6 mesi. Con la stessa, identica fretta, però, l’esterno lascia la Toscana senza pensarci troppo, con l’ambizione di conquistare l’Europa da un palcoscenico più grande. Appurate le difficoltà in Inghilterra, la soluzione porta il nome della Roma. Walter Sabatini gli regala la Champions League e l’opportunità di ben figurare davanti i top club, a partire dal Barcellona. La corsa, la grinta e la voglia ci sono, all’egiziano manca solo il gol. Chissà che il Sassuolo non possa essere la sua prima vittima.

LA PRIMA ‘DA GRANDE’ DI POLITANO – È il 2010 quando Matteo, appena diciassettenne, vince il Campionato Allievi con i colori della città in cui è nato, quelli della Roma. Sotto l’ala di Bruno Conti, l’esterno d’attacco è prima spedito in Lega Pro a Perugia – dove segna e non poco – e poi a Pescara, per due stagioni ‘di peso’ con 12 gol totali messi a segno. Ora, a Sassuolo la grande occasione per dimostrarsi grande. Per il classe ’93 di proprietà romanista è la prima stagione in A. All’Olimpico sarà la prima partita contro la casa che lo ha cresciuto. Un’emozione grande, dalle altrettanto grandi sorprese.

Riccardo Cotumaccio
Twitter: @_Cotu

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.