Il neo-acquisto giallorosso, mentre il presidente Corsi si aggirava per Trigoria, è stato presentato ufficialmente alla stampa.”A Valencia non ho avuto modo di dimostrare qualcosa”.”Voglio dare il massimo negli allenamenti ed entrare subito nel ritmo partita. Vediamo partita dopo partita cosa riuscirò a fare”.”Mi trovo meglio a partire da dietro e soprattutto dalla sinistra per poi accentrarmi”.”La Roma è una grande squadra. Sette punti sono recuperabili e si lotta per il vertice”.”Non faccio il rincalzo di lusso. Ad Empoli giocavo”.”Fisicamente sto abbastanza bene, gli ultimi test che ho fatto sono andati bene”. “Roma è una piazza molto calorosa, ci sono molti tifosi che pretendono molto. Spero di accontentarli dando il massimo”.”La Roma è un gruppo molto unito. Cercano di aiutarmi tutti”.”Mi è dispiaciuto non rimanere in Italia dopo la scorsa stagione con l’Empoli che avevo fatto molto bene. Però sono andato in una squadra importante in Spagna. Purtroppo le cose sono andate diversamente da quello che mi aspettavo”. “E’ normale che a Valencia potevo fare qualcosa in più. Io mi allenavo e davo il massimo, ma quando arrivavo alle convocazioni non c’ero mai. Questo è dipeso dal rapporto conflittuale tra l’allenatore e Carboni”.”Non credo ci siano state avversità a Valencia contro gli italiani. Purtroppo per me e Di Vaio è andata male”.”Cercherò di dare il massimo. So che non è facile rimpiazzare un giocatore come Montella. Cercherò di dare una mano alla squadra”.”Ho parlato poco con Carboni, gli ho chiesto personalmente di andare via. Lui ma ha accontentato e sono contento per questo. Non mi ha parlato di Roma, l’ho sentito per telefono e pochissimo”.”A Valencia mi è mancata la fiducia del tecnico”.”Non vedo l’ora di iniziare il campionato al più presto perché non vedo l’ora di giocare e di affrontare squadre come l’Inter”.”Spalletti mi ha detto di mettermi sotto, allenarmi e correre tanto”.”Ho letto sui giornali che la Roma era interessata a me. Circa una decina di giorni fa me l’ha detto anche il mio procuratore. Devo ringraziare la società e tutti quelli che mi hanno voluto qui a Roma”.”Penso che la Roma in Italia giochi il miglior calcio, gioco di prima e molte verticalizzazioni”.”Cercherò di dare il massimo e alla fine del campionato si vedrà, se la roma decidesse di non riscattarmi devo tornare al Valencia, col quale ho un contratto di 3 anni”.”Grazie per essere alla Roma devo dirlo alla società giallorossa che ha creduto in me”.”Giocando alla Playstation non mi sono mai messo nella formazione della roma, da domani si”.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here