romanews-roma-tripletta-henrikh-mkhitaryan-gol-genoa
Foto Tedeschi

PARTITA ROMA PARMA MKHITARYAN KUCKA – La sosta per le Nazionali è arrivata in un momento molto importante. I giallorossi erano sulla cresta dell’onda con la terza vittoria consecutiva contro Fiorentina, Cluj e Genoa, e si sono dovuti fermare proprio sul più bello. Dall’altra parte però hanno perso dei pezzi a causa del coronavirus. Il primo a dare forfait è stato Edin Dzeko, seguito poi da Santon, Fazio, Kumbulla, Pellegrini e Boer. Ma non c’è tempo per disperarsi, perché domenica all’Olimpico la Roma affronterà il Parma.

Roma, Henrikh Mkhitaryan

Mkhitaryan è stata una delle rivelazioni della scorsa stagione: infortuni a parte, che l’hanno tenuto fuori per quasi tre mesi, ha giocato per 1831 minuti, segnando ben 9 gol (anche se uno è molto dubbio, inizialmente era stato assegnato a Kolarov) e 5 assist. La prima rete è arrivata nel debutto in giallorosso in Serie A contro il Sassuolo, gli altri con Verona, Bologna, Lecce, Cagliari, Napoli, Parma e Inter. Tre dei 4 assist in campionato sono arrivati in partite in cui aveva anche segnato. Ogni volta che Mkhitaryan ha messo il suo nome nel tabellino dei marcatori la Roma ha portato a casa tre punti ad eccezione delle sfide contro Napoli e Inter, nelle quali sono arrivati un pareggio e una sconfitta. Nella doppia sfida della scorsa stagione con l’Udinese ne ha giocata solo una, il ritorno, dove i giallorossi hanno perso 2-0. Nell’andata era out per infortunio, e la Roma ha vinto per 4-0. In questa seconda stagione in giallorosso ha già avuto il modo di riconfermare il grande giocatore che è. Arrivato a parametro zero dall’Arsenal, ha trovato i primi gol nella sua seconda avventura nella Capitale solo nelle ultime due partite, rispettivamente con Cluj (primo) e Genoa (tripletta). Proprio con i Grifoni ha portato a casa il pallone grazie alla tripletta; Miki è riuscito a non far sentire la mancanza di Edin Dzeko, fuori per coronavirus. I tifosi giallorossi si augurano che possa prendere le veci del bosniaco anche nella prossima gara. Oltre ai gol si conferma un gran assistman: al momento ha all’attivo 5 assist, uno in Europa League e gli altri in campionato. Mettendo da parte però i numeri, Mkhitaryan è un giocatore estremamente importante per questa Roma. Il suo carattere ma soprattutto la sua professionalità e qualità sono degli elementi imprescindibili per la squadra. Insieme a Pedro e Dzeko formano un trio di esperienza capace di innescare la macchina da gol giallorossa.

Parma, Juraj Kucka

Nella Capitale il nome di Kucka non è nuovo. La Roma, infatti, è la vittima preferita del giocatore: contro i giallorossi ha segnato in totale 4 gol, mai così tanti contro le altre squadre. In 10 gare giocate in campionato con i capitolini, ha portato a casa 3 vittorie, 1 pareggio e 6 sconfitte. In Serie A lo slovacco ha giocato con Genoa, Milan e Parma, e ha segnato ai giallorossi con tutte e tre le maglie. Due reti sono state messe a segno con i Grifoni, le rimanenti due una a squadra. Quando vede la Roma si scatena, non solo a suon di gol: Kucka è stato infatti espulso in un’occasione per doppia ammonizione, nel 2012/13 quando i rossoblù persero 3-1. Nonostante il ruolo non sia di natura fatto per i goleador, il centrale ha segnato in tutta la carriera ben 50 gol, di cui 25 in Serie A. Alto 1,86, 6 delle sue reti in Serie A sono arrivate su colpo di testa. Il centrocampista è anche il rigorista del Parma, infatti gli ultimi tre gol con i crociati sono arrivati dagli undici metri. La Roma lo sa bene: uno di questi è proprio contro i giallorossi.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico al più presto possibile.