CONFERENZA STAMPA – La terza conferenza stampa dal ritiro 2013 a Riscone di Brunico, vede protagonista il neoacquisto giallorosso JEDVAJ che si presenta ufficialmente ai suoi nuovi tifosi e ai giornalisti. Ecco le sue dichiarazioni integrali

 

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY DELLA PRESENTAZIONE

 

Il ceo Italo ZANZI introduce i lgiocatore: “Presentiamo un giocatore giovane con un grande futuro, per la Roma è importante non solo vincere oggi ma anche per il futuro”.

Quali sono le tue aspettative?
Sono molto felice di essere arrivato in un club con una grande reputazione. Voglio vincere e ricambiare la fiducia, esprimere le mie qualità e riportare in alto la Roma.

Cosa ti ha spinto ad accettare la Roma, c’erano altri club su di te come il Tottenham?
Si è vero, adesso sono qui. La Roma è un club con una grande storia e grandi nomi, tra tutti Totti. La Roma è uno dei tre top club italiani. Sono arrivato in uno dei primi tre club in Italia.

Cosa conosci del calcio italiano e quali giocatori ti hanno impressionato?
Il calcio italiano della Serie A è uno dei migliori di Europa, sono convinto che imparerò molto sul piano tattico, ci sono grandissimi attaccanti ma io in campo non ho paura di nessuno, sul campo sono tutti uguali, fuori rispetto tutti soprattutto i più veterani”.

Cosa fai fuori dal campo, vieni con la famiglia o da solo a Roma?
Ho giocato con la Dinamo Zagabria, ho giocato per 6 mesi e abbiamo vinto il campionato, fuori sono un ragazzo normale che va a scuola mi piace fare shopping fare passeggiate e stare con gli amici, a Roma verrò con la famiglia e penso che mi potrà aiutare molto come mi aiuteranno i veterani che sono già qui nel club”.

Puoi descriverti? C’è un giocatore a cui ti ispiri e vedi come riferimento?
Non mi piace descrivermi, comunque i mie pregi sono le doti tecniche il senso della posizione e la tattica, come modelli mi piacerebbe essere come Thiago Silva e David Luiz.

Che numero hai scelto e perchè?
“A dire il vero mi sarebbe piaciuta la 16 ma ce l’ha Daniele De Rossi, ho scelto il 33 che è un numero che mi piace e che ha Thiago Silva”.

Che impressione ti ha fatto il mister Garcia e se ti ha dato già dei consigli?
“Il mister mi ha detto di essere calmo e di esprimermi secondo le mie possibilità, i primi giorni qui è tutto positivo, ringrazio Pjanic che mi aiuta con la lingua, già mi sto attrezzando per prendere lezioni di italiano, per quanto riguarda il mister ora ci stiamo concentrando sulla parte atletica, so che ha vinto in Francia e penso possa replicare anche qui quello che ha fatto di buono”.

Pensi di essere già pronto per la prima squadra?
“Mi sento pronto, sono arrivato qui per giocare con la prima squadra non con la Primavera”.

Quando hai pensato di venire qui e perchè hai scelto la Roma e non altre squadre?
E’ andato tutto veloce: non sono stato dietro alle notizie, ero concentrato nel giocare a calcio con la Dinamo; nelle ultime settimane c’era stato un forte interesse del Tottenham, poi è tornata con forza la Roma e ora sono contento di esere qui”.

Punti ad affermarti qui oppure pensi di poter arrivare a giocare in squadre più blasonate?
“Il mio obiettivo principale è quello di stare qui e di vincere con la Roma, nessuno può conoscere il futuro, quello che conta ora è giocare con la Roma e vincere dei titoli con la Roma”.

Conosci Marquinhos? Sai che probabilmente andrai a sostituirlo?
“Marcos è l’esempio migliore che non è una questione di età per giocare a questi livelli, ora lo inseguono tutti i club d’Europa, anche io cercherò di sfruttare l’occasione quando il mister me ne darà l’opportunità”.

 

(fine)


ROMANEWS.EU SEGUE LA CONFERENZA STAMPA IN TEMPO REALE

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here