JARNI CORIC ROMA – Intervenuto in diretta durante il palinsesto di Teleradiostero, Robert Jarni, ex giocatore di Juve e Real Madrid ed attuale allenatore della Croazia U19, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

La Croazia sta facendo un grande Mondiale…
Sono 20 anni che stiamo aspettando un altro exploit come quello del 1998, abbiamo 4-5 giocatori che militano in squadre importantissime che arrivano in fondo in Champions costantemente. Due anni fa all’Europeo abbiamo perso contro il Portogallo, ma per adesso è andato tutto bene. La prossima partita sarà contro la Danimarca, squadra che non perde da tantissimo, quindi sarà una gara difficile.
 
Cosa si dice in Croazia di Coric?
E’ un talento, vede molto bene il gioco, lo legge benissimo, mette il pallone dove vuole, sa lanciare il giocatore in porta: credo che alla Roma farà bene.
Lo si paragona a Modric.
Non somiglia a Modric, non si può fare un paragone con Luka, perchè Modric ha un computer dentro la testa. Bisogna vedere come andrà avanti la carriera di Coric, bisogna avere la pazienza con lui, entro due anni sono sicuro che sarà un giocatore importantissimo per la Roma.
 
Qual è il suo ruolo ideale?
E’ un Totti, un playmaker molto offensivo, che può giocare da regista basso o da trequartista, vede benissimo il gioco, ha una grande capacità di fornire assist ai suoi compagni.
 
Dietro a questa nidiata di prospetti importanti, come Rog, Pjaca, Coric, ci sono altri talenti nelle giovanili croate?
Si, alcuni li alleno io personalmente, ma ancora purtroppo non c’è quella maturazione che abbiamo avuto noi. Io iniziai a giocare a 17 anni e mezzo in Jugoslavia, sono stato messo subito a stretto contatto con giocatori fantastici, mentre i ragazzi di oggi vengono immediatamente mandati all’estero, senza che ci sia la giusta maturazione.

Print Friendly, PDF & Email

12 Commenti

  1. Con Totti non c’entra niente (e neanche con Modric)…
    … pur con le dovute differenze lo vedo un “Pirlo”.

    Per questo sono assolutamente contrario a darlo in prestito
    lo terrei (almeno) fino a Gennaio e secondo me se rimane fino a Gennaio
    non se ne va più…

    Lui è il regista che ci manca e se ripercorre la strada di Under
    un centrocampo composto da Cristante – Coric – Pastore
    a me non dispiacerebbe (molto offensivo…da utilizzare soprattutto per le partite in casa ma con cui si divertirebbe tanto…soprattutto i nostri attaccanti).

    ps: non guardatevi solo i filmati di Youtube che possono dire tutto
    e il contrario di tutto…ma qualche partita e secondo me questo ragazzino
    è un vero gioiellino…

  2. Solo per fare un recap:
    Cristante è un tuttocampista, un cc modernissimo, un colosso con polmoni enormi e piedi buoni.
    Coric potrebbe essere, almeno inizialmente, il “doppione” di Pastore (colpo ad hoc, Pastore ha 29 anni). Non faticherei a credere che, entro pochi mesi, si battano una maglia da titolare, trovandoci quindi con due uomini per ruolo.
    Credo che DiFra veda bene il duo Strootman/De Rossi in regia, a randellare chiunque passi da quelle parti. Secondo me, anche per rivalorizzare Kevin, spostarlo un po’ più indietro dalla porta, con la quale ormai, non nascondiamoci, ha perso il feeling da un pezzo, non sarebbe una cattiva idea.
    Cristante/Pellegrini, quindi, è l’altro binomio che va a completare un cc con potenziali 6 titolari per 3 posti. E non venitemi a dire che De Rossi, dopo la stagione che ha disputato, è bollito. Basta.
    In attacco abbiamo chi volete, e anzi, dovremmo sfoltire un po’.
    Bianda non lo conosco bene, ma sembra un ragazzo con buona prospettiva.
    Capradossi è stato promosso dal Mister a pieni voti.
    Karsdorp si è ripreso, fino a prova contraria c’è anche Florenzi da quelle parti (E per Florenzi valga il discorso di De Rossi). Ciò che adesso serve alla Roma è un terzino sx di livello che faccia rifiatare l’Eterno Kolarov, e un portiere per sostituire Alisson, sempre più lontano da Roma.
    Tutto sommato, è forse il primo anno dopo un bel po’ che la Roma non punta a formare uno start-team, ma una squadra di ragazzotti da crescere. A me piasce…DIESCI!
    P.S: sono fomentato per Kluivert, l’ho sempre avuto a Football Manager ed era una bestia, averlo ora in squadra mi rende un bimbo felice ahahahahah!

    • A sinistra a far rifiatare Kolarov c’è Santon che può giocare su entrambe le fasce..diamogli fiducia almeno all’inizio,era considerato un talento,si è perso di brutto,ma come riserva ci può stare!Secondo me in futuro un attacco Under Schick(ora Dzeko è intoccabile per me) Kluivert potrebbe farci divertire non poco
      FORZA ROMA

      • Hai ragione, Santon merita una chance, quantomeno per quello che mise in mostra prima di partire per l’Inghilterra.
        Concordo su tutto e soprattutto sul FORZA ROMA!

Comments are closed.