ROMA ATHLETIC CLUB, LE INTERVISTE – Alla fine della partita della Roma contro l’Athletic Club, Paulo Fonseca ha parlato nel post-partita per analizzare la sfida. Queste le sue parole:

Roma imbattuta in questa pre season, la sua analisi su questa partita?
Abbiamo fatto qualche cambiamento rispetto alla partita precedente anche in vista della partita di domenica contro il Real Madrid. Ci sono state diverse cose positive, in particolare il coraggio. Abbiamo cercato di far circolare di più la palla, abbiamo avuto maggior possesso palla rispetto alla gara contro il Lille. E’ evidente che abbiamo commesso degli errori nella fase di costruzione. Nel secondo tempo siamo migliorati. Nel complesso ci sono stati aspetti positivi e aspetti meno positivi sui quali lavorare.

Quali sono stati gli aspetti più positivi?
In particolare questa disponibilità nell’iniziare il gioco da dietro, tenere la palla e di dominare meglio la partita. Senza poi dimenticare che abbiamo affrontato un’eccellente squadra che si trova in una squadra di preparazione più avanzato rispetto al nostro e senza dimenticare un terreno di gioco che non ci ha favorito. Ecco, senza dimenticare tutto questo la squadra è riuscita ad avere l’iniziativa ma dobbiamo migliorare negli aspetti che dicevo prima.

Avete affrontato nella sequenza di amichevoli la prima squadra che gioca a pallone con grande qualità, il calcio spagnolo è questo. Questo vi ha messo un po’ in difficoltà?
Sì è vero avevo già osservato questa squadra che ha qualità. Le squadre spagnole centrano il loro gioco sul possesso di palla ma proprio per questa ragione abbiamo avuto merito di aver concesso pochissime occasioni all’avversario e il primo gol nasce da un nostro errore. Nel complesso direi che in fase difensiva abbiamo fatto bene, si è mostrata sicura e abbiamo concesso molto poco. Anzi, molto spesso siamo riusciti a costringere il nostro avversario nella propria metà campo nella fase difensiva.

Perotti che si accentrava così tanto l’ha chiesto lei?
E’ una caratteristica della nostra squadra, di giocare con le ali più all’interno per lasciare la libertà ai terzini di spingere. Ci sono degli errori di posizionamento da correggere come Perotti che si abbassa troppo quando non ce n’è bisogno. Questo ha a che fare con una nostra idea di gioco.

La partita col Real…
Credo che la cosa più importante sia dimostrare coraggio anche contro una squadra del calibro del Real Madrid. Ritengo che contro nessuna squadra dobbiamo perdere la nostra identità. Anche al cospetto di una squadra come il Real Madrid essere fedele a noi stessi e alle nostre idee.


Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. Squadra di una pochezza tecnica imbarazzante, gioco lento, errori da cadetti nella fase di uscita palla, ma è la pochezza nell’asse centrale della squadra che è preoccupante, dalla difesa nei centrali al centrocampo nei 2 davanti alla difesa, per finire in attacco. Nessuno vuol dare colpe e responsabilità a petrachi, perchè lui conosceva la situazione societaria, sapeva che siamo quasi alla canna del gas, però onestamente mi aspettavo che qualche cosa in più fosse fatta. Abbiamo centrali di difesa e centrocampo che sono da metà classifica e se va via dzeko anche l’attacco è da metà classifica. Diawara e Mancini, spero che mi smentiscano, me lo aguro con tutte le mie forze, ma sono 2 onesti calciatori e nulla più. Fazio e jj, sono quello che sono è dzeko è con la valigia in mano. Tutto questo a 16 giorni dal campionato. Manca la qualità nei singoli, cè poco da parlare, ad oggi siamo una squadra di onesti calciatori, con 2/3 individualità come zaniolo, pellegrini e under che sia accendono e spengono nel corso della stessa partita è veramente troppo poco per poter guardare al futuro con ottimismo. Cmnqe Forza Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here