Foto Tedeschi

ROMA INTER INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico nerazzurro Antonio Conte in occasione di Roma-Inter, match valido per la 17° giornata di Serie A.

CONTE A DAZN

30 gol su 43 sono arrivati nei secondi tempi, solo nel finale non è riuscito il passo in più, cosa manca per fare un passo in più?
Penso sia stata una buona partita nostra anche nel primo tempo contro la Roma che ha gli stessi obiettivi che abbiamo noi. E’ la terza forza del campionato, venire qui e fare questo tipo di partita contro la Roma significa che siamo una squadra che abbiamo una fisionomia, che siamo una squadra.

Ci racconta un po’ perché ha sostituito Hakimi, Lautaro, Vidal…
Vidal si è infortunato e ha chiesto la sostituzione. Lautaro ha dato tantissimo in quei 75 minuti anche perché si abbassava nella fase di non possesso per evitare i filtranti con Pellegrini. Hakimi ha dato tanto e stava perdendo palle importanti. Hanno sempre giocato, è la terza gara in 7 giorni. Le sostituzioni ci stanno, non vedo perché non si debba pescare dalla panchina.

Avete dato una prova di forza, 25-30 forse una delle Inter migliori di questa stagione. L’ultimo quarto d’ora è stato merito della Roma o vuoi che la tua squadra la gestisca diversamente?
Penso che alla fine subentri anche l’ansia di un risultato importante che ti porta mentalmente a dire ‘mi abbasso’. Invece noi dalla panchina continuavamo a chiedere la pressione alta, abbassarti non è una buona cosa. Anche a livello psicologico chi sta perdendo si butta in avanti, non ha niente da perdere. Dobbiamo lavorare anche sotto questo aspetto. Penso che la squadra abbia una propria struttura e lo dimostri ogni partita. Mi hanno colpito le parole di Fonseca in conferenza, che ha detto che è difficile trovare delle contromosse con noi. Questo fa capire che c’è un lavoro organizzato in questa squadra che spesso non viene riconosciuto.

Avete avuto più occasioni della Roma, l’atteggiamento è andato bene. Visto che è l’ottava volta che andate in svantaggio, perché non aggredite di più già da inizio partita?
Spesso e volentieri prendiamo gol perché andiamo a pressare in avanti e lasciamo spazi in contropiede. Abbiamo subito tanti gol in ripartenza proprio perché vogliamo fare alta pressione. Se recuperi puoi andare a fare gol, però ti possono attaccare alle spalle o se perdi palla possono andare dritti in porta. Non dimentichiamo che bisogna avere le forze per farlo, questa è la terza partita in 7 giorni con gli stessi titolari. E’ inevitabile che all’ultimo venga a mancare l’energia. Parliamo poi degli ultimi minuti, non di mezz’ora o che. Quando giochi così tanto alla fine paghi dazio

Volevo chiederle un commento su Vidal sulla prestazione di oggi?
Penso che l’abbiate visto. Si è accasciato dietro la porta e ha chiesto la sostituzione. Ha fatto una buonissima prestazione, magari è partito un po’ a rilento ma poi è cresciuto. Anche gli altri hanno fatto una buona prestazione.

Lei vorrebbe un attaccante e un esterno sinistro in più?
Quest’anno il verbo volere non esiste. Che sia chiaro. Già ad agosto mi è stato detto chiaramente quale sarebbe stata la linea del club. Abbiamo preso Hakimi ad aprile. Spesso si dice che io chiedo quello e quell’altro, non è vero. Noi siamo questi, andiamo a combattere con questi. A me è stato detto che il discorso mercato non ci riguarda. Non sto chiedendo nessuno e non voglio nessuno. Vedo questi titoli sui giornale e mi dispiace perché passa un messaggio sbagliato. Il verbo volere non esiste, esiste lavorare, so fare solo questo.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. caro conte ha ragione Capello, non hai uno straccio di gioco che non sia tutti in attacco e tutti in difesa come hai fato oggi anzi… hai passato gli ultimi 20 minuiti a far rotolare i giocatori per terra a centrocampo e a far passati difensore portiere – portiere difensore e cam necano anche 1 o 2 rigori. inter è una squadra ridicola arriverà sotto la Juventus come sempre

Comments are closed.