INCROCI PERICOLOSI – Insolito lunedì di campionato per la Roma, che il 12 dicembre alle ore 20.45, affronterà la Juventus allo stadio Olimpico. Giallorossi e bianconeri si sono incrociati 154 volte, con 36 vittorie della Roma e 73 dei piemontesi, 45 i pareggi. Diversi gli ex in casa Juve: Chiellini, Motta, Pepe, Toni, e, ultimo in ordine di tempo, Mirko Vucinic. Nelle fila giallorosse, l’unico ad aver vestito la maglia bianconera è Simone Perrotta. Al centro dell’attacco romanista, con tutta probabilità, dopo aver espiato il colpo inferto al compagno Lamela dopo la partita di Udine, tornerà Osvaldo: l’italo-argentino ha già fatto male due volte alla Vecchia Signora, prima che si trasferisse a Barcellona, sponda Espanyol.

OSVALDO CERCA IL 3° GOL ALLA JUVE  – La Juventus, insieme al Genoa, è l’avversaria che l’italo-argentino ha incontrato più volte in Serie A: 6 partite in totale, tra una soltanto vinta, 2 pareggiate e 3 perse. In compenso, però, Osvaldo ha già segnato 2 volte alla retroguardia bianconera, con maglia diverse: un gol con la Fiorentina e uno con la maglia del Lecce. Entrambe le reti, l’attaccante nato a Buenos Aires le ha realizzate in casa della Vecchia Signora: Juventus-Fiorentina 2-3 nel 2008, e Juventus-Lecce 4-1 nel 2006, al suo esordio assoluto in Serie A contro i bianconeri. A Buffon ha però fatto gol soltanto in una occasione, perché il suo primo gol ai bianconeri, quella con la maglia dei salentini, arrivò in un match in cui in porta c’era Mirante.

BUFFON IN PORTA NELL’ULTIMA VITTORIA DELLA ROMA – Quella di lunedì, per il portiere della Juve e della Nazionale, sarà la 25esima gara contro la Roma, che diventerà così la squadra contro cui Buffon ha giocato più volte in Serie A, insieme a Inter, Lazio, Udinese e Milan. Dai giallorossi, il numero 1 juventino ha incassato 30 gol in 24 match: una media di 1,25 reti a partita. L’ultimo a fargli gol fu John Arne Riise in Juventus-Roma 1-2 nel 2010. La prime rete la siglò Francesco Totti su rigore al 68’, dopo il vantaggio bianconero firmata Alessandro Del Piero. In quella gara, Buffon fu espulso nel secondo tempo. Il secondo cartellino rosso in carriera, la prima in massima serie, dopo aver commesso un fallo da ultimo uomo e fuori area sul norvegese Riise. Da allora non ha più incrociato in giallorossi, complice l’infortunio alla schiena (un’ernia discale–lombare) che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per lungo tempo.

Gspin

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here